RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Midnight Sun" di Stephenie Meyer

Titolo: Midnight sun
Autore: Stephenie Meyer
Editore: Fazi editore 
Genere: Urban fantasy
Prezzo ebook: € 9,99
Prezzo cartaceo: € 19,00
Data pubblicazione: 24 settembre 2020
Pagine: 767
Serie: Twilight
«Vedevo benissimo quanto sarebbe stato facile innamorarsi di lei. Esattamente come cadere: senza sforzo. Impedirmi di amarla era l’opposto, era arrampicarmi su uno strapiombo, una mano dopo l’altra, un’impresa estenuante, come se possedessi soltanto le forze limitate di un umano».

Quando Edward Cullen e Bella Swan si sono incontrati in Twilight, una storia d’amore destinata a diventare iconica ha avuto inizio. Ma finora questa storia è stata raccontata soltanto dal punto di vista di Bella. Finalmente, i lettori possono conoscere la versione di Edward in quest’attesissimo nuovo romanzo, Midnight Sun.

Vissuta nei panni del bellissimo vampiro, questa storia assume una veste tutta nuova, decisamente più cupa. L’incontro con Bella è la cosa più spaventosa e più intrigante che gli sia mai successa nella sua lunga vita da vampiro. Mentre apprendiamo nuovi, affascinanti dettagli sul suo passato, capiamo perché questa sia la sfida più difficile della sua esistenza. Come può seguire il suo cuore, se ciò significa mettere Bella in pericolo?
Stephenie Meyer è l’autrice delle saghe bestseller di Twilight e L’ospite. Si è laureata in Letteratura inglese alla Brigham Young University e vive con il marito e tre figli in Arizona. Per saperne di più visitate il sito stepheniemeyer.com

Finalmente posso parlarvi della mia ultima lettura, si tratta di Midnight sun di Stephanie Meyer. È il libro che in molti di noi hanno atteso per oltre 10 lunghissimi anni, la storia è quella di Twilight, ma dal pov di Edward Cullen
Ringrazio la Fazi editore per avermi dato l'ebook da leggere in anteprima.

In questo caso ho una sorta di tranquillità perché lo spoiler non sarà possibile in quanto ciò che è avvenuto a Forks, tra Bella ed Edward, è ormai noto a tutti. Ma dovrò comunque stare attenta perché ci sono nuovi elementi che ignoravamo: tutte le sparizioni di Edward, i suoi silenzi, il passato dei componenti della sua famiglia e molto altro, trovano in questo libro la risposta ai tanti quesiti irrisolti.

"Mi nascosi nella mia auto. Non mi piaceva pensarmi come uno che aveva bisogno di nascondersi. Era da codardi. Ma non mi era rimasto autocontrollo sufficiente per stare in mezzo agli umani, ormai. Concentrare così tanti sforzi nel non uccidere una di loro, non mi aveva lasciato risorse per resistere agli altri."

Attraverso Midnight sun si hanno nuovi elementi che rendono la storia completa, alcuni ci erano stati rivelati nei film, ma leggerli nei dettagli è tutta un'altra cosa.
Edward emerge in tutta la sua cupezza, il vampiro che lotta tra i desideri dell'essere umano che ambisce alla dolcezza, al contatto e al calore e quelli del mostro che lo sprona a estinguere la sete, a mette a tacere il dolore che prova ogni volta che Bella è nei paraggi.

"Presi un respiro profondo e il profumo fu un fuoco che scorreva nelle mie vene inaridite, che mi bruciava il petto per distruggere qualsiasi istinto nobile fossi capace di provare."

Una sorta di lotta tra il bene e il male, ma tutto concentrato in un unico complesso cervello le cui scelte condizioneranno troppe vite.

"Desideravo disperatamente essere normale, per poterla prendere tra le braccia senza mettere a rischio la sua vita.
...
Nonostante tutti gli avvertimenti che le avevo fornito, lei non voleva ancora accettare la verità. Si fidava troppo di me. Sbagliava."


Considerazioni


Sono una lettrice che raramente legge lo stesso libro più volte. In questo caso ero curiosa di sapere cosa avesse celato la Meyer per tutti questi anni, o forse, ero più interessata a scoprire come avesse intenzione di ripercorrere la scia di una serie che di certo, le ha dato il successo a livello mondiale. 
Non vi nego che la lettura non ha avuto sempre picchi eccelsi. 

Il vampiro è un osservatore e la sua mente è costantemente in fermento. Entrarci è affascinante e permette di conoscerlo in tutto il suo essere: taciturno, logorroico, timoroso e folle, in un modo che lo rende più umano di quanto lui stesso non si ritenga.
Le dinamiche, a cui si ha accesso con questo capitolo, sono belle, intense e complete, in un certo senso nuove. I conflitti hanno una collocazione definita e chiarificatrice.
Tra alti e bassi posso tranquillamente dire che la lettura mi ha coinvolto regalandomi belle emozioni e mettendo fine in modo definitivo alla storia.

"Mi resi conto che volevo rivedere il viso di Bella. Fu questo a decidere per me. Questa curiosità. Ero arrabbiato con me stesso perché mi sentivo così. Non mi ero forse ripromesso di non lasciare che il silenzio della mente della ragazza provocasse in me un interesse eccessivo? Eppure, eccomi qui, eccessivamente interessato. Volevo sapere che cosa stava pensando. La sua mente era chiusa, ma gli occhi erano ben aperti. Forse potevo leggere quelli."

La scrittura della Meyer è quella che già conosciamo, oserei dire che non è mutata se non per gli approfondimenti che ci dà, ma forse erano già scritti e quindi pensati per questo libro. Rileggerla è stata come rientrare in una zona comfort dove si sta bene perché è confortevole. Il fatto che ci troviamo di fronte a uno young adult, adatto a ragazzi giovani, lo rende perfetto per la mancanza di eccessi.
Dopo averlo letto posso dire che un unico libro a pov alterni non mi avrebbe dato così tante emozioni perché sarebbe stato un bombardamento di troppe informazioni.

La traduzione e la correzione sono state la ciliegina sulla torta e per questo faccio i complimenti alla casa editrice.
Il mio timore era che dopo tanti anni ed essendo maturata, come lettrice, non sarei riuscita a entrare in sintonia con la storia di questi due giovani. Ora posso dire che la bellezza dei libri è proprio quella di non conoscere età e di saper trasportare nella storia, come se non fosse passato un solo giorno dal primo libro. 
Ne consiglio la lettura a chi ha apprezzato twilight e a chi ha visto in Edward l'essere umano celato dal suo essere un vampiro.

"Sarebbe dovuta finire in quel momento, non è vero? Bella mi avrebbe visto e sarebbe stata colta da tutto ciò che avrebbe dovuto provare sin dall’inizio: terrore, disgusto, orrore, nausea... e con me avrebbe chiuso."

Buona lettura!
Monica S.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE - "Devo essere brava" di Alessandro Q. Ferrari