REVIEW TOUR "Doppia Sfida" di Bianca Ferrari


Titolo: Doppia Sfida
Autore: Bianca Ferrari
Genere: Contemporary Romance
Editore: Les Flaneurs Edizioni
Data Pubblicazione: 25 Giugno 2019
Formato: Ebook e Cartaceo
Prezzo: € 2,99 / € 12,75
Serie: Double Trouble Series #2




Tre mesi, due giorni, sette ore e venticinque minuti.
Ecco quanto è passato da quando Cinnamon Miller ha visto per l’ultima volta l’uomo che ha finalmente capito di amare. Incapace di gestire il mare di incertezze, dolore e paura che l'ha travolta, Cinnamon non ha potuto fare altro che tornare a Wildrose, nel caloroso abbraccio della sua famiglia.

Tre mesi, un giorno, nove ore e venticinque minuti.

È stato quello l’istante in cui Abel Cavendish ha preso la decisione di abbandonare Chicago per lasciare indietro i suoi fallimenti, i suoi doveri, il legame simbiotico con suo fratello e dedicarsi alla scoperta di qualcosa di più importante del sesso occasionale, dei soldi e del potere. Qualcosa che possa fargli scordare tutte le sue scelte sbagliate.


Tre mesi, un giorno, nove ore e venticinque minuti.


Questo il tempo trascorso da quando Caleb Cavendish ha lasciato fuori da una stanza bianca suo fratello e la donna che gli ha fatto perdere la testa. E ogni giorno lo trascorre chiedendosi se abbia fatto la scelta giusta o si sia lasciato scappare l’unica occasione per essere felice.


Ma, come sempre, arriva il momento in cui tutti i nodi vengono al pettine e basta uno sguardo per cambiare ogni cosa, un contatto che fa male e riporta alla vita, una lite che urla bisogno, un amore che rinasce dalle ceneri e si trasforma in qualcosa di più.

È così che, messi di fronte ai propri desideri, i due fratelli Cavendish saranno obbligati a portare a termine la loro… Doppia Sfida.


La serie è composta da:

- Partita Doppia (28 marzo 2019)

- Doppia Sfida (25 giugno 2019)



Bentrovate Chiacchierine, oggi sono qui per parlavi di Doppia Sfida di Bianca Ferrari, edito Les Flâneurs Edizioni. Un romanzo che attendevo da parecchio essendo che il primo volume si è concluso con enorme cliffhunger!
Sono passati tre mesi dall’aggressione di Cinnamon, il bacio mozzafiato tra lei e Caleb, la sua fuga in comunità per potersi liberare dei propri demoni, e la partenza di Abel con la sua chitarra alla ricerca di se stesso.
Sono cambiate molte cose, ma allo stesso tempo nulla è mutato. I sentimenti che provano Caleb e Ginger l’uno per l’altra ad esempio. Nessuno dei due si è dimenticato dell’altro, e il giorno del processo, quando si rivedono in tribunale per la prima volta, entrambi crollano, Cinnamon più di lui.

Non si accorse della porta che si apriva, non reagì alle braccia che la sollevavano in piedi e la spingevano contro le piastrelle, non comprese le parole che le venivano sussurrate all'orecchio:«Perdonami, ti prego, guardami, ascoltami, non è come pensi, perdonami».

L’aggressione e l’abbandono di Caleb l’hanno distrutta. Non mangia più, non dorme più, non vive più, esiste solamente e continua ad andare avanti per forza d’inerzia. Prova in ogni modo a dimenticarsi dei fratelli Cavendish, di Chicago, di tutto ciò che le è successo, ma sembra essere impossibile. Non riesce a dimenticarsi di Caleb, del suo bacio, a chiedersi perché sia scomparso in quel modo senza spiegazioni. E il ritorno del ragazzo nella sua vita la scombussola più di quanto lei immaginasse.

Forse avevo un'idea troppo letteraria delle emozioni e quando mi sono scontrata con la realtà... non era come la raccontano nei libri.

Caleb ce la sta mettendo tutta per disintossicarsi. Vuole uscire da quell’inferno di pareti bianche e asettiche, e tornare dalla sua Ginger per farsi perdonare e dimostrarle quanto la ami e tenga a lei. Ma sarà più difficile del previsto. Oltre ai fantasmi del passato, una nuova minaccia si abbatte sulla coppia, una minaccia bionda e prosperosa che ha tutta l’intenzione di infilarsi nel letto di Caleb. Ma il ragazzo sembra essere determinato a riconquistare la sua Cannella.

«Voglio imparare a dare, a prendermi cura di lei, a non appoggiarmi agli altri chiedendo che si sobbarchino ogni mia necessità. Voglio poterle dire che l’amo, un giorno, sapendo di non mentire».

Dall’altra parte dell’America, invece, Abel cerca di trovare se stesso, mettere da parte tutte le comodità e mettere una pietra sopra alla storia con Cinnamon. Lui non sa cosa vuole e come lo vuole. Ma sembra riuscire a trovare una risposta in una bambina dalla maglia gialla e i capelli ricci sparati in aria. 

Sorrise ancora e pensò che nessun letto comodo avrebbe valso la luce che emanava quell’incredibile essere comparso sulla sua strada. Parcheggiò di fronte alla casa e scese. Scrocchiò le ossa del collo e della schiena, recuperò il suo bagaglio e la sua chitarra ed entrò nella casa per chiedere ospitalità.Ma non sapeva chequella casa gli avrebbe offerto molto, ma molto di più.

In Doppia Sfida troviamo personaggi vecchi e nuovi. 
Ho apprezzato moltissimo la presenza maggiore della famiglia Miller, li abbiamo vissuti molto di più che nel primo volume e Caleb ha avuto davvero una bella gatta da pelare volendosi trasferire a Wildrose per conquistare la fiducia di Paul Miller e passare più tempo con Cinnamon.

I tre protagonisti sono cambiati molto, cresciuti rispetto al primo volume. Cinnamon non è più la ragazzina sprovveduta e ingenua di Partita Doppia. È una donna e si fa rispettare. Abel è riuscito a fuggire dall’ombra di Caleb, trovando il suo scopo nel mondo, la sua luce. Caleb è il mio preferito e sarò un po’ di parte, ma il suo cambiamento è quello che mi ha colpito di più. Un uomo distrutto che cerca la via d’uscita nell’amore che prova per Cinnamon.

«Io amo Cinnamon».«L’amore è come una malattia. Basta prendere la giusta medicina e passa».«Non voglio curarmi. Lei è la miglior cosa che mi sia mai capitata».

Non vedevo l’ora di leggere questo romanzo e sono contenta di dire che le aspettative sono state ripagate. La passione di Caleb e Cinnamon, la maturità riscoperta di Abel, una nuova coppia sbocciata per caso di cui sono stata piacevolmente stupita, hanno fatto da coronamento perfetto. Per non parlare di tutti i fratelli Miller, la madre e il padre che ha reso un inferno la vita di Caleb a Wildrose. 
L’unico appunto che mi sento di fare sono le troppe virgole, stesso problema che avevo riscontrato nel primo volume. C’erano un po’ troppe pause per i miei gusti, ma questo non ha influito sulla valutazione finale.
Consiglio questo romanzo a chi ha letto il primo volume e chi ama le storie passionali e con un messaggio profondo. 

È ciò che ti sbrana a farti sentire vivo. Ecco perché non esiste favola senza lupo. E se io devo essere il tuo lupo per farti sentire viva, per scavare a fondo nelle tue emozioni e nei tuoi desideri, è quello che sarò. Tu la preda, io il cacciatore. O viceversa?

Buona lettura!


Nessun commento:

Posta un commento