RECENSIONE "Surrender" di Jenny Anastan

Titolo: Surrender
Autore:  Jenny Anastan
Formato: Ebook / Cartaceo
Prezzo: 2.99 / 9.99
Genere: Contemporary Romance
Data pubblicazione: 
Pagine: 331




A volte fidarsi del prossimo è più facile che perdonare se stessi. 
Eppure Kian Sullivan, detective di Detroit, non riesce a fare nessuna delle due cose. Fuggito in Alabama per tentare di riconciliarsi con il mondo, dopo un caso particolarmente difficile e lacerante, è a malapena pronto a respirare. 
Galleggia, naviga a vista, ma non vive. 
Almeno finché non entra in rotta di collisione con la figlia del suo futuro cognato, una vera e propria spina nel fianco. Più giovane di lui di qualche anno, Ivy rappresenta quella spensieratezza che Kian forse non ha mai sperimentato. La ragazza è animata da un’innocenza che lo travolge e sconvolge. Ma il buio che il detective si porta dietro è troppo profondo, troppo logorante, così come i segreti del passato che sono sepolti nel suo cuore, al sicuro e lontani da chiunque.


Buongiorno lettori, ho appena finito di leggere Surrender di Jenny Anastan, incuriosita dalla bellissima cover e dalla trama accattivante mi sono ritrovata a leggere freneticamente pagina dopo pagina. La storia tra Kian e Ivy è avvincente. Ivy è appena stata lasciata dal suo ragazzo col quale conviveva da 3 anni con uno stupido bigliettino, questo la porta a essere vulnerabile e a cercare, con la compagnia della sua inseparabile amica Gaby, una serata di evasione col tentativo di divertirsi e lasciarsi la delusione alle spalle. L'incontro con Kian non passerà inosservato, con la carica di un bulldozer entrerà di prepotenza in soli pochi minuti nella vita di Ivy. Basta così poco per far sì che Kian entri nei pensieri della ragazza e proprio quando è convinta che non lo rivedrà mai più se lo ritrova inspiegabilmente a cena con la sua famiglia...

"Era stupido provare dei sentimenti così forti per una persona che a malapena conoscevo,però era evidente che quei pochi incontri mi erano entrati sottopellepiù di quanto volessi ammettere."

Questo romanzo sarà un continuo crescendo, perché per quanto agli occhi degli altri possa sembrare un amore sbagliato, il loro allontanarsi li porterà irrimediabilmente a inseguirsi e a cercarsi. Sarà un continuo fare un passo avanti e ritrovarsi nella pagina successiva nell'aver fatto due passi indietro. 
I demoni e ciò che affliggono la mente e i ricordi di Kian non sono qualcosa facile da dimenticare. Ivy diventa per lui la sua oasi di salvezza, come una boccata d'aria pura dopo il fumo e il degrado di Detroit. Però non è facile per lui aprirsi, raccontare i suoi spettri, non vuole che Ivy venga a conoscenza di quella melma, di tutto ciò che ha dovuto affrontare quando svolgeva il suo lavoro di detective a Detroit. 

«Ivy, ci vediamo domattina. E grazie per la cena, direi che ora siamo pari».Le lanciai quella frecciatina per colpire dove avrei potuto davvero lasciar il segno.E feci centro.«Vai all'inferno!» mi urlò dietro mentre lasciavo il suo negozio.Non poteva sapere io all'inferno c'ero già, che ero ospite di quelle fiamme ormai da molto tempo.E non me ne sarei andato da lì tanto presto.Forse mai.

L'attrazione fisica e la volontà di appartenersi spesso porta a sopportare atteggiamenti difficili da comprendere e accettare. 

«Noi siamo sempre stati un errore» sibilò, e la sua convinzione, mentre pronunciava quella parole, fu uno schiaffo assestato senza preavviso. «Devi tornare alla tua vita e lasciarmi stare. Non hai visto la merda che mi porto appresso? Sai che non dormo più di due ore da otto anni?».

La loro storia scorre veloce, nel finale forse un po' troppo, avrei voluto godermi qualche particolare in più sui personaggi secondari o sapere come si conclude il processo cosa che ci viene lasciato in sospeso, ma spero recupereremo con i prossimi libri della serie.
Nonostante tutto è una storia che oltre alla passione ci regala anche una crescita dei personaggi. Di redenzione, dove ci si rende conto del valore della famiglia e delle persone che ci stanno intorno. Dove la tranquillità di un piccolo paesino della Alabama rappresenta quell'oasi serena che molti di noi abitanti di un piccolo paesino, dove tutti si conoscono, sentono magari stretto non recependo quella tranquillità e serenità che in alcuni può trasmettere, specie in chi fino a quel momento ha vissuto in un luogo senza pace. 

La scrittura della Anastan è sempre calamitante, scorre fluida e le emozioni affiorano a fior di pelle. Una dote che è capace di utilizzare molto bene. Consiglio questo libro sicuramente a chi cerca una storia d'amore e passione, a chi ama gli amori contrastati e i maschi tenebrosi. A chi ama le storie con dei segreti, che vengono svelati solo a fine libro come i tasselli di un puzzle. Uno di quei libri che lascia con il sorriso sulle labbra una volta concluso.

Buona Lettura!




Nessun commento:

Posta un commento