RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Bugiarde verità" di Nicola Rocca

Titolo: Bugiarde Verità
Autore: Nicola Rocca
Editore: self publishing
Genere: Thriller-Noir  (Racconto)
Prezzo ebook:    0,99 euro
Prezzo cartaceo: 7 euro 
Data pubblicazione: 12 aprile 2019
Serie: Autoconclusivo
Pagina autore 
Amazon

Matteo e Rachele.
Una coppia innamorata, un matrimonio felice, una figlia da amare.
Negli anni, però, il meraviglioso equilibrio viene distrutto.
Per sempre.
Violenza, litigi, urla, bugie, ripicche, tradimenti e… un omicidio perfetto.

Una vicenda dolorosa.
Quattro persone a raccontarla.
Una sola realtà.
Ma infinite verità.
Quale sarà quella giusta?
Sempre che la verità sia soltanto una.
Esiste sempre qualcuno che ha in tasca una verità migliore della tua. O, semplicemente, la sa raccontare meglio di te.

“Bugiarde Verità” è un racconto noir che affronta una tematica delicata come la violenza sulle donne. Lo fa in un modo nuovo, da varie prospettive, facendo emergere spunti di riflessione rischiosi da affrontare.

Nicola Rocca nasce a Bergamo il 23 settembre 1982.
Dopo la pubblicazione con due case editrici, decide di camminare con le proprie gambe, diventando un autore indipendente (con il marchio ENNEERRE) e affidando ad Amazon l’esclusiva per la distribuzione delle sue opere.

FRAMMENTI DI FOLLIA (GDS Editrice)2013;
CHI ERA MIO PADRE? (Silele Edizioni) 2014;
LA MORTE HA L’ORO IN BOCCA (Enneerre) 2015;
DUE GOCCE D’ACQUA (Enneerre) 2016);
IL BURATTINAIO (Enneerre) 2017;
CHI ERA MIO PADRE? (Enneerre) 2017;
FRAMMENTI DI FOLLIA (Enneerre) 2018;
LA CASA DEL DIAVOLO (Enneerre-Youcanprint) 2018;
BUGIARDE VERITÀ (Enneerre) 2019;

Il nuovo romanzo thriller verrà pubblicato nell’autunno 2019.

Buongiorno a tutti,
ho il piacere di parlarvi in anteprima dell'ultimo libro di Nicola Rocca, in uscita il 12 aprile, "Bugiarde verità" un racconto contemporaneo dalle tinte noir. 
Il file per la lettura mi è stato fornito dall'autore.

Rachele e Matteo sono una famiglia e la loro è una storia di 15 anni. Tra alti e bassi vivono il loro rapporto di coppia con pochi punti in comune, uno sottostà all'altro e, in un precario equilibrio, si trovano alla deriva quando un avvenimento ne sconvolge l'apparente tranquillità.

"Il mio pugno era sospeso come una mazza... 
Mi fermai. E il mondo con me. Smise di girare per il verso giusto e cominciò ad andare al contrario."

Da quel momento tutto prende un percorso avverso e la vera natura di entrambi viene alla luce in un susseguirsi di accuse e scuse, sensi di colpi e voglia di rivalsa. 

"Stavo attenta a tenermi a debita distanza da Matteo. Il solo pensiero di toccarlo mi faceva accapponare la pelle."

Rabbia e rancore gettano le basi per dare il peggio di se stessi, a far loro da complici, nel reciproco desiderio di distruzione, due figure che vanno a loro volta oltre i confini del lecito.
Vite che si intrecciano e si allontanano in un escalation di azioni fatte appositamente per ferire il prossimo.

"Si accorgeva a malapena della mia esistenza. Mi rivolgeva la parola soltanto per litigare. Per riempirmi di critiche. Per insultarmi."

Avidità, cupidigia, lussuria, menzogna, e su tutto: il desiderio di avere ciò che non si ha.

Considerazioni

Un racconto che presenta 4 pov differenti, 4 punti di vista che delineano un'unica storia con tutti i suoi retroscena. Una storia che racchiude il peggio dell'animo umano e che scuote il lettore, a me è successo e non so dirvi come mi senta alla fine della lettura. 

I protagonisti si collocano tra un età che va dai 35 ai 40 anni, uomini e donne con delle esperienze e un percorso di vita già avviato.

Nicola Rocca delinea alla perfezione e con pochi dettagli i caratteri dei 4 personaggi, ci mette al corrente del loro passato e fa sì che siano loro a parlarci delle loro azioni e dei pensieri.
Un'impresa non da poco tenendo conto che vi sto parlando di un racconto che si legge in un'ora.

Gli eventi si susseguono in un chiaro disegno che si spiega davanti agli occhi increduli del lettore, che fatica a tenere il passo con tanta freddezza.
Una storia che ripercorre, purtroppo, violenze che ascoltiamo nei telegiornali e che lasciano una sensazione di impotenza. 
Rocca ha preso il nero dell'anima umana e l'ha svelato in tutta la sua atrocità. 

Ottimo il lavoro di editing e correzione, nonché lo studio dei personaggi.
Al lettore non resta che osservare esterrefatto e riflettere su quante azioni si può arrivare a compiere per il proprio tornaconto.

"La gente si beve qualsiasi cosa, se gliela vendi nel modo giusto."

Lo consiglio agli appassionati del genere thriller e noir perché di sicuro apprezzeranno questa storia, a chi ha già letto l'autore e a chi vuole iniziare a conoscerlo, questo racconto è un buon biglietto da visita per vedere le sue capacità.

Buona lettura!
Monica S.







Commenti

Post popolari in questo blog

REVIEW PARTY - RECENSIONE - "In-Moral" di Naike Ror

REVIEW PARTY - RECENSIONE - "La sua tentazione" di Isabella Starling

RECENSIONE + GIVEAWAY - "La ragazza del faro" di Alessia Coppola