REVIEW PARTY - RECENSIONE "Se potessi ti cancellerei" di Francesca Baldacci


Titolo: Se potessi ti cancellerei
Autore: Francesca Baldacci
Editore: GoWare
Genere: commedia romantica
Serie: autoconclusivo
Prezzo ebook: € 6,99
Prezzo cartaceo: € 13,99
Pagine: 298
Pagina autrice

 ORDER



Virginia Morelli, Ginny per gli amici, alias “Miss Sorriso”, è da decenni la scrittrice italiana di romanzi rosa più amata dal grande pubblico. Stefano De Foschi, alias “lo Squalo”, critico televisivo molto quotato e seguito, è tra i suoi detrattori numero uno. Non perde occasione per stroncare con crudeltà tutti i suoi romanzi. Tanta acredine nasconde qualcosa: Ginny e Stefano sono stati compagni di scuola al liceo, tra i due c’è stata una storia d’amore e di odio che è rimasta loro nel cuore, malgrado entrambi siano sentimentalmente impegnati.
Il set del programma “Nero Shocking”, condotta da Stefano, li vedrà di nuovo l’uno contro l’altra, faccia a faccia, e riattizzando un fuoco mai spento, e il ricordo dell’estate nel villaggio turistico di Lignano Sabbiadoro che li ha visti adolescenti insieme, li riporterà a sognare.
Francesca Baldacci, di professione scrittrice e giornalista, è nata “con la penna in mano”.
Ha scritto sempre, sin da bambina, ma ha incominciato a pubblicare, giovanissima, con “Bolero”, “Dolly”, “Confidenze”, “Bella”, brevi racconti e romanzi. Di suo è uscito anche, nel 1981, un romanzo per la collana “I Rosa Mondadori”, “Una casa per Sissi”, (e un altro, già approvato, sarebbe uscito se la collana non fosse stata chiusa a causa dell’arrivo dei famigerati “Harmony” dagli USA). Ha curato anche la riedizione di fotoromanzi di successo della “Lancio” sotto forma di romanzo rosa.
Su “Dolly”, oltre a racconti ha scritto anche rubriche redazionali e soggetti per fotoromanzi, così come per “Bolero”.
In seguito ha collaborato anche con riviste per ragazzi (“Poochie”, “Il Giornale di Barbie”), e in particolare per la Disney, dove ha seguito un corso di scrittura creativa, ha scritto alcune sceneggiature per “Sirenetta” e “Minni”. Sino a poco tempo fa ha curato la posta dei lettori di “Topolino”, con un taglio divertente e cercando comunque di dare profondità alle sue risposte.
Dal 1986 al 2000 stata anche giornalista sportiva, ha intervistato i campioni più noti della serie A (da Gullit a Van Basten, da Matthaeus a Bergomi, da Baggio a Vialli): ha smesso con questo lavoro, che pure le piaceva moltissimo, quando è diventata mamma per la seconda volta.
Inoltre ha collaborato a diverse riviste sportive e non, per giovanissimi, con lavori di redazione e interviste a personaggi del mondo dello sport e della Tv. 
Ha scritto anche per una rivista di astrologia (“Astropiù”) e una di test psicologici (“Test”).
A parte una breve interruzione di otto anni, però, ha sempre scritto narrativa, la sua passione più grande. Attualmente per Intimità e Love Story, dove appaiono suoi racconti e romanzi, anche a puntate.
Con Chichili Agency nel 2011 sono usciti anche un breve racconto chick lit, “Nuvole a colazione”, e un romanzo in quattro parti, “Ciao Luca”, storia d’amore drammatica.
A dicembre del 2012 ha visto la luce “La macchina del tempo”, biografia del celebre tastierista della Formula 3, Gabriele Lorenzi, dove è co-autrice, edito da Miremi. 
A maggio 2014 è uscito in tutte le librerie “Vacanze da Tiffany”, edito da Sperling & Kupfer, in precedenza grande successo come ebook autopubblicato. È stato tradotto anche in Olanda, col titolo “Vakantie bij Tiffany’s”, per la casa editrice “The House of Books” (maggio 2015). 
On line si possono trovare anche altri ebook di successo (ora tutti anche in cartaceo): “Il Principe della Notte”, una “surreale fiaba d’amore”, “L’amica americana”, storia d’amore più tradizionale, “W l’estate”, una raccolta di racconti estivi da leggere sotto l’ombrellone, in stili diversi, e la riedizione di “Ciao, Luca” e di “Una casa per Sissi”.
Gli ultimi romanzi sono “Cuori (e nuvole) a colazione”, ampliamento di “Nuvole a colazione”, commedia romantica, rosa frizzante, “Ritorno da Tiffany”, sequel di “Vacanze da Tiffany”, e “Se potessi ti cancellerei”, pubblicato con la casa editrice GoWare.

Indirizzo mail: francy.baldacci@gmail.com



Buongiorno librose,
Oggi in occasione del #ReviewParty vi parlo di un chick-lit. Si tratta di "Se potessi ti cancellerei" di Francesca Baldacci, edito GoWare. Primo libro della autrice che leggo e lo stesso vale per il sottogenere.
È un romanzo che fa sorridere e riflettere. Una storia di amore e odio, di inganni e di sogni.
Molte aspirano il successo della nostra protagonista. Essere fermate per strada per fare un selfie o per un autografo. Essere invitata ai vari talk show, avere un proprio agente. Insomma una vita da VIP quasi.  È questa la vita della nostra Virginia Morelli, quella professionale almeno.  Tutta rose e fiori, ma con qualche rosa con le spine, perché il "carissimo" critico letterario De Foschi è proprio una spina nel fianco. Critica tutte le sue opere e il genere romance in generale. Non si capisce il perché di tanto astio nei suoi confronti. Forse per via dei trascorsi di 20 anni fa fra i due? Perché i due erano compagni e hanno avuto una specie di storia.
Ginny, o Virgy come l'avrei chiamata io 😜 è soprannominata "Miss Sorriso" perché è sempre dolce e sorrisi anche nelle sue interviste, così come nelle storie d'amore che scrive. Oramai è una donna affermata nel suo ruolo di autrice di parecchi romanzo rosa. È madre di un giovane e oramai adulto ragazzo e ha anche un compagno. Stanno insieme da tanto tempo ma lui non condivide molto la vita sotto i riflettori di Ginny, chissà perché?
L'invito su un talk show dove presiede il suo arcinemico, de Foschi, dà il via a un ritorno al passato, un riemergersi nei ricordi e nei sentimenti che legavano Virginia e Stefano. L'intento di Stefano è vendicarsi. Infatti lei ne esce sconfitta da questa intervista nonostante l'appoggio delle sue fan e vorrà una rivincita. A tutto questo si aggiungono delle lettere anonime che poi diventano minatorie. Chi sarà? E sembra conoscere anche il suo passato. Che sia il critico letterario? Arriverebbe mai a tanto?
Cosa succederà tra Stefano e Ginny? Sarà una guerra continua tra i due?
Non mi dilungo oltre per lasciare a voi il piacere della scoperta. Poi ditemi se avevate indovinato :-P

“Non hai mai capito niente di me, scrittora”. Ma era proprio vero ? Non era stato lui, in fondo, a nascondersi più che poteva ai suoi occhi?

Considerazioni
Scrittura scorrevole e buon editing. 
La cosa poco realistica è che i personaggi che ora sono collegati  al mondo dell'editoria e quindi a Ginny, erano gli stessi con i quali andava a scuola. Non ho particolarmente apprezzato il full immersion del ritorno al passato, dove racconta la vita scolaresca e dei momenti trascorsi tra i due personaggi principali. Alcuni dettagli ce li aveva già forniti. Si poteva evitare secondo me, per non perdere il filo della storia al presente. Il personaggio di Ginny mi è piaciuto, una scrittrice di romanzi dove regna il lieto fine, ma una donna con i piedi per terra nella vita reale. Una donna che ha sofferto, che ha combattuto per arrivare dov'è, una donna che ti rivolge sempre un sorriso anche se sei il suo peggior nemico. Anche Stefano, all'apparenza un uomo "perfetto" tranne che per la sua lingua tagliente ma anche lui nasconde le sue paure e fragilità, ed è questo a renderlo più realistico. Ovviamente un'altro elemento e direi fondamentale che ha reso la storia molto realistica è l'ambientazione. Consiglio la lettura a chi sogna di diventare come la nostra protagonista ma anche chi ama il genere.

Buona lettura!
XoXo
Jenny


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Le possibilità sospese" di Valentina Piazza

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Sergio" di Natasha Knight

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Il sorriso di Jesse" di Angelique Jurd