RECENSIONE "Ho sposato un maschilista" di Joanne Bonny

Titolo : Ho sposato un maschilista
Autrice: Joanne Bonny
Editore: Newton Compton
Genere: Romance Humor
Formato: ebook / cartaceo
Prezzo: € 2,99 / € 8,50
Data Pubblicazione: 3 gennaio 2019
Protagonisti: Emma, Marco, Leonardo
Pagine: 512 pagine
Autoconclusivo

ORDER

Dopo essersi vista negare ingiustamente la meritata promozione, la giornalista Emma Fontana decide di fondare una rivista per donne, "Revolution". Ma proprio quando sta per essere eletta femminista dell'anno, Emma scopre che i suoi migliori amici l'hanno iscritta al reality show Chi vuol sposare un milionario? Per dieci giorni il giovane e ricchissimo Marco Bernardi ospiterà venti ragazze nella sua villa e sceglierà tra loro la sua fidanzata. All'inizio Emma è furiosa solo all'idea di dover competere per sedurre un maschilista fatto e finito, e parte per Como con l'obiettivo di approfittare della ghiotta occasione per screditare lo show. La sua missione si rileva però più ardua del previsto, a causa delle prove imbarazzanti, dall'atteggiamento sessista di Marco e delle concorrenti pronte a tutto pur di diventare la futura signora Bernardi. A complicare le cose ci si mette anche il fratello maggiore di Marco, Leonardo, tanto affascinante quano sospettoso delle reali intenzioni di Emma. Mentre i suoi sentimenti nei confronti dei fratelli Bernardi si fanno ogni giorno più intricati, Emma si ritroverà a mettere in discussione certezze e pregiudizi: e se in fondo fosse lei stessa la sua avversaria più pericolosa?


Joanne Bonny è nata a Milano nel 1986, con un altro nome. Lo pseudonimo nasce dalla passione per i pirati, protagonisti del primo libro scritto tra un esame di università e l'altro. La saga piratesca non andò mai in porto (e neanche la sua laurea in Beni culturali), ma l'amore per la scrittura è sopravvissuto. È stata finalista al Premio Il Battello a Vapore con un libro per bambini. Ho sposato un maschilista segna il suo esordio nella narrativa per adulti.

Buongiorno Lettori, oggi vorrei parlarvi di un romanzo bellissimo, oltre a essere un romance è un intreccio di ironia, pregiudizi, sentimenti. Come dicono è la commedia romantica più divertente dell'anno, sì hanno davvero ragione. 

Emma è la nostra protagonista, una giornalista che in seguito a un ingiustizia a lavoro ha deciso di fondare una propria rivista femminista chiamata Revolution. È stata invitata alla cerimonia di premiazione di "Femminista dell'Anno" dove lei è tra le candidate, quando scopre che i suoi migliori amici l'hanno iscritta segretamente a un reality show "Chi vuole sposare un milionario?". Provate a pensare a una femminista convinta che dovrà passare dieci giorni con venti ragazze che dovranno competere tra di loro per conquistare un milionario... vi assicuro che saranno pagine ricche di scintille e di risate. Il nostro milionario si chiama Marco Bernardi, un uomo bellissimo con un fascino fuori dal comune. Ovviamente tra i due protagonisti non saranno tutte rose e fiori, ma un susseguirsi di botte e risposta, dove da scenario c'è il mondo della televisione e dell'apparenza, decisamente non il mondo femminista di Emma. 

"Qualcuno deve dare una lezione a quel donnaiolo da strapazzo e quel qualcuno sono io. Lo farò cadere ai miei piedi e poi gli spezzerò il cuore senza pietà. Marco Bernardi, hai appena firmato la tua condanna"

Nonostante tutto ciò Emma non si arrenderà e con la determinazione e l'ironia che l'hanno sempre contraddistinta riuscirà a superare numerose prove, imbarazzi, e pregiudizi.
Ed è così che Emma comincia a riflettere e a pensare che forse Marco nasconde qualcosa dietro quell'aria da bamboccione belloccio. Infatti si ritroverà a scoprire che il nostro protagonista nasconde anche una certa sensibilità e insicurezza, e sarà proprio con Emma che Marco riesce a parlarne liberamente, ad aprirsi, facendola entrare poco alla volta nel suo mondo.
A complicare ulteriormente le cose ci si mette Leonardo, fratello di Marco, anch'esso affascinante oltre misura, agli occhi di Emma quest'uomo inarca perfettamente il suo prototipo, ma quest'ultimo tiene anche al bene del fratello, infatti nutre dei sospetti sulla nostra protagonista e sulle sue reali intenzioni. 
Emma si ritroverà tra due fuochi, i fratelli Bernardi, scoprendo sentimenti che non pensava potessero nascere, facendole mettere in discussione anche certezze e pregiudizi iniziali. Cosa sceglierà Emma alla fine? O forse la domanda giusta è "Chi sceglierà?"

"In tutte noi, anche nelle più incallite femministe, si nasconde una fanciulla romantica che ogni tanto desidera essere ammirata e corteggiata da un bell'uomo"

Non mi resta che lasciare a voi il piacere di leggere questo romanzo e augurarvi Buona Lettura!

CONSIDERAZIONI
Devo ringraziare l'autrice per questa boccata d'ossigeno sulla vita quotidiana. È un romanzo frizzante, divertente, che ci fa riflettere attraverso l'ironia su pregiudizi a volte avventati che abbiamo nei confronti delle persone. L'ho letto tutto d'un fiato, non riuscivo a staccarmi dalle pagine. 
Scritto in maniera semplice, la lettura è veloce e scorrevole. È scritto in prima persona e sarà la nostra protagonista a narrare la storia, parlando a volte direttamente con il lettore coinvolgendolo ancora di più. I personaggi, anche quelli secondari, sono descritti in maniera dettagliata, tutti con dettagli differenti e particolari, permettendoci di conoscerli meglio.

Libro consigliatissimo!!!! Complimenti Joanne Bonny, alla prossima!!!




Nessun commento:

Posta un commento