RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Ripartire da zero" di Jay Northcote

Titolo: Ripartire da zero
Autore: Jay Northcote
Editore: Quixote Traslations
Traduzione: Sara Linda Benatti
Genere: Qlgbt Contemporaneo
Formato: E-Book
Data Di Uscita: 12 Ottobre 2018
Serie: Housemates #5
#1 Una mano amica
#2 Come innamorarti
#3 La pratica rende perfetti
#4 Guardare e volere

Ricominciare da capo non è facile, ma Ben è pronto a vivere la sua vita come l'uomo che sarebbe dovuto essere.

Ben è transgender, ed è tornato all'università dopo i trattamenti ormonali e l'operazione al torace. I suoi nuovi coinquilini non sanno nulla della sua storia, e lui preferirebbe che le cose rimanessero così. Sta ricominciando da zero e la sua vita è finalmente sul binario giusto, tranne per quanto riguarda il romanticismo; l'idea di uscire con degli uomini come uomo è esaltante, ma anche terrificante, perché se vuole avere un ragazzo gli dovrà rivelare il suo segreto. Sid è attratto da Ben fin dal momento stesso in cui lo incontra. Di solito ottiene quello che vuole… in tempi brevi, se non subito. All'inizio Ben sta in guardia, e Sid non è abituato a vedere rifiutare le sue avance. Alla fine riesce ad aprirsi la strada nelle difese di Ben a forza di fascino, e lo aiuta nel suo viaggio di risveglio sessuale. Per lui non ha importanza che Ben sia trans. È attratto dalla persona, tutta intera, e non si preoccupa di quel che c'è – o non c'è – nei suoi pantaloni. Stanno bene insieme, e tutti e due si stanno innamorando alla svelta, ma le insicurezze di Ben continuano a mettersi di mezzo. Se Sid riesce a convincerlo che vuole davvero impegnarsi, Ben riuscirà finalmente a mettere a rischio il proprio cuore?


Jay vive appena fuori Bristol, nel West England. Viene da una famiglia di scrittori, ma ha sempre pensato che con lui ildono per la narrativa avesse saltato una generazione. Ha passato anni a scrivere solo e soltanto email, articoli, o contenuti internet.
Un giorno ha deciso di provare con un racconto, giusto per vedere se ne era capace, e ha scoperto che dava dipendenza.
Non ha più smesso da allora.
Jay è transgender, e in precedenza era noto come ’lei’.


Oggi vi parlo in anteprima di "Ripartire da zero"di Jay Northcote, libro arrivato in Italia grazie alla Quixote Traslations che ci ha fornito il file ARC.
È il primo libro dell'autore che leggo e, per me, l'argomento è nuovo ma la storia mi ha attratta da subito e l'ho atteso per parecchi mesi, proprio come molti di voi.

Ben ha 25 anni è un ragazzo timido, introverso e cerca sempre di rimanere isolato dal resto del mondo. Non gli piace essere al centro dell'attenzione e fa di tutto per non attrarre l'attenzione ma, giunto a questo punto della sua vita, si è imposto dei buoni propositi che vuole mantenere: essere più socievole, ottenere la laura in psicologia e iniziare a vivere.

"Era quella la sua preoccupazione più grossa: uscire allo scoperto solo per poi scoprire di essere indesiderabile. Non riusciva a sopportare quel pensiero, l'idea di quanto si sarebbe sentito ferito, di quanto lo avrebbe fatto sentire inutile e indegno d'amore. Ma se avesse mai voluto avere una relazione, avrebbe dovuto affrontare quelle paure a testa alta."

Sid è sfacciato, non ha limiti e vive alla giornata. Coi suoi 22 anni e un lavoro che gli permette di mantenersi, non ha grossi problemi col prossimo. Smaliziato e sicuro di sé appare superficiale e questo non lo rende uno di cui fidarsi facilmente.

Come il giorno e la notte i due ragazzi non potrebbero essere più diversi ma, c'è un filo che li unisce quello dell'attrazione che Sid sarebbe ben felice di alimentare ma Ben non pare interessato. Mille problemi sembrano frapporsi tra i due ma non ci sono ostacoli insormontabili se si è disposti a mettersi in gioco e fidarsi del prossimo.

"Mentre lo guardava raggiungerlo Ben gli sorrise, con il viso che si illuminava, e lui sentì lo stomaco che faceva un sussulto per l'eccitazione. Gli pareva di avere quattordici anni e di essere al suo primo appuntamento. Che cosa c'era in Ben che lo riduceva così?"

Considerazioni

Questo libro richiede un po' di apertura mentale e la voglia di capire che "diverso" e "normale" sono solo aggettivi che mettono al sicuro chi li pronuncia ma non vogliono dire nulla, anzi a volte feriscono chi viene etichettato.

La storia di Ben è dura per certi versi, chiede attenzione e suscita sentimenti forti che entrano in contrasto. L'autore ha usato delicatezza nel raccontare ma non ha celato nulla dei problemi che la transizione causa: quelli di rapportarsi con gli altri, quelli psicologici, la difficoltà di autoaccettarsi e tutte le difficoltà che girano intorno a questo passaggio che porta a prendersi il corpo che uno sente proprio al di là di quello in cui si è nati.

"Le cicatrici sul petto ormai erano sbiadite, linee pallide invece del rosso furibondo dell'inizio, ma erano ancora chiaramente visibili perché aveva pochissimi peli sul petto per coprirle. Ci passò sopra le dita. Non gli davano fastidio. Erano parte di quel che lui era, ferite di guerra per le battaglie della sua vita. Aveva combattuto duramente per essere se stesso, ed era fiero delle cicatrici che disegnavano sulla sua pelle la mappa di quel viaggio."

Ben è forte e fragile, insicuro ma determinato la sua forza giunge nei fatti, il suo essere uomo gli è costato della sofferenza e interiormente resta insicuro perché prima di farsi accettare deve accettarsi. Il personaggio è ben costruito e la parte interiore è quella predominante, è grazie a questa che si scopre tutto di lui. Il tutto è supportato da piccoli gesti e segnali che solo un osservatore attento può vedere. Sid con la sua aria da superficiale e vizioso in realtà coglie le piccole incertezze e ne incassa i no ma non si arrende, anzi comprende e accetta. Un ruolo chiave il suo che si rivela necessario nello svolgimento. Anche lui è complesso e risulta un punto fermo che aiuta anche il lettore a comprendere determinate fasi e situazioni.
La scrittura di Northcote è di facile comprensione e aiuta a immaginare le scene rendendo la lettura scorrevole. Ad aiutare è anche un glossario iniziale in cui vengono spiegati i termini per definire i vari stadi e le situazioni.
La narrazione in terza persona presenta momenti a pov alternati dove gli stessi protagonisti ci raccontano ciò che vivono.

"Il suo battito rallentò e il respiro si fece più regolare mentre Sid gli si rannicchiava accanto continuando ad accarezzargli il petto, tranquillizzante. Ma quando Sid sprofondò di nuovo nel sonno e la sua mano si fermò lui rimase sveglio per molto tempo, con tutte le ansie e le insicurezze che combattevano per un posto nella sua testa."

Le scene di sesso sono dettagliate ma non morbose o volgari, risultano sensuali e arrivano anche loro a spiegare alcune dinamiche che rientrano nel mondo trasgender.
Cosa che ho apprezzato molto è che la traduzione non ha forzato su alcune parole e le abbia lasciate alla versione inglese. Ho dovuto cercarne alcune e questo mi stimola quando leggo.

Il file in mio possesso era un ARC quindi per la parte tecnica mi limito a dire che non ho riscontrato grossi problemi ma sono certa verranno rimossi prima che sia online.

Faccio i complimenti a Northcote per aver raccontato la storia di Ben e Sid e per avermi aiutata a conoscere un mondo che mi era per lo più sconosciuto. 
Ne consiglio la lettura a chi pensa che l'amore non ha limiti e che le persone sono per prima cosa esseri umani e non si qualificano per il sesso in cui sono nati o per le persone con cui lo fanno.
Se amate le storie che fanno riflettere, aiutano a capire realtà che non si conoscono in prima persona e che danno quel tepore che dà un abbraccio che riesce a scaldare il corpo il cuore e la mente, Ricomincio da zero è il libro che dovete leggere.
 Buona lettura!
Monica S.


Commenti

Post popolari in questo blog

REVIEW PARTY - RECENSIONE - "In-Moral" di Naike Ror

REVIEW PARTY - RECENSIONE - "La sua tentazione" di Isabella Starling

RECENSIONE + GIVEAWAY - "La ragazza del faro" di Alessia Coppola