RECENSIONE - "Chiave di violino" di Marta Arvati

Titolo: Chiave di violino
Autrice: Marta Arvati
Editore: PubMe (Collana Floreale)
Genere: Contemporary Romance
Formato: ebook  / cartaceo
Prezzo:    2,99  / 14,99
Data pubblicazione:  21/08/2018
Serie: - Autoconclusivo
Spin-off “La lunga strada di Sara”

“Credeva di poter amare solo la musica, finché non ha incontrato lei…”

Enrico, giovane cantautore di successo, ferito dalla ragazza che amava e dal suo ormai ex amico Alessandro, decide di lasciare la sua città, Roma, e di trasferirsi a Bologna, spinto dal bisogno di cambiare aria.
Vecchi amici e nuove conoscenze gli permetteranno di dare una svolta alla sua vita e fondamentale sarà per lui l’incontro con Anita, una giovane e talentuosa musicista che nel trambusto della vita quotidiana ha purtroppo abbandonato la sua passione, perdendo in tal modo una parte importante di sé.

“Tu e la musica siete la stessa cosa. Se lasci da parte la musica, lasci da parte te stessa.”

Sulla scia di una naturale affinità, nascerà subito tra i due una bella amicizia, che via via, nel cuore di Enrico, si trasformerà in un sentimento ben diverso. Ma Anita è fidanzata, e ciò spinge Enrico a reprimere i propri sentimenti, o quantomeno a provarci…
A fare da sfondo alle vicende narrate sarà la musica, vista non solo come un armonioso insieme di note, bensì come passione, sogno, vita, amore, filo conduttore che lega le vite dei protagonisti portandoli a riscoprirsi a vicenda specchiandosi l’uno nell’altra.

“Tu sei la musica che ha infranto il silenzio del mio cuore.”
***
Questo romanzo nasce come spin - off di un altro romanzo: “La lunga strada di Sara”, ma può essere letto come un'opera a sé stante, perché alcuni antefatti vengono comunque narrati nel corso del racconto.

Buongiornoa tutti, cari lettori, 

oggi vi vorrei parlare del libro “Chiave di violino” scritto da Marta Arvati
L'autrice comunica che questo nuovo romanzo è uno spin-off del libro “La lunga strada di Sara” , ma che, per chi non l'avesse letto come me, non è indispensabile il recupero per procedere con questa nuova lettura. 

I due protagonisti sono Enrico e Anita, ma ci sono molti personaggi secondari a fare da sfondo a questa dolce storia.

La lettura inizia con il trasferimento di Enrico a Bologna, a seguito di una forte delusione d'amore. Il ragazzo ha bisogno di cambiare aria e iniziare un nuovo presente, tutto ciò lontano dalla sua città, Roma, e dai suoi amici. 
Enrico è un giovane cantautore e, una volta a Bologna, farà un'ottima proposta a dei suoi vecchi amici: il successo musicale è lì pronto per loro.

Ben presto Enrico conoscerà la giovane Anita, una ragazza pura e dolcissima, fidanzata da cinque anni con Damiano, e soprattutto un'ottima musicista, passione che ormai ha quasi totalmente abbandonato.

Tra Enrico e Anita nascerà un bellissimo rapporto di amicizia che via via si consoliderà sempre di più, ma che è destinato sicuramente a evolversi in qualcosa di ancora più importante, soprattutto per Enrico.

"Quando è arrivato a Bologna era arrabbiato e sfiduciato, l'unica sua certezza era la musica […]. Poi ecco che, di punto in bianco, arriva dal nulla una ragazza a fargli mettere in discussione ogni cosa, a ricordargli che questa vita in fondo è bella e vale la pena di essere vissuta, nonostante le delusioni e i dolori che lungo il cammino si possano presentare."

Il ragazzo, infatti, inizierà a provare un sentimento più profondo per la ragazza ed essendo lei ancora fidanzata è pronto a fare un passo indietro, lasciando Anita inconsapevole e delusa di questo suo inaspettato allontanamento.

Ma le cose per Anita cambieranno quando finalmente si renderà conto di non amare Damiano e di stare con lui solo per abitudine; è pronta a lasciarlo, ma le conseguenze lasceranno la ragazza ferita e umiliata. È qui che troverà in Enrico una forte spalla a sostenerla e a difenderla.

"Il destino, però, è sempre in agguato e talvolta basta veramente poco per scombinare le carte in tavola, una semplice folata di vento può mettere in crisi un equilibrio apparentemente immutabile, smascherando la fragilità che appartiene a ogni essere umano, a ogni cuore che batte sulla scia di emozioni vere e indomabili."

Ebbene sì, il destino si metterà in mezzo senza concedere una possibilità ai due ragazzi di mettere finalmente in evidenza i loro sentimenti e ammettere che il loro rapporto va ormai oltre l'amicizia.
Solo la rabbia, la delusione e l'amarezza di certi comportamenti farà aprire loro gli occhi, soprattutto ad Anita, visto che Enrico è sempre stato consapevole dei suoi sentimenti, ma che semplicemente non ha mai voluto confessare alla diretta interessata per paura di perdere il bel rapporto instaurato.
Sarà troppo tardi o finalmente riusciranno ad ammettere ciò che provano l'uno per l'altra? A voi la scoperta, cari lettori.

Il libro è carino, scritto in modo scorrevole e pulito, ma purtroppo non sono riuscita a entrare molto in sintonia con la storia e con i personaggi per via della narrazione in terza persona in stile quasi di telecronaca.
Tutti i personaggi incontrati durante il libro sono presentati da un'iniziale descrizione, a volte non necessaria, di contro non ho trovato la stessa cura verso parecchi eventi e diversi sbalzi temporali, che invece necessitavano di un maggiore approfondimento.
Ottimi invece i dialoghi, semplici ma naturali.
Peccato per il finale, che ho trovato troppo affrettato.

Consiglio questo libro ai lettori più romantici in cerca di una storia dolce. 

Buona lettura a tutti!



Commenti

Post popolari in questo blog

REVIEW PARTY - RECENSIONE - "In-Moral" di Naike Ror

REVIEW PARTY - RECENSIONE - "La sua tentazione" di Isabella Starling

RECENSIONE + GIVEAWAY - "La ragazza del faro" di Alessia Coppola