RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Scritto nelle stelle" di Simona Burgio

Titolo: Scritto nelle stelle 
Autore: Simona Burgio
Editore: Self publishing
Genere: Contemporary romance
Formato: ebook (Il cartaceo non è ancora pronto)
Prezzo: 1,99
Data pubblicazione: 22 settembre 2018
Pagine: 206

 A quattordici anni Rain espresse il desiderio di incontrare l’uomo della sua vita. Colui che le avrebbe fatto conoscere l’amore e le avrebbe dato una famiglia.  Jackson Walker è tutto quello che aveva sognato, fino a quando non diventa freddo, aggressivo e incapace di provare sentimenti. Il matrimonio perfetto diventa una prigione. Rain finge, combatte, sopravvive per il bene di Lesley, il loro bambino. È terrorizzata, si sente braccata. All’improvviso, però, trova conforto e speranza tra le braccia di un altro uomo. Uno che non potrà mai essere suo. Il tradimento può nascere dalla mente, ma quando nasce dal cuore diventa difficile, se non impossibile, ignorarlo. Tra cuore e ragione c’è un confine da non oltrepassare: quello della moralità. Ci sono segreti che devono rimanere sepolti nel cuore, perché confessarli porterebbe conseguenze dolorose. Una storia d’amore e odio. Di tormento e passione. Di paura e tradimento. 

Simona Burgio ha 36 anni e vive a Taranto. Ha pubblicato Tempismo perfetto (2016) e Tempismo sbagliato (2017), sequel e spin-off del primo; It’s only love (2016) e Quando meno te lo aspetti (2017). Le sue storie sono vere e proprie commedie romance. Ironiche, frizzanti e veloci. Condivide su Facebook la sua passione per i libri nei gruppi di lettura Passione Cultura e Il Sapore della Lettura di cui è amministratrice. Moglie e madre di due splendide bambine, definisce la sua famiglia: il mio mondo delle meraviglie. È convinta che vivere con un sorriso, sia il modo migliore per affrontare i piccoli e grandi problemi della vita.

Ho avuto il piacere di leggere in anteprima "Scritto nelle stelle" di Simona Burgio, per me è il primo libro suo che leggo ed ero estremamente curiosa.

Rain ha realizzato il suo sogno: avere una famiglia e farne parte in tutto e per tutto. La sua vita non è stata facile e l'ha resa desiderosa di quell'affetto che solo l'amore può dare. Tutto sembra realizzarsi quando sul suo cammino si affaccia: Jackson Walker. 
Il ragazzo più bello e desiderabile della scuola la vuole per sé e finiscono con lo sposarsi. Una famiglia, un marito e un bambino sembra che Rain abbia realizzato il suo sogno ma così non è. La realtà è ben diversa e a 29 anni si trova a voler fuggire da quella vita che non è più ciò che ha costruito. Il suo cavaliere è diventato un mostro e tra le mura domestiche dà il peggio di sé.
L'unica gioia del matrimonio è Lesley, un bambino dolce e sensibile che osserva ciò che accade ma, data la giovane età, è inerme difronte alla brutalità.

"L'aveva fatta innamorare. L'aveva tradita, umiliata e picchiata. Non era delusa, era consapevole di aver fallito. Quella era la cosa che la faceva arrabbiare di più: il fallimento."

La famiglia di Jackson, dal canto suo chiude un occhio su tutti i segnali e sperano che sia una fase passeggera. Adorano Rain e Lesley ma tendono a scusare il loro di figlio, giustificandolo oltre il lecito.

In uno stato d'animo oppresso e senza via d'uscita Rain si troverà ad affidarsi ai ricordi, a quella spensieratezza e al senso di sicurezza che provava per un uomo del suo passato. Giorno dopo giorno, i ricordi dei sorrisi fanno spuntare un sorriso tra le sue labbra, il bisogno di un abbraccio confortevole viene appagato da due braccia pronte a sostenerla.

"Le lacrime scendevano sul viso di Rain, mentre lui si sforzava di non fare uscire le sue.
Era incapace di fermarsi, di smettere di volerla tanto intensamente. Il dolore che avvertiva nel petto era devastante. Quella sarebbe stata la notte delle confessioni e, forse, delle assoluzioni."

Una donna sola e senza legami potrebbe lasciarsi andare ai sentimenti che riaffiorano ma Rain non lo è. Tra desiderio e ragione si scatenerà una lotta impari dove ogni scelta sembra sbagliata o destinata a far soffrire.
Ma il destino sembra voler giocare con queste vite.

Considerazioni

I personaggi sono complessi e ben sviluppati, le descrizioni fisiche dettagliate permettono di visualizzarli ma la parte che mi ha colpita è quella caratteriale e psicologica. È qui, secondo me, che l'autrice dà il meglio di sé. Riesce a spaziare tra i vari stati emotivi senza creare confusione ma, anzi, riuscendo a far comprendere sia l'oppressione della vittima che la rabbia del suo aggressore, per poi passare a quel senso di protezione che dà la forza di un abbraccio.
In una carambola di emozioni, ecco come mi sono trovata ma avendo ben distinti i vari ruoli.

Altro punto di forza è la narrazione in terza persona e la scelta di usare più pov, questo permette di avere un quadro completo della vita di tutti i personaggi e degli eventi.
Una nota di merito alla revisione, è stato fatto un ottimo lavoro, ci sono giusto un paio di sviste trascurabili.

Simona Burgio è stata una vera scoperta, la sua scrittura è diretta, curata e accattivante, questo rende la lettura piacevole e veloce perché riesce ad attrarre subito l'attenzione e a far visualizzare le scene. Un'immersione totale e quando capita è una cosa che adoro.

La storia non è originalissima ma la differenza l'ha fatta la mano dell'autrice che l'ha resa vivida e le ha dato un'anima.
Un finale al cardiopalma che mi ha soddisfatta.

Consiglio questa lettura a chi ha voglia di una storia che rompe gli schemi e fa desiderare che l'impossibile sia possibile.

Buona lettura!
Monica S.


Nessun commento:

Posta un commento