RECENSIONE "Alla fine dell'orizzonte" di Stella Bright

Titolo: Alla fine dell’orizzonte
Autrice: Stella Bright
Editore: Triskell Edizioni
Genere: Contemporary Romance
Formato: ebook
Prezzo:      2,48   €/
Data pubblicazione: 8 febbraio 2015
Protagonisti: Francesca e Senna
Pagine: 83



Una vacanza in Scozia, due giovani donne in cerca di avventura in un luogo che è il sogno di una vita. Destino, predestinazione, fortuna? Chissà. Fatto sta che faranno un incontro inaspettato. Due storie d’amore diverse, come diverse sono le personalità dei protagonisti, ma con lo stesso epilogo sullo sfondo dei suggestivi paesaggi di Scozia dove passato e presente sembrano confondersi.


Stella fin da bambina, quindi tanto tempo fa, ha sempre riservato ai libri un posto speciale; merito del suo papà che le ha trasmesso questo amore. Scrivere quindi era un sogno nel cassetto che a lungo ha tenuto nascosto, ma che ultimamente ha osato realizzare e per fortuna l’ha fatto cosicché il papà ha potuto vedere almeno l’inizio della sua avventura, prima di andarsene. Siccome è sempre stata un maschiaccio, adora il rugby che consiglia vivamente a chiunque soprattutto alle donne; se non altro potranno godersi la vista di autentici Bronzi di Riace semoventi su un campo d’erba! Ma c’è una vena romantica in lei: Stella è scozzese nel cuore e nell’anima. La Scozia, inspiegabilmente, è parte di lei… ma questa è un’altra storia.


Buongiorno lettori, oggi vi parlo del romanzo breve di Stella Bright dal titolo "Alla fine dell’orizzonte", pubblicato da Triskell Edizioni. Le protagoniste di questa storia sono Francesca e Senna, due ragazze diverse fra loro ma molto amiche che condividono un sogno: visitare la Scozia.

“La Scozia era il concentrato di tutto ciò che amavano, e da tempo accarezzavano l’idea di visitarla. Negli ultimi tempi, per Francesca era quasi diventata un’ossessione e ora era più che mai determinata a concretizzare le loro fantasie.”

Francesca è una bella ragazza, alta e formosa, con la pelle chiara e lunghi capelli neri, e ha un carattere esuberante e determinato, mentre Senna è molto più chiusa dell’amica e a volte sembra un “maschiaccio” con i suoi capelli corti rosso fuoco e la battuta sempre pronta, ma nasconde la sua vena passionale che concede solo a poche persone.
Quando finalmente riescono a realizzare il loro sogno, non rimangono affascinate solo dai luoghi magici e suggestivi della Scozia ma anche da  Ian e Roran, i proprietari di un bed & breakfast. Le due storie d’amore che nasceranno saranno diverse una dall’altra, come sono differenti le protagoniste, ma entrambe romantiche e a volte divertenti.
Il romanzo è breve e si legge in poco tempo e tecnicamente direi che non manca nulla, l’autrice ha costruito la trama in modo equilibrato: ha iniziato presentandoci i personaggi e l’ambientazione in cui si muovono le protagoniste, ha proseguito con l’incontro con i protagonisti maschili e l’inizio delle rispettive storie d’amore per poi finire con l’evolversi delle storie e il lieto fine, tenendo sempre viva la curiosità del lettore dove non mancano scene sensuali e piccanti, e curiose tradizioni.

 “Detto ciò, riempì di latte una piccola ciotola di legno, quindi prendendola per mano la condusse sul retro della casa dove depose la ciotola con il suo contenuto oltre la soglia. «Latte per le fate. Laggiù invece c’è un sorbo per proteggersi dalle streghe,» spiegò con il viso rivolto verso le tenebre del bosco. La luce proveniente dall’interno della casa lo illuminava da dietro e i suoi capelli erano dello stesso colore dei raggi di luna. «Ci credi veramente?» «È una tradizione e mi piace rispettarla. Al mattino il latte non c’è più, molto probabilmente lo bevono i ricci. Comunque sia, crederci non fa male a nessuno.» Fate e streghe popolano fiabe e leggende, ma lì, in quel momento, era portata a credere che probabilmente esistevano davvero.”

Ho apprezzato molto la descrizione dell’ambientazione e lo stile dell’autrice, molto coinvolgente ed emozionante e alcuni dialoghi sono davvero spassosi, come i battibecchi tra Francesca e Roran. La scrittrice ha scelto di scrivere in terza persona e di usare i punti di vista di tutti i personaggi, in questo modo ci permette di conoscere i loro pensieri e di vivere le loro emozioni.
Anche se la storia di questo romanzo è sicuramente adatta per essere sviluppata in un romanzo più corposo, ho apprezzato molto la scrittura di Stella Bright perché è riuscita a scrivere in pochi capitoli una storia credibile, coinvolgente e leggera. Consiglio questa lettura a chi ha voglia di spensieratezza e a chi ama le storie romantiche, con un pizzico di magia, e il lieto fine.
Buona lettura.


Nessun commento:

Posta un commento