RECENSIONE "Per una sola volta" di Jodi Ellen Malpas

Titolo: Per una sola volta
Autore: Jodi Ellen Malpas
Editore: Newton compton
Formato: epub / cartaceo
Prezzo: € 0,99 /  € 5,90
Serie: One Night Trilogy


Una sola notte non sarà mai abbastanza
Livy si accorge di lui non appena fa il suo ingresso nel bar. La sua bellezza la stordisce e quegli occhi, di un azzurro intenso, la distraggono a tal punto che non riesce a prendere la sua ordinazione. Quando se ne va, è convinta che non lo rivedrà mai più. Ma si sbaglia. Su un tovagliolo c’è un messaggio per lei. Tutto quello che lui le chiede è una notte: per venerarla. Senza sentimenti, senza impegno, pensando solo al piacere. Tutte le difese di Livy sono azzerate: quell’uomo la confonde. È insopportabile ma molto educato, ha modi da gentiluomo ma è distaccato, si rivela appassionato ma al tempo stesso algido. Eppure il fascino che esercita è innegabile e talmente profondo da suscitare in lei un tipo di desiderio che non conosce. Livy si accorge pian piano che dietro il mondo patinato di quell’uomo, fatto di auto di lusso, abiti firmati e un appartamento elegante, si nasconde un segreto…




Buongiorno a tutti, oggi vi parlo di Per una sola volta, il primo libro della trilogia One Night, di Jodi Ellen Malpas. Livy è una bella ragazza di 24 anni, orfana, vive con la nonna e lavora come cameriera in una caffetteria. Il passato di Livy non è semplice, e l’ha portata a essere una ragazza sola, quasi reclusa. Non accetta appuntamenti e la sua vita si riduce a essere divisa tra il lavoro e l’accudire la nonna, che in realtà è molto arzilla e vorrebbe vedere la nipote divertirsi ed essere felice. Quando Miller entra per caso nella vita di Livy, sconvolge tutte le sue certezze e il suo autocontrollo. 

“Quel che mi crea problemi è che all’improvviso sono incapace di proseguire con la mia strategia responsabile, probabilmente proprio nel momento in cui sarebbe più importante farlo” 

Già perché Miller le offre 24 ore di sesso, per venerarla, ma niente di più. Si definisce “emotivamente non disponibile”. 
Livy sa che ne potrebbe venire fuori distrutta e rifiuta. 

“Ventiquattro ore. Solo un rapporto fisico. Niente emozioni. Una notte e basta.” “Voglio essere venerata da lui, ma non abbastanza da condannarmi alla devastazione certa, perché è esattamente così che andrebbe a finire. Sento già di essere profondamente coinvolta, e ancora non mi ha nemmeno baciata.” 

Il destino però sembra non pensarla nel suo stesso modo, ogni luogo in cui lei va sembra incontrarlo e alla fine Livy cederà all’attrazione di quell’uomo così affascinante e misterioso.
Le ventiquattro ore vengono divise in più giorni, a causa degli impegni improvvisi di Miller, e mentre Livy inizia ad aprirsi a lui, a parlargli del suo passato, di Miller si sa pochissimo.
Un momento sembra coinvolto e rilassato e un momento dopo è freddo e scostante.
“Un uomo imperscrutabile, bellissimo che porta scritto in fronte ti spezzerò il cuore” 
Già chi è davvero Miller Hart? Oltre a essere ricco, affascinante, maniaco del pulito e dell’ordine, di lui si sa veramente molto poco.
La risposta che svelerà il mistero arriverà solo nel finale del libro, lasciando il lettore in sospeso…
Non resta che leggere il seguito per sapere cosa succederà tra Livy e Miller.

Considerazioni 

È il primo libro che leggo di quest’autrice e ho trovato uno stile molto scorrevole e fluido. La storia intriga e appassiona, ma ho fatto fatica a entrare in connessione con il personaggio di Miller, del quale probabilmente si capirà molto di più nel sequel. Un libro consigliato agli amanti di questo genere.
Buona Lettura!!



Nessun commento:

Posta un commento