REVIEW PARTY - RECENSIONE - "Tutto il tempo del mondo" di Sara Purpura


Titolo: Tutto il tempo del mondo
Autrice: Sara Purpura
Editore: Mondadori
Genere: Young Adult
Formato: ebook/cartaceo
Prezzo:  8,99 € / 14,45  €
Data pubblicazione: 8 maggio 2018
Protagonisti: Anais e Desmond
Pagine: 280

ORDER 
Amazon
Kobo
Ibs
Mondadori Store



Anais Kerper è la ragazza che tutte vorrebbero essere. Bella, intelligente, di famiglia benestante. Ha al suo fianco il ragazzo ideale e davanti a sé un futuro radioso. Eppure, dietro questa patina di perfezione, lei sta andando in pezzi, incapace di ribellarsi a una vita che non le corrisponde affatto. Una vita di cui ha il pieno controllo solo quando, chiusa fra le quattro mura del suo bagno, cerca il dolore per sfuggire alla realtà. Desmond Ward è un ragazzo difficile. Orfano da quando aveva sette anni, ha alle spalle un passato di continui abbandoni e un'anima rattoppata. Nera. Sporca. Marcia. Ma il destino sembra finalmente tornare a sorridergli il giorno in cui una facoltosa famiglia decide di prenderlo in affido, regalandogli così la possibilità di una vita diversa, e forse perfino il sogno di diventare un giocatore professionista di football. Una volta giunto nella loro villa, però, conosce Anais, la sua futura sorellastra, stupenda e fragile. E, subito, quello che è stato il loro mondo fino a quel momento si sgretola. L'uno coglie negli occhi dell'altra il suo stesso tormento e l'attrazione si fa largo dirompente. Incontrollabile. E proibita. Ciononostante Des e Ana non possono smettere di cercarsi, desiderarsi, e amarsi, perché solo l'uno tra le braccia dell'altra, per la prima volta, capiscono cosa significhi vibrare e sentirsi vivi. Ma il mondo "fuori" non si lascia mettere in un angolo, al contrario si fa avanti minaccioso e li costringe a chiedersi fino a dove sono disposti a spingersi per difendere il loro amore. Quella di Anais e Des è una scelta difficile. Un sì o un no che richiederebbero un istante per essere pronunciati. Ma "la vita è fatta di istanti. E di respiri impigliati in gola, e del cuore in fondo allo stomaco che li precede. E poi c'è il 'mentre': quell'attimo in cui decidi se essere felice o soffrire".
Tutto il tempo del mondo è il racconto appassionato e coinvolgente di un amore totale e impulsivo, spesso insensato e incosciente, che punta dritto al cuore del lettore per non abbandonarlo più.


Sara Purpura nasce a Palermo nel 1981. Malgrado si definisca “cittadina del mondo”, non riuscirebbe a vivere altrove. Coltiva da sempre la passione per la scrittura, ma il destino vuole che compia una scelta che la porta a riporre le idee nel cassetto per un po'. In questo frattempo non smette di scrivere, perché è il modo in cui si sente libera. Decide di farsi conoscere tramite i social network e, infine, trova la sua strada pubblicando per la “Genesis Publishing.” I suoi romanzi: Profumo di zagara e Oltre il buio, hanno ottenuto un discreto successo grazie al passaparola dei lettori. Ha poi pubblicato Il dono della felicità, La mia luce sei tu, Come il sole di notte e Le ombre del cuore. Sposata e madre di due figli che adora, Sara ama leggere qualsiasi cosa e per questo, si definisce una lettrice onnivora. “Chi legge vive storie, che non potrebbe vivere in una vita sola” è il suo motto. Scrive storie che le piacerebbe leggere e si emoziona mentre lo fa, sperando di riversare nei suoi racconti, parte della trepidazione che prova scrivendoli. Ama i romance, i grandi romanzi d'autore, i classici e gli storici. Scrive, legge e ama. La sua vita si ciba di questo.

Buongiorno lettori, oggi ho il piacere di parlarvi del libro Tutto il tempo del mondo di Sara Purpura. Il romanzo è il primo di una trilogia self publishing (A time for love) che verrà pubblicato da Mondadori l’8 maggio.
La storia è ambientata a San Diego, in California e i protagonisti sono Anais e Desmond, due ragazzi diciasettenni che provengono da due mondi completamente diversi. Lei è bella e ricca, e vive in una famiglia apparentemente perfetta, lui è un ragazzo orfano, bello e introverso, che il padre di Anais decide di prendere in affido.
Quando i loro mondi s’incontrano, si rendono conto di essere in qualche modo entrambi “danneggiati” e questo inevitabilmente li unisce. Basta poco a Desmond per capire che Anais, in realtà, non conduce la vita che vorrebbe e la sua famiglia è tutt’altro che perfetta. I genitori influenzano da sempre le sue scelte, sono ipercritici e il loro amore non è incondizionato (come dovrebbe essere) ma dipende dagli obiettivi che raggiunge Anais. Il loro atteggiamento le provoca insicurezza e ha una visione negativa del proprio corpo e di se stessa.

"Dopo la nostra strana chiacchierata ho avuto la sensazione di avere a che fare con un’anima rattoppata come la mia. Nel corpo lo è: martoriata e lasciata a guarire da sola, e questo significa
che nell’anima è perfino più ferita di quanto il suo fisico mostri. Tutti quei segni sulle sue braccia sono una richiesta d’aiuto e mi sono domandato – per un secondo, solo per un secondo – in che modo possa essere aiutata."

Anais, invece, capisce subito che Desmond, nonostante la sua aggressività, è un ragazzo profondo che riesce a guardare oltre le apparenze, consapevole che i suoi genitori hanno dei pregiudizi su di lui e cerca in ogni modo di mantenere il controllo su stesso, anche se spesso non ci riesce.

"Conosco Desmond da poche ore, ma mi ha già mostrato quanto è introverso, eppure amo ascoltarlo e scoprire quanto di me riesce a comprendere. Mi piace restarne spiazzata e mi piace arrabbiarmi di fronte alla sua arroganza, perché in quei momenti la vera Anais bussa alla mia porta e vorrei lasciarla entrare."

Tutto il tempo del mondo è una storia d’amore adolescenziale e, se pur tormentata, è vissuta in modo passionale e totalizzante. Lo stile di Sara Purpura è talmente coinvolgente ed emozionante che non si riesce a non affezionarsi a loro e alla loro storia d’amore. Ci fa conoscere i punti di vista dei due protagonisti, permettendoci di entrare nel loro mondo interiore, scoprendo pensieri, emozioni e dolori di entrambi i personaggi.
Ha affrontato il problema della bulimia e dell’autolesionismo in modo delicato ma non superficiale. Ho amato molto Anais, ho provato tenerezza per la sua fragilità e il suo modo sbagliato di fuggire dal dolore.
Entrambi hanno dei sogni che vogliono realizzare, ma Anais ha meno coraggio di Desmond e il suo amore diventa la spinta per affrontare la paura di cambiare e di realizzarsi. Grazie a lui diventa consapevole dei suoi problemi e inizia a muovere i primi passi per uscire dal guscio in cui si è rifugiata. 
Invece Desmond ha un progetto, accetta di entrare a far parte della famiglia di Anais perché vorrebbe diventare un giocatore di football, vincere una borsa di studio e occuparsi del suo amico Braden che lui considera come un fratello minore. Ma Anais scombina i suoi piani e lo mette di fronte a un sentimento nuovo, che non aveva mai provato per nessuna ragazza. Desmond sicuramente è il più impulsivo dei due ma, come tutti gli adolescenti, sono entrambi ingenui e commettono errori che sconvolgeranno ulteriormente le loro vite imperfette.

"Des è una di quelle anime abituate a scappare, ma pronte a fermarsi se ne vale la pena. Io una di quelle sempre a un passo dal fuggire."

Non amo i romanzi ambientati in America, scritti da autrici italiane e preferisco le ambientazioni italiane, ma la storia di Anais e Desmond mi ha talmente emozionato che l’ambientazione è passata in secondo piano. Se i personaggi avevano nomi italiani, e vivevano in una delle nostre città, non l’avrei notato perché i protagonisti di questo romanzo sono i sentimenti, i conflitti interiori, l’amore e il mondo giovanile in un’età difficile come l’adolescenza.
Sicuramente la lettura di questa storia è adatta ai ragazzi giovani, ma anche a persone adulte come me che non hanno problemi a mostrare quella parte che rimane dentro di noi e mantiene le caratteristiche della fanciullezza.
È una storia che fa riflettere su quanto sia importante esternare i propri problemi e mostrare i propri pensieri, senza averne paura, e questo vale a qualsiasi età.

Consiglio questo romanzo a chi ama le storie struggenti e nello stesso tempo dolci, senza essere stucchevoli, dove l’amore va contro tutto e tutti, diventando incontrollabile come il mare in tempesta, facendo emergere il desiderio di ognuno di noi: amare ed essere amati.
Spero che l’amore fra Ana e Des riesca a sopravvivere alle avversità. Essendo il primo volume di una serie, bisogna leggere gli altri romanzi per scoprire cosa accadrà fra loro ma sono fiduciosa che troveranno il modo giusto per amarsi come meritano.

Buona lettura!

1 commento: