REVIEW PARTY - RECENSIONE - "Il Veterano" di Katy Regnery



Titolo: Il veterano
Autore: Katy Regnery
Editore: Quixote Edizioni
Traduttore: Cristina Fontana
Genere: Contemporary Romance
Pagine: 380
Prezzo: € 4,99 (E-book)
Uscita: 21 Maggio 2018
Serie: A Modern Fairytale #1



Da Katy Regnery, New York Times e USA Today bestselling Author, una rivisitazione in chiave moderna de “La Bella e la Bestia”.

**Vincitore nel 2015 del Kindle Book Awards – sezione Romance**
**Finalista ai RITA Awards del 2015** 

Savannah Carmichael, tradita da una fonte inaffidabile, che ha irrimediabilmente distrutto la sua carriera di giornalista, torna a Danvers, Virginia, la sua città natale.
L’opportunità di rimettere insieme i pezzi della sua carriera si presenta quando deve scrivere un pezzo di interesse patriottico e umanistico sull'eremita della cittadina, Asher Lee, un veterano ferito che è tornato a Danvers otto anni prima, e che nessuno ha più visto da allora.

Dopo l’esplosione di una bomba su strada in Afganistan, che gli ha portato via una mano e sfigurato metà viso, Asher si ritira a vivere in tranquillità nella periferia di Danvers, dove i suoi concittadini hanno sempre rispettato la sua privacy... fino a quando Savannah Carmichael si presenta da lui con un piatto di brownie fatti in casa.

Emarginati nella piccola Danvers, Savannah e Asher creano subito un legame, toccando il cuore l’uno dell’altra in modi che nessuno dei due pensava possibile. Quando un terribile errore minaccia di separarli, dovranno decidere se l’amore che hanno trovato sia forte abbastanza da lottare per il loro lieto fine, conquistato a fatica.


Katy Regnery, autrice bestseller secondo il New York Times e USA Today, ha iniziato la sua carriera di scrittrice iscrivendosi a un corso per racconti brevi nel gennaio del 2012. Un anno più tardi, firma il suo primo contratto e il primo romanzo di Katy viene pubblicato nel settembre del 2013.
Venticinque libri più tardi, Katy è autrice multi-titolata dal New York Times e USA Today, della Blueberry Lane Series, che segue la storia delle famiglie di Philadelphia gli English, Winslow, Rousseau, Story e Ambler; dei sei libri della serie A Modern Fairytale e di molti altri romanzi e novelle autoconclusive.
Il primo romanzo di Katy della serie A Modern Fairytale, Il Veterano, è stato nominato per il premio RITA® nel 2015 e vince il 2015 Kindle Book Award nella categoria romance.
Katy vive nel relativamente selvaggio nord di Fairfield County, nel Connecticut, dove la stanza in cui scrive si affaccia sui boschi e dove suo marito, i suoi due figli, i due cani e un gattino Tonkinese Blu creano quella gioiosa confusione che basta a ricordarle che le più belle storie d’amore iniziano in famiglia.



Buongiorno,
Oggi partecipiamo al Review Party per “Il Veterano” di Katy Regnery, edito dalla Quixote edizioni; Primo volume della Serie A Modern Fairytale.

Non avendo mai letto Katy è stata una piacevole scoperta leggere questo libro e scoprire i due personaggi: Asher Jackson Lee e Savannah Carmichael.

Savannah è una giovane bella donna di 26 anni, è sempre stata ambiziosa e questo l’ha portata a lasciare la sua piccola cittadina per cercare di realizzare il suo sogno di diventare una giornalista. Un incidente di percorso, dovuto anche alla sua ingenuità, la porta a tornare a casa a leccarsi le ferite e a cercare di ottenere dalla vita ciò che desidera e soprattutto di riabilitarsi agli occhi del mondo per un errore di giudizio che le è costata la carriera. È per questo che la sua strada si incrocia con quella di Asher, un veterano che vive da quasi un decennio come un eremita, confinato nella sua villa sulla collina di Danvers. Lui che alle superiori era un campione di football, bello, ricco e capace di ammaliare tutti, oggi deve fare i conti con le ferite riportate in guerra e con l’incapacità della gente di andare oltre l’aspetto fisico.

"Desiderava poter avere una possibilità con una ragazza come Savannah Carmichael. Desiderava avere attorno a sé amici e una famiglia, ma non aveva nemmeno quello. Con ogni fibra del suo essere spezzato, voleva essere di nuovo intero, ma non lo era. E non lo sarebbe mai stato. Mai più."

Due persone ferite: una nel corpo e una nell’orgoglio, due anime bisognose di affetto (anche se non ne sono consapevoli), due persone con un bisogno estremo di proteggersi dietro uno scudo per difendersi dalla sofferenza.
Savannah e Asher all’apparenza non potrebbero essere più diversi ma nel loro intimo sono invece molto simili.

"Il problema di sopravvivere a qualcosa di davvero tragico è che cambia le tue aspettative per sempre. Ti accontenti di molto poco. Sei grato per le briciole. Trai il meglio dalle piccole benedizioni. Sopporti grandi prove. Comprendi che la vita non ti deve nulla. Non ti aspetti niente e, quando succede qualcosa di meraviglioso, non ti fidi. Sai che non può durare."

Una storia di sofferenza, dove le cause sono i pregiudizi altrui e gli errori propri.
Una storia di rivalsa, dove l’impegno, la voglia di migliorarsi e mettersi in gioco fanno la differenza.
Una storia di amore quello puro che non si ferma all’apparenza. Ma può questo amore sopravvivere a un “tradimento”? Per saperlo dovrete leggere il libro.

Considerazioni

Devo fare un mea culpa, non avendo mai letto Katy Regnery, quando sono stata contattata per il review party ho accettato d’istinto, un salto nel vuoto con o senza paracadute? Seguitemi e lo scoprirete.
Inizio col dirvi che è una storia complessa dove ironia, tristezza, leggerezza ma anche affetto e amore si fondono e alternano alla sofferenza per gli eventi che si sono susseguiti e per le occasioni che sono andate perse. Una rivisitazione o meglio libera ispirazione a La Bella e la Bestia ma non lasciatevi fuorviare dai pregiudizi.

Katy ha scritto di un tema particolare: le ferite di guerra e ciò che comportano a un uomo che, dopo aver servito il proprio Stato, si trova a non avere una propria dimensione nel paese dove è cresciuto e a volte a non ricollocarsi neppure come essere umano.
Attraverso Asher e le sue ferite, si vive questa sofferenza con un senso di rassegnazione; lui si proibisce di sperare in un futuro perché è stato ferito più dal disprezzo dei concittadini che dalle bombe. Un uomo che si impone di sopravvivere senza vivere realmente. Una persona che rinuncia all’idea di meritare qualcosa che non sia il disprezzo.

L’autrice ha definito in modo egregio lo stato psico-emotivo in cui vive l’uomo, la lotta continua tra ciò che agogna ma si ostina a negarsi. Senza scendere in retoriche o esprimere giudizi, tramite Asher, ci porta a conoscere ciò che comporta essere un veterano.

Caratterizzata molto bene anche Savannah, una donna moderna e disincantata che vuole la propria indipendenza e per questa rischia di perdere di vista ciò che davvero desidera. La sua ingenuità finisce per esserne il tallone d’achille nel lavoro, mentre la sua semplicità è il suo punto di forza nel rapportarsi con Asher.

"Gli affondò il viso nella spalla, e Asher la tenne stretta mentre i loro cuori palpitavano e battevano forte l’uno contro l’altro. La forza dei sentimenti che Savannah aveva appena scoperto la facevano sentire invincibile, terrorizzata e insoddisfatta, desiderosa di volere molto di più da quell’uomo, che aveva vissuto la sua vita nell’ombra troppo a lungo."

Una storia di sentimenti ma anche di sesso, l’affetto che nasce e cresce è tangibile e arriva a scaldarmi il cuore, le scene di sesso sono descritte in modo dettagliato e sensuale. La cosa che mi è piaciuta è il non fossilizzarsi sugli aspetti fisici e quindi sulle menomazioni ma sull’incontro di due corpi, anime e cuori che si cercano, incontrano e posseggono.

"Lei allungò la mano sbottonandogli il polsino, sentendo il calore che proveniva dal suo polso, consapevole all’improvviso di quanto lui fosse uomo. Non solo un veterano ferito. Non solo un soldato sfigurato. Non solo un uomo che aveva scelto deliberatamente di nascondersi dal mondo. Ma un essere umano vivente, che respirava, caldo e disponibile, che al momento le stava infiammando il corpo per quella consapevolezza. Come sarebbe stare con lui?"

La narrazione è a Pov alternati, in terza persona, e grazie agli incipit che aprono i capitoli si ha la dimensione di ciò che succederà di lì a poco.

Mi avvio alla conclusione facendo i complimenti a Katy Regnery per aver scritto una storia capace di emozionare ma che mi ha dato modo di riflettere, leggendo mi è chiara la ricerca che ha fatto sul tema e su tutta la parte tecnica, cosa che ho apprezzato perché fa capire la serietà e l’impegno che ha impiegato nello scrivere questo libro.
Avendo letto un file ARC, non posso esprimere un giudizio sulla parte tecnica.
Faccio i complimenti alla Quixote perché anche questa volta ha portato in Italia un’autrice meritevole e un libro davvero bello.
È una lettura che consiglio agli amanti delle storie che sanno di favola ma non escludono un lungo cammino prima dell’epilogo. Consigliato a un pubblico adulto.

"Tenere a qualcuno significa prendersene cura al meglio. Sempre. Senza eccezioni."

Buona lettura!
Monica S.





Nessun commento:

Posta un commento