RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Scommettiamo che è Amore?" di Fabiola D'amico

Titolo: Scommettiamo che è amore?
Autore: Fabiola D'Amico
Genere: Contemporary Romance
In uscita il: 24/05/2018 
Formato: ebook e cartaceo
Prezzo: eBook  € 3,99 Cop. rigida  € 6,90 



Dall'autrice del bestseller Un giorno da favola
Alexandra Miller, Ale per gli amici, è la fondatrice della Cupido Agency di New York. Giovane donna elegante, raffinata, sorridente, ama prendersi cura di tutti. Crede nell’amore, quello con la A maiuscola, e la sua missione è far incontrare le anime gemelle. La sua vita sentimentale, però, è a un punto fermo, e non sarà facile rimetterla in moto. Nemmeno quando l’improvviso malore di nonna Eloise la costringe a partire per Parigi, dove dovrà fare i conti col suo doloroso passato e con un futuro che non si prospetta roseo. Ma si sa, non ci si può opporre al destino, soprattutto se si presenta sotto le spoglie di un muscoloso brontolone di quasi due metri, affascinante, disordinato, diffidente e solitario. Riuscirà a resistergli, la nostra Miss Cupido? E lo scorbutico Jean-Luc, sostenuto dalla sua eclettica famiglia e dagli amici più stretti di Ale, toglierà i lucchetti dal suo cuore blindato, una volta scoperto che, al di là delle apparenze, il lato migliore della vulcanica Ale è la sua tenera fragilità?

Benvenuti sul blog, oggi vi presento l'ultimo romanzo di Fabiola D'amico "Scommettiamo che è amore?".
Quest'ultimo capitolo è dedicato a Alexandra Miller e alla sua vita sentimentale.
Una giovane e brillante donna, che si prodiga per risolvere problemi sentimentali e per trovare l'amore a chi si rivolge alla sua "Cupido Agency"
Ale, è una donna in carriera, dedica poco tempo alla sua vita sentimentale, finge di essere troppo impegnata per trovare l'amore ma in realtà vuole stare alla larga dalle relazioni, la sua vita è troppo complicata per occuparsi anche di trovare l'amore!
Quando si ritrova a Parigi per problemi di salute di sua nonna, incontra Jean-Luc un burbero ragazzo, con cui si scontra; in lei si accende subito Miss Cupido, vuole trovargli l'amore…
Ma stavolta Miss Cupido si crea una trappola, complice Ethan...e iniziano i guai!!!

Chi ha già letto la serie Cupido conosce Ale, io la definirei nella sua eleganza molto eccentrica, e ho imparato in questo romanzo dedicato a lei ad apprezzarla.
Se dovessi descrive con i miei occhi questo personaggio, direi che è una donna dai mille volti, fragile, che ogni giorno indossa la sua maschera più bella e dona felicità ai meno fortunati, ma e lei? un po' di questa felicità non la merita?
Ale a Parigi incontra Jean-Luc, uomo di poche parole, infastidito da Ale e dal suo modo di fare.
Pare però che i due vogliano darsi una possibilità, Ale vuole trovare l'amore per Jean-Luc il quale tenta di sopportarla.
Cosa scatta in loro?
Cosa fa si che Ale tolga quella maschera perfetta che si è creata e mostri a Jean-Luc un lato che nessuno conosce?

"Tenero io? Guardati le spalle, sono capace di mordere e sono letale». Ale rise. Di nuovo. Non si divertiva da molto tempo in quel modo. «Sei come un cane imbronciato che abbaia ma non morde"

Sicuramente la semplicità di uomo e la sua genuinità, la spinge ad aprirsi, a mostrare il lato di sé che credeva fosse il peggiore.

"Ale era una donna fragile. Delicata. Il passato l’aveva portata a chiudersi in se stessa e lei si era costruita intorno una gabbia per proteggersi dalle delusioni. La sua principessa aveva solo bisogno del principe giusto per risvegliarsi dal suo sonno."

Il personaggio di Ale credo sia fino a ora quello più complicato e articolato che abbia letto dell'autrice.
Un personaggio dalle sfaccettature più disparate, una trama che sicuramente dà importanza alla storia d'amore ma che si concentra soprattutto sulla protagonista, trattando anche argomenti delicati, e mostrandoci come, caratteri diversi, diverse storie e realtà possano incastrarsi perfettamente tra loro!
Una storia molto intensa, due protagonisti con un passato, molto triste, cercano di compensare quel dolore, e riempire quel vuoto.
Una coppia perfetta, frizzante, dialoghi veramente esilaranti, contrastano la tristezza che cela Ale dentro di sè.

"E capì di amarlo. Amarlo di quell’amore che non conosce mezze misure, di quell’amore che accetta pregi e difetti. Di quell’amore che ti toglie il respiro e te lo ridà, di quell’amore che non ha ragioni, perché quando si ama, si fa e basta. E si sentì in pace con se stessa, perché in qualunque modo si sarebbe evoluta la loro storia lei aveva incontrato il suo amore grande, il suo grande amore."

Un romanzo ben scritto, semplice scorrevole, una trama dai colori tenui, leggera, non appesantita nonostante alcuni argomenti.
Posso affermare che anche stavolta l'autrice ha soddisfatto le mie aspettative; creatività, intrattenimento, lieto fine?
Scopritelo da voi!!
Buona Lettura!!!



Nessun commento:

Posta un commento