RECENSIONE "Mai più innamorata" di Cecile Bertod

Titolo: Mai più innamorata
Autore:  Cecile Bertod
Formato: Ebook / Cartaceo
Prezzo:      6.99/ 8.50
Genere: Contemporary Romance
Editore: Newton Compton Editori
Data pubblicazione: 15 Marzo 2018
Pagine: 320


Dall'autrice del bestseller Non mi piaci ma ti amo
Daphne è una famosissima autrice di romanzi erotici e per il suo ultimo libro ha appena firmato un contratto con un anticipo da capogiro. Però, dopo aver incassato l’assegno, la sua ispirazione si è come bloccata. Non risponde alle numerose email del suo editore e si barrica dentro casa, fino a quando non decide di ascoltare il consiglio del suo commercialista, che le propone di tornare nel paesino in cui è nata e trascorrere lì qualche giorno in totale relax. Sperando di trovare la giusta concentrazione, Daphne va quindi a Banff, ma le cose non migliorano affatto. Tutt’altro. A renderle la vita impossibile ci pensa Edward, un architetto che ha un conto in sospeso con lei, perché uno dei suoi libri gli ha causato non pochi problemi… Eppure, anche se è difficile da ammettere, Daphne si rende ben presto conto che riesce a scrivere solo quando vede Ed. E lei non intende in alcun modo rinunciare alla possibilità di terminare il suo romanzo…
Per trovare l'ispirazione, la migliore cura è seguire il cuore...
«Cecile Bertod ha uno stile impeccabile, una grammatica perfetta e un esilarante senso dell’umorismo.»
Anni Di Nuvole
«La Bertod non sbaglia un colpo!»
Greta Booklovers
«La Bertod riesce a ironizzare su tutto senza cadere nemmeno per un secondo nel banale.»
Sognando Tra Le Righe


È una restauratrice archeologica e vive a Napoli. Tra un restauro e l’altro, ama leggere. Ha iniziato a scrivere con un fantasy, poi ha proseguito con il rosa. Nutre una certa avversione per i nerd, le cene alla romana e la piastra per i capelli. La Newton Compton ha già pubblicato, con notevole successo, Non mi piaci ma ti amo, Nessuno tranne te, Ti amo ma non posso, Dopo di te nessuno mai, C’era una volta a New York e Mai più innamorata


Buongiorno Lettori, oggi sono qui a presentarvi il nuovo libro di Cecile Bertod. 
Esilarante, unico, autentico, ironico e Romantico, ebbene si l'ho detto! Ma non ditelo all'autrice! :-P

Daphne è una scrittrice di romanzi erotici e si trova in piena crisi con il cosiddetto "blocco dello scrittore" proprio a partire da quando ha incassato il suo assegno, consegnato in anticipo dal suo editore. Tutto sembra andare a rotoli: la sua vita famigliare, sociale, sentimentale e ora persino il suo lavoro. L'unica cosa che la teneva viva e, soprattutto, ciò che sapeva fare meglio! Dopo aver mandato quasi in fumo il matrimonio della sorella, la sua famiglia l'ha quasi ripudiata a causa della sua continua capacità di creare disastri. 
Nonostante la nostra protagonista sia un perfetto disastro, (non so come mai ma mi ricorda vagamente qualcuno e questo mi fa sorridere ancora di più) Daphne deve assolutamente staccare da tutto ciò e cercare di trovare di nuovo l'ispirazione, cosi, sotto consiglio del suo commercialista decide di prendersi una pausa e di passare un po' di tempo nel suo paese d'infanzia. Dove, logicamente, anche qui sorgono dei problemi, dovuti alla ristrutturazione della vecchia casa, che sono proprio sul "libro paga" della nostra cara protagonista.

Edward Ashford  è colui che ha in mano i lavori di ristrutturazione della casa di famiglia a Banff. La sua vita ultimamente ha subito una grossa frenata, prossimo al matrimonio, viene lasciato dalla sua fidanzata ufficiale a poche settimane dal grande evento. Senza una spiegazione, senza un motivo apparente, l'unica cosa che sa è che la sua fidanzata prima di lasciarlo le ha scagliato addosso un libro che ha letto poco prima.. Curiose eh?? 
Perciò ora oltre alla fissazione di riuscire a far ritornare la sua fidanza Candy, ciò che odia di più al mondo è Melody Soyer, colei che ha scritto quel dannato libro erotico.
L'odio che Ed prova viene presto sostituito dalla voglia di rivalsa e vendetta, costringe così Dafne a un patto per aiutarlo a riconquistare il suo amore. Ciò che accadrà tra imprevisti, episodi bizarri e l'irrealizzabile piano di trasformare Edward in un personaggio di Sylvia Day, ve lo lascio solo immaginare!!!

"A quel punto perdo totalmente la calma salto giù dalla sedia, strillando improperi.«Cazzo, Ed, non sono la Fata Madrina e non ce l'ho una zucca da trasformare in Ferrari.Come pretendi che ci riesca? Sei un disastro. Non sai vestirti, non sai comportarti, dici sempre la cosa sbagliata al momento  sbagliato, trangugi birra come un camionista e vivi in una topaia.Me lo spieghi come faccio a farti competere con uno che muove il bacino con la stessa elasticità di una gommosa alla liquirizia?»«Questa parte farò finta di non averla sentita»."

L'incontro ufficiale tra Ed e Dafne è decisamente spumeggiante, ironico, esilarante, come lo saranno il resto dei loro incontri. Le battute e gli scambi di opinione tra i due sono: comici, spassosi e irresistibili. La Bertod si conferma una delle autrici italiane Regine del Romance. I suoi libri sono irresistibili, trascinano dentro la trama in un vortice di ironia, battute al vetriolo e comiche, situazioni imbarazzanti che coinvolgono, facendo scaturire buon umore e ilarità nel lettore. Ma non è solo questo perché, oltre a catturare il lettore nelle trame insolite e mai scontate, incuriosisce chi legge col solo scopo di raggiungere al più presto il finale tanto atteso. La trama coinvolge al punto da far diventare il lettore partecipe della storia. Tifando per i protagonisti e immedesimandosi in essi. 

"La vita vera non è cosi diversa da un libro. L'unica differenza è che nei libri tutto si incastra sempre alla perfezione,mentre nella realtà i pezzi sono quelli giusti, solo che ognuno proviene dalla scatola sbagliata.Così passi gran parte del tempo cercando di mettere insieme l'angolo di un paesaggio con il bordo di una natura morta e non ti rendi conto che sarebbe tutto più logico se semplicemente la smettessi di ostinarti e ti rassegnassi all'idea che non funzionerà mai."

A inizio di ogni capitolo troviamo delle frasi note, tratte da libri e sceneggiature, ma è la risposta alla frase, aggiunta dall'autrice, che non si può ignorare. La verve della nostra autrice rispecchia tutta la sua personalità, estrosa e spigliata. Molto di tutto questo lo ritroviamo nella protagonista del romanzo che ho a dir poco adorato. L'editing come sempre è perfetto. Tutti i personaggi sono ben caratterizzati tanto da sembrare reali.

Trovo che quest'ultima uscita sia uno dei romanzi che rispecchia maggiormente Cecile Bertod, come tale entra immediatamente nella lista dei miei preferiti. Ve lo consiglio assolutamente! Questo libro lo dedico a chi cerca una storia divertente, romantica, incredibile e divertente. Non potete perdervelo! sono certa che lo amerete anche voi. ;)

Buona Lettura!




Commenti

Post popolari in questo blog

REVIEW PARTY - RECENSIONE - "In-Moral" di Naike Ror

REVIEW PARTY - RECENSIONE - "La sua tentazione" di Isabella Starling

RECENSIONE + GIVEAWAY - "La ragazza del faro" di Alessia Coppola