REVIEW PARTY - RECENSIONE - "La neve che accarezza le camelie" di Lisa Arsani



Titolo: La neve che accarezza le camelie
Autore: Lisa Arsani
Editore: Les Flâneurs Edizioni
Collana: Le Marais
Genere: Romanzo contemporaneo MM
Prezzo ebook: 2,99 €
Pagine: 167
Serie: autoconclusivo
Data di pubblicazione: 23 gennaio 2018

ORDER

Aimeric è un sensibile e talentuoso liceale. Bersaglio dei bulli, salta spesso la scuola e si rifugia in uno splendido orto botanico dove trascorre il tempo coltivando la sua grande passione: il disegno.
In quel cuore verde lavora come custode e giardiniere Aliseo, schietto e pragmatico laureato in fisioterapia, appassionato di sport estremi. 
Un ritratto rubato, un'insolita neve primaverile e un accento francese li faranno incontrare, segnando l'inizio di un amore che sboccerà spotaneo, metterà radici profonde e sfiorerà il cielo. L'amore può mozzarti il fiato come un tuffo da un precipizio. Sorprenderti come neve d'aprile. 
Essere delicato come un fiore e arduo come una scalata.
Dolce come una poesia e colorato come una risata. 
L'amore è il ritratto di Aliseo e Aimeric.


Sono nata a Bologna il 15/09/1977. Perito agrario e attempatissima laureanda in lingue all'Università di Bologna ;)
Dopo diversi anni passati all'estero dove ho insegnato italiano, ora sono tornata a vivere nella mia città natale con mio marito Luca, i nostri tre gatti e il cane.
Lavoro part time come educatrice per l'infanzia e, quando ne ho l'occasione, come tecnico vivaista.
Sono sincera e autoironica. Una persona semplice e allo stesso tempo piena di contraddizioni. Pignola e disordinata. Sognatrice e pragmatica. Pigra e sportiva, estroversa e amante della solitudine. Pantofolaia e giramondo. Sarei pronta a partire da un giorno all'altro, zaino e gatti in spalla, per l'Amazzonia e contemporaneamente non riuscire a dormire per l'ansia di un colloquio.
la lettura e la musica.
La scrittura per me è stata una scoperta, un dono di questa mia età più matura.
Melagrana e cocci di bottiglia è stato il mio primo romanzo.


Oggi, ospitiamo la quinta tappa del Review Party per l’uscita di “La neve che accarezza le camelie” di Lisa Arsani, edito dalla Les Flâneurs Edizioni.

Aliseo, Ali. 22 anni, italo francese di origine marocchina, facciamo la sua conoscenza con un episodio in cui è un ragazzino. Qui si intravvedono il suo temperamento e la sua voglia di libertà. Caparbio, ribelle e desideroso di andare contro le regole, pur mantenendo la genuina dolcezza che la sua giovane età gli dà. Crescendo non cambierà troppo: istintivo, spericolato, contrario alle regole e pronto a mettersi in discussione. Un uomo affascinante con una passione per gli sport adrenalinici, una persona che nonostante la laurea in fisioterapia e le possibilità economiche, dategli dalla famiglia facoltosa, si dedica a un lavoro manuale infatti fa il giardiniere in un orto botanico.  

Aimeric, Èm, ha 17 anni ed è un maturando.  Poco più di un adolescente ma segnato da un passato traumatico che ne ha esacerbato la timidezza e la sua insicurezza. Vive coi nonni che lo hanno cresciuto e lo amano sopra ogni cosa. Anche lui ci viene presentato con un episodio del passato, in cui è un bambino, spaurito e lasciato solo, spaventato da ciò che lo circonda e da eventi che non gli sono chiari. Questo suo carattere chiuso e sognatore, non lo aiuta a sottrarsi dalle prevaricazioni dei bulli che, a scuola, ne minano ancora di più l’autostima.

Pochi anni di differenza separano i due protagonisti ma, in questa età, quei pochi anni sembrano un abisso, soprattutto in fatto di esperienze. Questo è chiaro a entrambi ma la logica e la passione non vanno mai di pari passo.
L’incontro tra i due è casuale, e avviene proprio nell'orto botanico, dove uno lavora e l'altro si rifugia. Entrambi hanno i loro segreti e dei motivi per essere circospetti nei confronti degli esseri umani. Aliseo, dall’alto delle sue esperienze ha una disinibizione che lo porta a essere aperto verso il prossimo e diretto nei rapporti. Ottimista per natura, non ha grandi problemi ad approcciarsi al timido ragazzino che lo spia mentre lavora.
Aimeric al contrario vive con la testa tra le nuvole, soprattutto quando la sua passione, il disegno, lo porta a isolarsi durante le sue creazioni e usa questi momenti per vivere emozioni che lo catalizzano mentre crea le sue opere.
Tra i due c’è subito un legame che va oltre la semplice attrazione, un senso di protezione e sicurezza che ognuno di loro sente in modo alternato. Affidare i propri pensieri, i segreti e lasciarsi andare è qualcosa che avviene con naturalezza. La razionalità di Aliseo, si perde nel palpito del cuore delle emozioni che Aimeric gli provoca; Aimeric si trova a svestirsi di quella ritrosia che ormai lo ammanta, ma qualcosa che custodisce e non vuole rivelare, rischierà di rovinare un idillio che potrebbe rivelarsi la cosa più bella che i due possono anelare.

«Hai paura?». Affondo gli occhi nei suoi. «Di perdermi...». Le parole mi scivolano di bocca ancor prima di averle pensate. Èm mi prende la mano e se la porta al viso, strofinandolo contro il palmo. «Non succederà. Ti starò sempre vicino», mormora.

Considerazioni

Ho già avuto il piacere di leggere Lisa Arsani, e l’ho adorata per alcune sue caratteristiche. Lisa ha la capacità di giungermi al cuore e farmi visualizzare ciò che scrive, è una cosa strana che non mi accade spesso, e quando succede ne sono estasiata.

Mi spiego meglio: mentre leggo vedo nascere davanti ai miei occhi le scene che lei descrive, e le emozioni che provano i protagonisti mi giungono così forti da farmi battere il cuore.
La scrittura è semplice e diretta ma inframezzata di termini che non sono di uso comune e in alcuni casi non conosco, questo mi provoca uno stimolo continuo a scoprirne il significato. Non dovrei dirlo ma mi è capito di considerarli errori e poi scoprire che l’errore era mio e quindi ho appreso nuovi termini. (Cose che una persona non dovrebbe rivelare durante una recensione! Ahahah)
La storia non è facile e di certo non racconta solo cose piacevoli. Aliseo e Aimeric hanno un passato che li ha segnati e ne ha minato, ma anche forgiato, il carattere. Le difficoltà sociali vengono affrontate dagli stessi protagonisti che lo fanno con estremo realismo, è un romanzo ma tratta temi reali e in questo ci sono anche i problemi e le difficoltà.

La forza di Lisa è la delicatezza e al contempo la forza con cui descrive le sue storie.
I pov alternati e la prima persona, permettono di vivere al meglio gli avvenimenti che assumono una dimensione reale. La caratterizzazione dei personaggi è perfetta, questo ne fa intuire e comprendere le decisioni e le azioni.
Le descrizioni degli ambienti e delle emozioni sono la ciliegina sulla torta che aggiunge il senso di realtà a ciò che avviene.
Descrizioni che comprendono anche le scene intime, dove una risma di sensazioni giungono forti e rendono palpabili: la dolcezza, la scoperta, l’incertezza di alcuni gesti e la grandezza del desiderio che avvolge i due ragazzi.

Una storia complessa, con dei momenti duri e degli scontri che ben bilanciano quelli teneri che fanno sognare.

Amare è un po' come camminare mano nella mano sotto la pioggia. Si può scegliere insieme di non aprire l'ombrello e godersi il momento ma, anche se è uno solo a deciderlo, ci si bagnerà entrambi.

Un sali scendi di emozioni che accompagnano per l’intera lettura che, in realtà, avviene in poche ore visto il coinvolgimento che si crea.
A far da sottofondo alla lettura ci sono le canzoni che vengono citate, solitamente non le amo ma in questo caso sono ben associate e sono andata a ricercarle per aggiungere un ulteriore senso a quelli già coinvolti.
Una nota discordante? L’utilizzo di intere frasi in francese, in alcuni casi sono stati una doccia fredda nei momenti culminanti, perché non lo conosco ma le note a piè pagina permettono di rimediare alla mia lacuna. Per paradosso capivo di più i vezzeggiativi in arabo. Una cosa negativa dovevo trovarla!
Il mio giudizio finale è un 4, molto buono.
Per tutto questo faccio i mie complimenti a Lisa che si dimostra davvero brava e i complimenti vanno alla Les Flâneurs Editori per aver deciso di pubblicare questa storia realistica e commovente.

Come avrete capito ne sono entusiasma e vi consiglio di leggere questo libro, sia per le emozioni che trasmette, sia per le riflessioni che può portare a fare, i temi trattati sono diversi e il modo in cui l’autrice li affronta aiuta ad andare oltre le apparenze e a farne un punto di partenza per ragionare su alcune ingiustizie e convinzioni sociali.

Buona lettura!
Monica S.


Ecco le 11 tappe del review party:
1)  Martedì 23 gennaio - Devilishly Stylish
2)  Mercoledì 24 gennaio - Tre gatte tra i libri
3)  Giovedì 25 gennaio - Esmeralda viaggi e libri
4)  Venerdì 26 gennaio - M/M e Dintorni, l’altro lato del romance
5)  Lunedì 29 gennaio - Opinioni Librose
6)  Martedì 30 gennaio - Fleur du Mal
7)  Mercoledì 31 gennaio - Amiamo i nostri libri
8)  Giovedì 1 febbraio - Feel The Rainbow Love
9)  Venerdì 2 febbraio - Piume di carta
10) Lunedì 5 febbraio - Short but Sweet - un insolito angolo tranquillo - Male to Male.
11) Martedì 6 febbraio - L'inchiostro dei sogni

Commenti

  1. Grazie mille per la disponibilità e la meravigliosa recensione!!! Buona serata a tutti!!!

    RispondiElimina
  2. È stato un piacere leggerti, in bocca al lupo.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

REVIEW PARTY - RECENSIONE - "In-Moral" di Naike Ror

REVIEW PARTY - RECENSIONE - "La sua tentazione" di Isabella Starling

RECENSIONE + GIVEAWAY - "La ragazza del faro" di Alessia Coppola