PRESENTAZIONE - "La rosa degli Ashtah – La Prescelta" di Debora Paolini

Titolo: La Rosa degli Ashtah – La Prescelta #1
Autore: Debora Paolini
Editore: Nulla Die
Genere: Fantasy
Prezzo cartaceo: € 17,85
Data pubblicazione: Aprile 2016
Pagine: 375
Serie: La Rosa degli Ashtah - duologia
ORDER


La protagonista è una ragazzina ingenua e buffa che fin dall’infanzia è costretta a fare i conti con una realtà piuttosto dura: abbandonata dai genitori biologici, viene adottata da una famiglia dove alcolismo e anaffettività regnano sovrani.Ancor più difficile è relazionarsi con i coetanei, i quali non perdono occasione per deriderla. L’unica cosa che la aiuta a sentirsi meno sola è uno strano sogno ricorrente: una mano dal cielo, una voce nella mente. Insieme al suo unico amico, intraprende un viaggio alla ricerca di un misterioso uomo in grado di curare ogni malattia attraverso il semplice tocco delle mani ed è proprio questo viaggio, con i suoi risvolti tanto amari quanto inaspettati, che la porterà a scoprire verità inimmaginabili sulle proprie origini. Gli orizzonti diverranno, per lei, tanto vasti da abbracciare altre galassie, altri universi. Il segreto della sua nascita sarà svelato, l’incontro col suo Custode chiarirà il profondo significato di quel sogno ricorrente. Creature leggendarie, amici dotati di grande saggezza, nemici spietati e pronti a tutto, manipolazioni e intrighi accompagneranno l’evoluzione della Prescelta, il cui cammino è stato arbitrariamente tracciato in tempi e luoghi remoti. Ma sarà lei, e soltanto lei, a decidere come percorrerlo.


Debora Paolini nasce a Lucca il 12 Maggio 1975 e in provincia di Lucca vive fino al 1994, anno in cui si diploma come Operatrice Turistica. 
Nel 2013, si trasferisce in Lombardia, nelle vicinanze di Varese, dove vive con il suo attuale compagno e i numerosi animali che fanno parte della “famiglia”: un pappagallo cenerino, un cagnolino, molti pesci,  due pitoni e una serpe del grano. 
Oltre a leggere e scrivere, ama la musica - di ogni genere, o quasi - il giardinaggio, la cucina. Si diletta con piccoli lavori di cucito, decoupage e qualsiasi altra cosa stimoli la sua creatività. 
Appassionata di astronomia, ufologia, medicina, mistero, da sempre si interessa delle così dette “teorie di confine”.
Attualmente, oltre a essere impegnata nella stesura della seconda parte de “La Rosa degli Ashtah”,  ha deciso di mettere alla prova se stessa dedicandosi alle traduzioni di grandi romanzi dimenticati per la nuova collana Pantheon di Nulla Die.

Buona lettura!




Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Le possibilità sospese" di Valentina Piazza

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Sergio" di Natasha Knight

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Il sorriso di Jesse" di Angelique Jurd