RECENSIONE - "Nella Tana del Leone" di Linda Kent

TITOLO: Nella Tana del leone
AUTORE: Linda Kent
EDITORE: Self publishing
GENERE: Romanzo storico
FORMATO: ebook / cartaceo
PREZZO:   € 2,99 / € 8,90
DATA PUBBLICAZIONE: 9 Marzo 2017
PAGINE: 305
PERSONAGGI: Eleanor - Richard
SERIE: Evershine
1) Biancospino
2) Nella tana del Leone
3) Nobile Guerriero


Dall'autrice di "Biancospino" il nuovo attesissimo romanzo ambientato nel castello di Evershine. 

Richard D’Arcy è chiamato il Leone Bianco per il coraggio e la lealtà alla Rosa di York. Gravemente ferito in battaglia e oppresso da un terribile rimorso, rinuncia a sposare Eleanor Lyon nonostante la promessa di matrimonio pronunciata quattro anni prima. Lei però, non è disposta ad accettare il suo rifiuto e, sotto false spoglie, si reca al castello di Evershine, per comprenderne il motivo. L’attrazione improvvisa che provano l’uno per l’altra è tanto potente quanto combattuta, ma quando Richard scopre l’identità di quella strana novizia, è troppo tardi per tirarsi indietro. E non c’è alcuna ragione per la quale un’unione consumata all’insegna della passione e dell’amore, non debba rivelarsi felice. Proprio nessuna. Purché Eleanor non scopra mai il suo segreto…


Linda Kent è lo pseudonimo che ho scelto in omaggio a mia madre e all’ambientazione anglosassone dei miei romanzi. 
Divido la mia vita fra la magica atmosfera di Roma e la campagna toscana, un’oasi di tranquillità nella quale mi rifugio quando la scrittura richiede maggiore concentrazione. 
Amo profondamente la letteratura, la poesia e la storia del passato, soprattutto quella del Regno Unito e, non appena mi è possibile, compio lunghi viaggi nei luoghi in cui ambiento i miei romanzi, per poterli descrivere fedelmente ai lettori.
Potete contattarmi sul mio sito:
www.lindakentauthor.com
tramite Facebook: www.facebook.com/lindakentromance
oppure Twitter: https://twitter.com/lindalindakent. 

Buongiorno miei adorati,
oggi sono qui per parlarvi del secondo volume della serie Everishine, si tratta per la precisione di "Nella tana del Leone" di Linda Kent.
Ma veniamo a noi e ai personaggi: Richard alias Il Leone Bianco e Eleanor alias Lennie.

Il Leone Bianco rappresenta la quintessenza del cavaliere, leale verso il suo signore e  spietato in battaglia, pronto ad aiutare chi ne ha bisogno, fedele ai suoi principi e bello da morire. Quella bellezza virile che lo rende un uomo di cui aver timore ma a cui affidare la propria vita e in cui riporre le proprie speranze.

Eleanor è una donna di 21 anni, bellissima ma senza esserne consapevole, con un’anima battagliera, dolce e sensibile ma caparbia ed estremamente testarda. Ha un buon cuore e una mente acuta che l’hanno aiutata a sopravvivere alle privazioni che il suo stato di orfana e la tirchieria dello zio, che l’ha cresciuta, le ha imposto.

Richard e Lennie sono legati da un contratto matrimoniale senza praticamente essersi mai parlati, una situazione che ha costretto entrambi a vivere gli ultimi anni in attesa di un incontro, il loro, che a fasi alterne attendono con trepidazione e temono.
Immaginate, per una fanciulla come Eleanor, cosa voglia dire vedere la propria vita stravolta in attesa di conoscere il valoroso cavaliere che, in un certo senso, l’ha salvata da un destino nefasto già assegnatole dallo zio avido, tirchio e cattivo che vuole vendicarsi su di lei a causa di un torto che lui ritiene di aver subito.
Per Richard che ha solo intravisto il volto della sua futura sposa l’attesa è scandita da battaglie e sogni, desideri nascosti e voglia di risposte.
Dopo tanti anni finalmente giunge il momento di pace che dovrebbe vedere pronunciati i voti, esatto, dovrebbe perché Lennie si vede ripudiata senza motivazione dal cavaliere che si dimostra restio o meglio senza alcuna voglia di rispettare gli accordi. Inconcepibile!!!!
Questo fa scattare in Eleanor la molla che la porterà a prendere in mano le redini della sua vita, un colpo di testa forse, che la porterà a Evershine in cerca della verità.
Il Leone Bianco riuscirà a sfuggire all’assedio della bella ragazza e restare fedele ai suoi propositi di restare celibe? Mah
Vi posso dire solo che questo incontro darà il via a una serie di situazioni che mi hanno tenuta col fiato sospeso e portata a fare le ore piccole, facendo il tifo per una o per l’altro e ammirandone il coraggio.
Tanti i segreti, molti i misteri e gli intrighi che hanno bisogno di una soluzione…

Linda Kent è la regina dello storico, la seguo da molto e questa serie mi ha ammaliata.
Ho atteso che fosse imminente l’uscita del terzo libro per leggere questo, perché non volevo separarmi dai personaggi, anche se ogni libro è autoconclusivo e quindi leggibile singolarmente, la serie Evershine regala emozioni che volevo vivere tutte insieme.
I personaggi sono perfetti, la descrizione fisica e minuziosa nei dettagli permette di creare la loro immagine e visualizzarli nelle movenze e nelle espressioni, ma a farla da padrone è la descrizione caratteriale e la struttura psicologica. Lì si comprende e assumono una veridicità che aiuta a capirli fino in fondo, soffrendo con loro e carpendone le emozioni.
Il Leone Bianco ha una patina di serietà e senso dell’onore così sviluppato da apparire un po’ "appannato" rispetto ad altri eroi maschili ma basta osservarlo per vedere le braci che ardono in lui. Un uomo che oltre ai doveri ha un’anima e dei desideri che lo rendono meraviglioso ma solo una donna speciale può andare oltre le apparenze, capirlo e smuoverne le reazioni.
Elenoir è una contraddizione, abituata alle privazioni sa concedersi delle piccole attenzioni che la rendono unica, ha un carattere remissivo ma la sua fisicità ne denota la caparbietà. Impulsiva e per nulla disposta a esser messa da parte, è una donna che smuove le montagne pur di arrivare alla meta che si è prefissata. Non dimentichiamo però che è una donna e quindi l’emotività ogni tanto ha la meglio sulla ragione, questo la rende unica.
È un piacere ritrovare i vecchi personaggi, che non rubano la scena ma servono a rendere questa storia ancor più bella e conoscerne di nuovi che incuriosiscono e portano a volerne scoprire i segreti.
Una nota di merito alla revisione che è perfetta e all’editing che non lascia nulla al caso ma tutto trova il suo incastro nel momento perfetto.
Linda è riuscita a creare aspettativa, un senso di appartenenza e un cameratismo tra i personaggi e il lettore. La scrittura è elegante, come sempre, semplice ma ricercata con modi di dire, usi e costumi dell’epoca che permettono un ambientazione perfetta col periodo. Che nell’immaginario risulta romantico ma non dimentichiamo che è stato uno dei più discussi e sanguinolenti, ci troviamo infatti nel bel mezzo della guerra delle rose.
Non posso che fare i complimenti a Linda che mi ha guidata in questa storia tenendomi per mano, stupendomi e facendomi palpitare fino alla fine e oltre, visto che non vedo l’ora di conoscere Rob e Ailith.
A voi lettori non posso che consigliare questa trilogia, se adorate gli storici fa per voi! Se cercate protagonisti forti e umani che vi facciano sognare, ecco, leggete questo libro perché ne sarete conquistati.
Cercate una storia che non vi deluda, che sia in continuo mutamento e dove i personaggi siano imprevedibili? Ecco il vostro libro.
Io mi immergo nella lettura del terzo volume “Nobile guerriero”. Voglio proprio vedere che combineranno e cosa nascondono i due personaggi.
A presto.


Buona lettura!
Monica S.


Commenti

  1. Felice e onorata di questa meravigliosa recensione! <3 Grazie di cuore carissima Monica <3 <3 <3

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

REVIEW PARTY - RECENSIONE - "In-Moral" di Naike Ror

REVIEW PARTY - RECENSIONE - "La sua tentazione" di Isabella Starling

RECENSIONE + GIVEAWAY - "La ragazza del faro" di Alessia Coppola