RECENSIONE - "Un incidente dritto al cuore" di Althea S. Reynolds

Titolo: Un incidente dritto al cuore
Autrice: Althea S. Reynolds
Editore: Self Publishing
Genere: Erotic-romance
Formato: ebook/cartaceo
Prezzo:  0.99 €/      €
Data pubblicazione: 26 Maggio
Protagonisti: Elizabeth Raymond/ Ryan Anderson
Pagine: 396
Serie: Autoconclusivo

Quando la giovane e timida Elizabeth tampona con la sua utilitaria la bellissima Ferrari del multimilionario Ryan Anderson, capisce di essere nei guai e fugge dall’uomo affascinante e furioso che ha davanti. Pensando di essersi lasciata alle spalle la brutta esperienza, riprende la sua vita abituale, ma il fato e i suoi scherzi porteranno entrambi a incontrarsi di nuovo proprio nel ristorante dove lei lavora. Lì Anderson, ancora su tutte le furie per la fuga della ragazza, è deciso più che mai a essere risarcito per i danni subiti. Ma il motivo che lo porterà a tormentare la giovane non sarà dettato solo dal fattore economico. Una forte attrazione spinge Ryan a volere Elizabeth per sé a tutti i costi, costringendola ad assecondare i suoi desideri con un ricatto. Tra di loro, inaspettatamente, esplode una passione travolgente, ma i modi rigidi e autoritari di Ryan portano la giovane a rivedere le sue precedenti decisioni. Sarà possibile per Elizabeth superare il grosso strato di ghiaccio che sembra circondare il cuore di Ryan? E quando il padre violento di Elizabeth tornerà prepotentemente nella vita della giovane, sarà disposto a proteggerla?


Ciao a tutti, ciò che posso dirvi di me, e che sono una donna che ama leggere e scrivere, e sin da quando ero piccola ho amato l’arte in generale. Ho avuto sempre molta fantasia, ma solo dopo le insistenze di una cara amica ho deciso di scrivere “Un incidente dritto al cuore” non credevo che ci sarei mai riuscita, ma alla fine la mia testardaggine e determinazione mi hanno ricompensato.

Ciao ragazze,
oggi parliamo di “Un incidente dritto al cuore” scritto da Althea S. Reynolds. Sono i protagonisti, Elizabeth e Ryan, a raccontarci una delle più classiche storie d’amore.
È una scena di violenza, una situazione difficile resa ancora più forte da chi sono il carnefice e la vittima, un argomento spinoso che tocca l’anima, amplificato dalla scrittura in prima persona, che da il via a questo libro. Le prime emozioni che ho provato sono dolore e rabbia.

“Urlai e scalciai con tutta la forza che avevo in corpo, senza riuscire a smuoverlo di un millimetro. Mi scosse con una brutalità inaudita, infine mi sferrò un pugno che arrivo in pieno viso…
…Non riuscivo a riprendermi e a liberarmi dalla nebbia in cui stavo scivolando. Furono i singhiozzi di mia sorella a darmi la forza di reagire…”



Subito dopo abbiamo un netto cambio di rotta con l’incontro, anzi, lo scontro fra Elizabeth e Ryan. Il destino, per ben due volte, li mette sulla stessa strada. Fa in modo che due persone tanto diverse, sia per carattere che estrazione sociale, siano costrette a parlare mostrando fin dal primo istante quanto gli opposti si attraggano.
Ryan Anderson è un uomo d’affari abituato a vivere nel lusso, a non chiedere ma a ordinare. Nel suo mondo tutto accade secondo le sue regole. Con il suo fascino e il suo fisico attira donne bellissime che piega al suo volere. Arrogante, sfacciato, freddo. Cerca e vuole solo storie di sesso, nessun legame, niente amore, solo due corpi che danno e ricevono piacere, niente di più.

“Ryan Anderson era brillante, affascinante bellissimo e… era anche uno degli uomini più ricchi del paese.”


Elizabeth è una giovane donna con un passato difficile e un presente imperfetto. Nella sua vita non c’è spazio per niente se non per Alice, sua sorella, e per i due lavori che svolge per potersi mantenere. È chiusa, timida con profonde cicatrici che le segnano l’anima. Non ha nessuna intenzione di incontrare un uomo meno che mai di innamorarsi.

“«Continui a rivivere ogni volta quel giorno ma non ne parli mai, neanche con me. Ti tieni tutto dentro!» Scoppiò a piangere lasciandomi spiazzata. «Tu hai fatto tanto per me. Mi hai protetto da lui, prendendo più botte, attirando ogni volta la sua ira. Però non permetti mai chi io aiuti te.»”

Un debito, una proposta indecente, una donna da salvare, un uomo che impara ad amare, un passato che torna, un presente difficile da gestire, un futuro inaspettato. Questi sono gli elementi che caratterizzano questo romanzo.
Due vite completamente differenti, due modi di pensare, di essere e di agire che non potrebbero essere più diversi, eppure… Eppure le cose non vanno sempre come vorremmo. Un’attrazione tanto forte da offuscare la mente, il cuore va la dove la ragione ci dice che è sbagliato o pericoloso e niente può fermarlo. Ryan e Beth tentano in ogni modo di reprimere le emozioni che provano, di non dare un nome al sentimento che cresce fra loro. Odio e amore, dolore e piacere, dubbio e certezza, la loro storia è fatta di questo e molto altro.
Riusciranno Ryan ed Elzabeth a trovare un'equilibro, ad amarsi o le loro differenze saranno insormontabili? Riusciranno a superare gli ostacoli che la vita gli pone davanti o saranno travolti da essi?


Che dire… è un bel libro ma non tanto bello da mozzarmi il fiato. Gli manca quel non so che.
Avete presente quando mangiate una torta al cioccolato? È buona, certo che lo è. La assaporate con gusto e vi piace, ma arrivate all’ultimo boccone e vi accorgete che non siete pienamente soddisfatte, che non è niente di diverso da tante altre buone torte. Magari con un ciuffo di panna, con una glassa, con la classica ciliegina ad accompagnarla sarebbe stata perfetta e indimenticabile. Ecco per me questo libro è così.
È intrigante ma non è scattata in me quella scintilla che me l’ha fatto amare, non c’è quel particolare che me lo fa distinguere da tanti altri. La storia la trovo coinvolgente, è solo, a mio avviso, molto stereotipata. Il protagonista maschile è il classico uomo alpha, ricco, bello, sicuro. La protagonista femminile è ingenua, timida ma allo stesso tempo capace di domare un uomo indomabile. Questo purtroppo rischia di far confondere Ryan ed Elizabeth con altri personaggi già letti o ancora da leggere. La trama è interessante, la lettura scorrevole, ma avrei gradito che alcuni aspetti fossero approfonditi. Alice, per esempio, figura chiave nelle scelte di Beth rimane troppo ai margini. L’atteggiamento di Ryan in alcuni momenti lo trovo estremamente sbagliato. In uno dei primi capitoli lui ed Elizabeth parlano dopo un avvenimento complesso, carico di emozioni e paure, in quel momento Ryan non mi è piaciuto. Il modo in cui si è posto, le pretese che ha avanzato, un approccio forzato e inadeguato con una totale mancanza di empatia nei confronti di Beth, mi hanno lascito senza parole. Sono presenti alcuni refusi, ma come specifico sempre è impossibile non trovarne. In alcuni punti ho trovato difficoltoso comprendere la dinamica degli avvenimenti, come se mi mancasse un tassello.
Al di là di ogni considerazione se vi piacciono le storie d’amore non potete fare a meno di leggerlo perché è una favola moderna con il suo cavaliere e la fanciulla in difficoltà, dove il bene trionfa sul male.

Buona lettura!


Commenti

Post popolari in questo blog

REVIEW PARTY - RECENSIONE - "In-Moral" di Naike Ror

REVIEW PARTY - RECENSIONE - "La sua tentazione" di Isabella Starling

RECENSIONE + GIVEAWAY - "La ragazza del faro" di Alessia Coppola