RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Remember" di Rujada Atzori e Cristian Rossi

Titolo: Remember
Autori: Rujada Atzori - Cristian Rossi
Genere: Thriller
Formato: e-book / cartaceo
Prezzo : 1,99 € / 9,90 €
Data pubblicazione: 15 settembre 2017
Protagonisti:  Alyssa Duval
Pagine: 189
Pagina autrice
Pagina autore



Quando Alyssa torna nel paese in cui è cresciuta e che credeva di aver lasciato alle spalle, si ritrova, quasi costretta, a dover affrontare nuovamente il suo passato incontrando i suoi vecchi compagni del liceo e il suo amore "proibito" adolescenziale, ma tutto e niente è cambiato da allora.

Il cuore continua a batterle per lo stesso ragazzo di cui era perdutamente innamorata, la ragazza più popolare della scuola continua a esserlo e, cercando di scoprire alcune verità nascoste, non sapendo più di chi fidarsi, Alyssa, si ritrova coinvolta in qualcosa più grande di lei.

Non credere a ciò che dice la gente.
Nessuno è ciò che dice di essere.
Segui sempre il tuo istinto.
Puoi fidarti delle apparenze?

Un romanzo pieno di suspense e mistero.
Tutti hanno un movente.
Solo uno è il colpevole.
Rujada Atzori è nata il 27.02.1990 e abita in Sardegna. 
Con Butterfly Edizioni ha pubblicato con notevole successo i seguenti libri: The secret- una scommessa d’amore, Dolci malintesi, L’amore nei tuoi occhi e Una sorpresa per te. Con Rizzoli: Un maggiordomo solo mio, ma è uscita anche in self publishing con diversi libri: You don’t own me, Nel mio cuore in punta di piedi, La logica dell’attrazione, Quando tutto sembrava perfetto, Un weekend per quattro e Conquistami se ci riesci scritti assieme alla collega Antonella Maggio e Quel bacio inaspettato, quest’ultimo scritto assieme alla collega Vanessa Vescera. I suoi libri sono diventati bestseller.

Cristian Rossi è nato il 23.04.1986 a Casalmaggiore (Cr), ma vive a Commessaggio (Mn). 
Grazie alla sua passione per la lettura e la scrittura ha pubblicato il romanzo “La vendetta di Dio”, il racconto lungo “Vorrei amarti tra le stelle” del quale ha pubblicato anche la versione spagnola “Quisiera amarte entre las estrellas”, il thriller “Il bambino con gli occhi di porcellana” (Lettere Animate) e il romanzo “Un’altra vita - per tornare ad amare”.
Buongiorno Librosi e Chiacchierine,
Ho il piacere di parlarvi di Remenber  un libro scritto a quattro mani da Rujada Atzori e Cristian Rossi, una lettura in anteprima, cosa che adoro!

Conosco già Rujada avendo letto altri suoi lavori ma è la prima volta che leggo Cristian, quindi la curiosità è stata tanta.
Mi trovo davanti a un thriller, genere che apprezzo e che comunque ha delle grosse difficoltà da affrontare per gli autori che: devono dare gli indizi ma senza svelare, creare suspence ma senza esagerare, condurre delle indagini ma essere veloci. Come avrete capito quando inizio un libro di questo genere ho delle grosse aspettative e chissà se saranno state esaudite o meno.

La protagonista è Alyssa Duval, una giovane donna che finita la scuola è andata ad abitare in Francia dove si è costruita una posizione e una relazione, tutto l’idillio dura circa 4 anni fino a quando non viene licenziata e il suo fidanzato Fred la tradisce, gettandola nello sconforto più totale. Senza più legami e nessuna prospettiva Alyssa decide di tornare a casa sua, a Gainesville, dai suoi genitori che l’aspettano a braccia aperte. La ragazza non è del tutto sincera con loro ma qui ha intenzione di leccarsi le ferite e tornare a vivere dopo tutte le delusioni subite.
Il rientro nella sua città d’origine riapre una porta sul passato, infatti parecchi dei suoi vecchi compagni di liceo sono ancora lì e Alyssa rincontrerà: Brittany Smith, Drake Jones, Laura Brown,  Antony Miller,  Jessica, Victoria Geller e Gabriel Green.  

Questa frequentazione riporta Alyssa a pensare al passato e rivivere le emozioni tramite i ricordi; quando anche lei era una ragazzina chiusa e introversa che cercava di farsi accettare dai ragazzi e dalle ragazze più in vista, all’epoca e anche oggi sono Victoria e Drake. I più popolari e i più belli, quelli che deridevano e ostracizzavano gli altri con la scusante che a quella età si è convinti di essere qualcuno solo se si prevarica sugli altri. Antony, Gabriel e Brittany ero quelli derisi, mentre Laura e Jessica riuscivano in qualche modo a destreggiarsi.
Ogni adulto di oggi è un ragazzino che ha subito qualche torto, covando rancore e costruendosi un muro immaginario per proteggersi dagli altri, anche se la vita di ognuno è proseguita ci sono quegli anni a tenerli uniti. 

Sentimenti contrastanti e ricordi si fondono con ogni incontro, qualcosa sfugge alla comprensione e Alyssa che tendenzialmente voleva e vuole esser accettata senza far del male a nessuno, a maggior ragione oggi che da adulta ha la capacità di capire cosa è giusto e sbagliato, si trova a far da ponte di collegamento tra i diversi componenti del gruppo.
Il problema vero è che negli anni in cui è stata lontana sono successe tante cose che le vengono tenute nascoste dagli interessati e svelate da chi vuole seminare dubbi e creare maldicenze. È in questo clima che Alyssa, già provata dalle vicissitudini personali, si trova a sguazzare nel mare di melma in cui la gettano i suoi “amici”. Fino all’epilogo da brividi e che di certo ci prospetta altri paesaggi.

Considerazioni

Dire qualcosa di un thriller senza svelare di certo non è facile per gli autori ma neppure per me, la storia è complessa e ognuno dei personaggi che ho nominato ha un ruolo più o meno rivelante ma certamente aggiungono del loro alla storia.
Gli autori hanno dato voce alla narrazione tramite la stessa Alyssa che racconta ciò che vive, questo per la prima metà del libro. Una lettura veloce che fa conoscere il passato e delinea i caratteri di tutti, tra una fusione del passato tramite i ricordi e del presente attraverso l’esternazione dei propri punti di vista.
Qui nasce il seme del dubbio e si scopre che non è una buona idea frequentare i vecchi conoscenti se non si è consapevoli che i torti fatti difficilmente vengono scordati.
Nella seconda parte del libro la narrazione cambia i dialoghi aumentano e la situazione diventa a doppia lettura: gestualità e linguaggio; Corpo e  voce spesso parlano in modo diverso e cogliere i dettagli fa la differenza tra capire e no.
L’apparenza inganna e sotto pressione la verità sfugge alla ragione, rivelando la vera natura delle persone.
Questo è ciò che hanno fatto Rujada e Cristian, hanno costruito dei personaggi dalle mille sfaccettature caratteriali, li hanno forgiati in base alla situazione e poi hanno fatto in modo che si svelassero loro stessi. Un lavoro di squadra notevole, non si distinguono le due mani e anzi il testo ha un'ottima fattura, senza punti morti o esitazioni.
Un Thriller non è tale se non c’è la vittima, un movente e delle indagini. Tutti elementi presenti e ben sviluppati, il mistero è ben celato e solo alla fine si scopre chi, cosa, come  e perché in un colpo di scena che lascia sgomenti.
Per tutto questo mi sento di fare i complimenti a Rujada e Cristian, avete scritto una storia che ha del reale farcendola in modo da diventare surreale. I personaggi sono perfetti e nonostante il numero li avete gestiti benissimo. Aspetto con ansia di scoprire altro e tante domande che ho pretendono una risposta.
Da segnalare la presenza di piccole sviste che seppur non pregiudicano la lettura è auspicabile vengano rimosse.
Un finale da cardiopalma che soddisfa per quanto concerne questa storia ma esige un seguito.
Consiglio questo libro a tutti gli appassionati del genere, a chi vuole una storia complessa ma che si svolge con dei tempi ben scanditi. Un Thriller contemporaneo adatto a lettori dai 18 anni in su.

Ps. Sempre più convinta che non bisogna riprendere a frequentare gli ex compagni di classe ;)

Buona lettura!
Monica S.

Nessun commento:

Posta un commento

PRESENTAZIONI - SELF PUBLISHING