RECENSIONE "Il richiamo dell'ombra" di Kresley Cole

Titolo: Il richiamo dell’ombra
Autrice: Kresley Cole
Editore: Leggereditore
Genere: Paranormal romance
Formato: ebook - cartaceo
Prezzo:  € 4,99 - € 11,90
Data pubblicazione: 30 aprile 2014
Protagonisti: Trehan - Bettina
Pagine: 476
Serie: I Daci - Spin-off de "Gli Immortali"

                           

                                 
Trehan Daciano, conosciuto come il Principe delle Ombre, ha trascorso la vita a servire il suo popolo, eliminando nel silenzio della notte ogni minaccia che potesse colpirlo. Vampiro della stirpe segreta dei Daci, il freddo assassino non ha mai desiderato nulla per sé stesso, fino a quando non ha incontrato Bettina, la protetta di due tra i più malvagi e temibili signori del Lore.
La sua mano sarà il premio di un torneo in cui i suoi corteggiatori si sfideranno in cruenti duelli, fino alla morte. Ma anche se Trehan dovesse uscirne vincitore e reclamare il corpo di Bettina, questo non basterebbe a conquistare la sua anima.
La vera battaglia per il suo cuore deve ancora cominciare, e scatenare i suoi desideri più selvaggi potrebbe spaventare la giovane sposa. Oppure portarla al colmo della passione…

Il primo volume di una nuova, straordinaria serie legata al mondo degli Immortali: I Daci, vampiri la cui esistenza è segreta, indomabili e assetati di potere e passione.

                                                   
Kresley Cole è una scrittrice statunitense.
Prima di diventare una scrittrice, Cole è una stata un'atleta famosa a livello mondiale e un coach. Ha viaggiato molto e ha raccolto esperienze che le sono servite nella stesura dei suoi libri e nella creazione dei suoi personaggi. Ha esordito nel 2003 con The Capitain of All Pleasures, e da allora ha pubblicato più di quindici romanzi che fanno capo alla fortunatissima serie dei Fratelli MacCarrick, una trilogia di romantic novel a sfondo storico incentrata sulla vita degli Highlander, e alla serie best seller Gli Immortali, insignita del premio RITA. Le sue opere sono state tradotte in più di dieci Paesi e quindici lingue.

I marchi della Cole azione, sensualità e umorismo sono esemplificati nella popolare serie Gli Immortali, che ruota intorno al Lore, uno strato segreto composto a centinaia di creature sovrannaturali, che spaziano da Vampiri a Lykae, da Valchirie a Demoni, Streghe e Furie con i propri punti di forza, debolezze e antichi pregiudizi contro le altre specie. Anche se queste creature vivono segretamente tra gli esseri umani sono costantemente in lotta tra lotta tra loro.

Vive in Florida con il marito e i loro cani. Trascorre ogni momento libero viaggiando e gode di tutte le cose relative alle imbarcazioni e all'acqua.


Buongiorno miei cari lettori, oggi vi parlo di un libro che ho letto nel 2014.
Sì, lo so è passato parecchio tempo ma da pochi giorni, il 27 Luglio, la Leggereditore ha pubblicato il secondo volume della serie “I Daci” e io non sto nella pelle dalla felicità!
Ecco perché ho ripreso e riletto “Il richiamo dell’ombra” di Kresley Cole e ho deciso di parlarvene.

Serve una piccola precisazione, il libro è il primo di una serie ma è anche lo spin-off della mitica serie “Gli Immortali” giunti ormai al 14° libro in Italia, non spaventatevi ahahah. La serie de “I Daci” può esser letta da sola, anche se io che amo la serie principale vi dico che ne vale la pena.

Ma torniamo a noi, Il richiamo dell’ombra parla di Theran Daciano un vampiro, principe guerriero del Regno delle Ombre.
Il suo compito è quello di proteggere il regno dai nemici e da chi minaccia l’esistenza del regno stesso, rischiando di rivelarne l’esistenza. La sua vita è stata dedicata interamente a questa missione che lo ha reso un assassino freddo e spietato, un killer senza emozioni che non pensa ad altro se non alle sue armi, già, le prepara e le ama per renderle letali al bisogno.
La sua famiglia un po’ lo teme e un po’ lo deride, lui non prova emozioni e attende solo la prossima missione e questa giunge: deve scovare ed eliminare Caspion, un demone che è contravvenuto alle regole del regno.

Bettina è un mezzosangue, suo padre è un demone di Abaddon e sua madre una maga, questo la rende un ibrido e la sua immortalità richiede più tempo per manifestarsi. Una ragazza o meglio una principessa viziata, fragile, testarda e ribelle. Se state pensando che sia normale, dovete però contestualizzarla nel Lore.

Piccola parentesi il Lore "... e quelle creature senzienti che non sono umane devono essere unite in uno strato, coesistendo con, ma ancora segrete, dall'uomo".
Sono per la maggior parte creature immortali, e riescono a rigenerarsi dopo essere state ferite. Le razze più forti possono essere uccise solo dal fuoco mistico o per decapitazione.
In seguito a un’intensa emozione i loro occhi cambiano colore, assumono quello tipico della propria razza.

Ora potete capire che Bettina è davvero in pericolo, non è abbastanza forte da gestire i pericoli del mondo in cui è nata ma a cui non può sfuggire. Non può neppure adattarsi alla vita con gli umani perché la sua vera natura metterebbe loro in pericolo; insomma la ragazza forse qualche ragione per avercela con tutti ce l'ha! Soprattutto quando il suo padrino Raum, Granduca dei letali, usa il medaglione che la fa materializzare in sua presenza ogni volta che vuole, una sorta di collare magico. I demoni possono essere evocati ;) Se mi seguite con attenzione potete farcela ahahah

Bettina con la sua fragilità è una sorta di vittima predestinata, chiunque può prenderla e farle del male, il suo padrino temendo il peggio la chiude nel Regno di Abaddon e decide di metterla in premio durante un torneo; dove il vincitore l’avrà in sposa e se ne assumerà la responsabilità.
Sì, avete capito bene, la vuole scaricare per non averla più tra i piedi!
La ragazza sembra accettare ma in cuor suo spera di giocare le sue carte e convincere l’amico fidato, Caspion, ad aiutarla per ottenere ciò che desidera: lui e la libertà.
Ma tra i piani di Bettina e i suoi sogni ci sono due problemi:
1) Caspion e il suo segreto,
2) L’assassino delle Ombre che vuole staccar la testa di Caspion.
Na passeggiata di salute insomma!!!

Il primo incontro tra Theran e Bettina è sensuale e frutto di un equivoco, lui si lascia sedurre da una lei ubriaca e lei crede di aver sedotto un altro maschio. Molto imbarazzate!!!! Molto hot!!!!
È così che Theran capisce di aver davanti la sua predestinata, la femmina che gli ha fatto risvegliare il cuore rendendolo vivo (nel senso letterale del termine visto che prima era un morto che camminava), colei che dovrà possedere, amare e proteggere per tutta la vita. Sto parlando di migliaia di anni o di una decapitazione…
Vi pare che potrebbe essere tutto facile? Certo che no! Lei è convinta di voler Caspion e ostacolerà il Vampiro in ogni modo.
Datemi una spada, ci penso io al collo della donzella!

Theran si vede mancare la terra sotto i piedi, non potendo avere ciò che desidera o meglio gli spetta. Veder vacillare tutte le sue certezze lo rende nervoso e insicuro. Dover rispettare i suoi doveri verso il Regno delle Ombre e i suoi alleati lo vede smaterializzarsi di continuo per poter essere in tutti i posti dove è convocato. La necessità di rendere Bettina felice lo getta nello sconforto, perché lei pensa che la felicità sia lontano da lui.
Tanto adoro lui, quanto arrivo a odiare lei e le fette di salame che ha sugli occhi. Ora posso avere quella spada?!

Naturalmente la "piccola" non disdegna le attenzioni del Vampiro e questo dà delle vere impennate alla temperatura della lettura. Kresley Cole non ha mezze misure, quando descrive, descrive e lo fa veramente bene.
La forza di volontà che Theran dimostra nel non passare i limiti imposti da Bettina lo rendono subito l’uomo… ops… l’immortale più adorabile dell’universo, lo scombussolamento emotivo a cui viene sottoposto è estremo e ingiusto.
Ma il libro parla di molto altro, il torneo e le sue gare sono cruente, la possibilità di ottenere in premio l’illibata Principessa e il Regno ha attirato ogni sorta di immortale, alcuni brutti come la fame altri belli come il sole ma tutti decisi a ottenere la vittoria.
Oltre a questo tutte le alleanze e i problemi che esistono al di fuori e richiedono la presenza di Theran ovunque ci siano battaglie, uno stress ulteriore per quest’ultimo.
Tanti i personaggi presenti, alcuni fanno da sfondo altri sono personaggi primari e incidono sulle scelte, altri ancora sanno già quale sarà l’esito e agiscono nell’ombra al fine di manipolare gli eventi.
Un finale sofferto e accorato ma perfetto e desiderato.

Considerazioni

Amo la Cole e il suo modo di scrivere, se non si fosse capito. Questa serie degli immortali la seguo da anni e attendo ogni volta una nuova pubblicazione come se fosse Natale.
Il suo modo di scrivere è diretto, preciso e parecchio descrittivo, a volte quest’ultima qualità rischia di rallentare un po’ la lettura ma la sua bravura la porta a tirar fuori il colpo di scena nel momento adatto per stupire e riconquistare l’attenzione del lettore.

I suoi sono Maschi Alpha, determinati, forti e pronti a tutti soprattutto per le loro donne, Theran non è da meno e anzi lui soffrirà parecchio per la sua Predestinata.
Le donne in genere non sono da meno, riescono a tener testa a questi esponenti del sesso maschile, in questo caso Bettina non lo è, infatti a volte avrei voluto scrollarla e dirle: ragazza mia sveeeeeeeeegliati, ma lo vedi che è disposto a fare per te?!?!?

Le descrizioni fisiche e caratteriali sono magnifiche e quelle psicologiche non sono da meno, ormai dopo anni, riconosco ogni personaggio e so cosa farà e dirà. Questo non è un male anzi, su saghe così lunghe è un ottimo, vuol dire che l’autrice è riuscita a trasmettermi l’amore con cui ha scritto ogni singola parola.
L’ambientazione paranormale è totale e le incursioni nel mondo terrestre sono ben gestite, la lettura mi assorbe completamente e uscire dal Lore per tornare alla vita è un trauma, tanto sono integrata nella storia.
Questo è dovuto anche e soprattutto all’ottimo lavoro di traduzione che è stato fatto, quindi un grazie alla Leggereditore e alla traduttrice Laura Scipioni, che ha all’attivo la traduzione dei libri più belli e che ho adorato.
il mio voto è 4,5/5 perché desidero sempre di più e sono incontentabile, diciamolo.

Concludo consigliandovi la lettura di almeno un libro di Krisley Cole, è un’autrice che merita e va conosciuta, poi mi direte che ne pensate.

Ne consiglio la lettura a chi segue la serie gli Immortali, troverete diversi personaggi e chiarirete parecchie dinamiche dei libri precedenti e che seguiranno.
Lo consiglio agli amanti del paranormale, non può mancare nella vostra libreria! Lo consiglio a chi cerca una storia piccante ma vuole anche una storia dinamica e in continua evoluzione.
                                                                                                                                                                     Buona lettura!
Monica S.


                                                                                                                                                                 

Commenti

Post popolari in questo blog

GIVEAWAY 2000 iscritti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "È solo colpa tua" di Robin C

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Izabella" di Kristen Kyle