RECENSIONE "In The Line of Duty" di Mya McKenzie

Titolo: In the line of duty
Autore: Mya McKenzie
Editore: Self publishing
Genere: Romantic Suspense
Pagine: 252
Formato: ebook - cartaceo
Prezzo: € 1,99 – € 9,98
Data pubblicazione: 6 giugno 2017
Serie: Redemption Series
Vol 1: Ghost Love – 31 Gennaio 2017
Vol 2: Rise of the damned – 26 Aprile 2017
Vol 3: In the line of duty – 6 Giugno 2017

Booktrailer
Fun Page
Gruppo autrice








La vita non è stata generosa con Jack Wade.
Costretto a contare soltanto sulle proprie forze per sopravvivere alla strada, è cresciuto senza affetti, senza una guida, senza sapere cosa significasse amare.
La prima volta che ha aperto il proprio cuore a qualcuno si è ritrovato spiazzato, ferito, di nuovo solo. Ma, invece di piangersi addosso, ha imparato dai propri errori, ha tentato di riallacciare rapporti, ha provato a riscattarsi da tutti gli sbagli commessi.

Però la vita è una gran bastarda, a volte.
E la sua non gli ha di certo teso la mano, non gli ha reso le cose più semplici. Al contrario, l’ha portato a incrociare la strada di una potente organizzazione criminale, a scontrarsi con una famiglia spietata che l’ha privato degli affetti più cari.
Ma Jack non ha mollato. Ha combattuto con tutte le forze per riconquistare e proteggere l'unica persona che abbia dato un senso alla sua esistenza.

Ma la vita è ingiusta e non fa sconti, tantomeno la sua.
Ancora una volta l'ha messo di fronte a un ostacolo immenso, smisurato, il più difficile che abbia mai dovuto affrontare.
Perciò ora Jack si trova a un bivio: può piegarsi a quella sorte avversa che sembra essersi accanita contro di lui o tentare di pareggiare i conti con coloro che l’hanno messo in ginocchio e prendersi quella rivincita che insegue fin dall’istante in cui è venuto al mondo.


Buon pomeriggio Lettrici, siamo arrivati al capitolo conclusivo della serie "Redemption".
Leggere questa serie mi ha risollevata da un periodo di totale apatia verso i libri. Ho adorato l'azione, i colpi di scena e le emozioni contrastanti, anche da cardiopalma, che mi ha fatto vivere questa trilogia. Un vero "romance-suspense" con tutte le carte in regola.

Alla fine del secondo libro "Rise of the Damned" ci siamo ritrovati in bilico, nel bel pieno di un colpo di scena che ci ha tolto all'improvviso la terra sotto i piedi. Cosa che è avvenuto anche a Jack, il nostro protagonista, dopo aver assaporato lievemente la sensazione che tutto potesse andare per il verso giusto e che finalmente potesse vivere appieno la storia d'amore e il futuro che sperava con la donna che ama, si ritroverà all'improvviso completamente solo. Tutto ciò per cui aveva lottato e combattuto si è sgretolato completamente lasciandolo con i soli cocci e detriti inutili ai propri piedi. Troveremo un Jack completamente abbattuto, senza più nessuno scopo nella vita, nè voglia di lottare. Tutto ciò che per lui aveva un senso è andato perso, neanche la vendetta ha più un senso per lui, che ora si ritrova ad attendere l'arrivo dei propri nemici allo chalet della madre, luogo dove ha deciso di rintanarsi per stare lontano da qualsiasi rapporto con la civiltà. Sarà grazie a una ragazza M. che gli recapita le consegne, che inizierà, seppur con qualche incertezza, a uscire dal proprio guscio... ma proprio quando l'unica persona a cui ha rivolto la parola verrà presa di mira dai propri nemici, la rabbia e l'odio che Jack ha covato nell'ultimo periodo dentro di sè, esploderà fuori senza nessun controllo. Accetterà di rientrare a Tampa per seguire le indagini e ritrovare colui che ha ucciso le sue speranze, i suoi sogni, e gli ha reso la vita un inferno, radendo al suolo ed eliminando tutto ciò che aveva e le persone che lui amava. Ritroveremo il vecchio Jack, incontrollabile, ingestibile, senza scopo nella vita, irrazionale e pieno di odio che abbiamo conosciuto nella prima serie. La vendetta sarà l'unica cosa che lo terrà ancora in vita e solo allora potrà darsi pace...

Ma proprio quando sarà a un soffio dal suo obiettivo, al secondo esatto in cui sta per colpire, che la verità gli verrà gettata addosso senza nessun preavviso. Segreti, enigmi, misteri, verità celate e omissioni saranno all'improvviso davanti ai suoi occhi.




Le parole di Reed mi arrivano dritte allo stomaco. Colpiscono forte, mettendomi ko.
La portata di questa notizia è devastante. 
È come uno tsunami: mi svuota di ogni emozione e, un secondo più tardi, le riporta tutte insieme in un’onda di proporzioni gigantesche, che si abbatte sulle pareti del mio cuore facendolo sanguinare. La mente vacilla, la mano trema. Lascio andare la pistola, porto le mani al ventre per cercare di contenere la devastazione che incombe dentro di me. Non riesco a restare in piedi, cado a terra, in ginocchio.
Mi aggrappo a Tyler, appoggio la testa sul suo petto e lascio defluire ogni cosa.
È un pianto inconsulto, che mi scuote nel profondo, che fa traballare i pilastri della mia esistenza ma che, allo stesso tempo, mi dà un sollievo enorme. 
Resto lì, inerme, troppo esausto per poter fare altro.


E nonostante la verità rischi di farlo impazzire, scoprire i tradimenti e chi gli voltato le spalle giocando a dirigere i fili come fosse un burattino, capirà che forse c'è ancora molto per cui lottare e per cui vivere, forse non tutto è perduto, forse una luce può ancora risplendere...



Nonostante i continui colpi al cuore che questa storia vi regalerà, l'autrice non vi farà mai pentire di averlo letto. Tutti i tasselli andranno al loro posto, svelando completamente quell'intricata matassa che rappresenta la trama di questa storia. E il finale tanto atteso vi farà tirare un lungo sospiro, lasciandovi la sensazione di soddisfazione che solo un buon libro con il dovuto e meritato finale riesce a farci provare.

La scrittura come sempre è molto soddisfacente. Il punto di vista viene visto e raccontato esclusivamente dal personaggio maschile, cosa che amo molto. Riuscire a capire e immergersi tra i pensieri e le emozioni del genere maschile è qualcosa che mi attrae sempre e la McKenzie riesce a farlo in modo sublime.

Rinnovo completamente i miei complimenti a questa autrice, che si dimostra, libro dopo libro, una grande scrittrice di cui possiamo andare fieri.
Consiglio questa serie a tutte coloro che amano l'azione, le trame seriali, i casi polizieschi, le storie intricate, misteriose, intriganti, come solo i buon "noir" riescono a essere. Perciò se amate tutto ciò, e stare continuamente sul filo del rasoio, questa è sicuramente la serie che fa per voi! ;) 

Buona lettura!!!



Commenti

Post popolari in questo blog

GIVEAWAY 2000 iscritti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "È solo colpa tua" di Robin C

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Logan" di Veronica Scalmazzi