RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Basta chiedere" di Megan Maxwell

Titolo: Basta chiedere
Autore: Megan Maxwell
Formato: ebook/ cartaceo
Prezzo: 5,99 € / 8,42 €
Editore: Newton Compton Editori
Data pubblicazione: 15 Giugno 2017
Genere: Erotic romance
Protagonisti: Eric e Judith, Bjorn e Melania
Serie: Chiedimi quello che vuoi #4





Nonostante le continue litigate per via dei caratteri così diversi, Eric Zimmerman e Judith Flores sono ancora innamorati come il giorno in cui i loro sguardi si sono incrociati per la prima volta. Insieme hanno formato una bella famiglia che amano follemente e per la quale sarebbero in grado di fare qualsiasi cosa. L’avvocato Björn e l’ex tenente Mel continuano la loro bella storia d’amore e indubbiamente convivere è stata la scelta giusta, ma c’è qualcosa che coronerebbe il loro sogno d’amore e che Björn non riesce a ottenere dalla sua amata: il definitivo sì. Le relazioni delle due giovani coppie stanno procedendo alla grande: si amano, si rispettano e tutto sembra illuminato dalle stelle più luminose, fino a quando, improvvisamente, il passato li raggiunge e rimette tutto in discussione. Saranno in grado di superare anche questa svolta inaspettata o, al contrario, le loro vite cambieranno per sempre? Basta chiedere, l’attesissimo nuovo romanzo di Megan Maxwell, è anche il più sensuale, erotico e romantico della serie.



Ciao ragazze, 
sedetevi, mettetevi comode, tenete vicino qualcosa di fresco perché l’aria si sta per fare rovente. Sto per parlarvi di uno dei libri più attesi e caldi di quest’estate. 
Basta chiedere.
Il quarto libro della serie Chiedimi quello che vuoi di Megan Maxell, composta da:
1) Chiedimi quello che vuoi
2) Ora e per sempre
3) Lasciami andare via 
4) Basta chiedere

Non dobbiamo includere in questa serie anche Sorprendimi, che ha come protagonista Björn.
Facciamo un piccolo riassunto per chi si fosse scordato di cosa parliamo, anche se credo che sia impossibile dimenticare Jud ed Eric. 
Lei è Judith, donna spagnola con sangue caliente che le scorre nelle vene. È bella e sa di esserlo, ha un carattere forte e la lingua lunga. È spontanea, impulsiva e dice praticamente sempre ciò che pensa. Lavora come segretaria in un’importante società tedesca che ha una delle sue sedi in Spagna.
Lui è Eric. Tedesco fin nel midollo, preciso, pacato, organizzato, austero e bello, bello da mozzare il fiato. Biondo, occhi azzurri, un fisico scolpito.
Durante un viaggio di lavoro incontra Jud. E come dice il vecchio detto “gli opposti si attraggono” nasce fra loro un amore travolgente. Eric farà conoscere a Jud un mondo a lei sconosciuto, dove il sesso può essere vissuto sia da soli, sia condiviso con altre persone. La porterà al Sensations, dove condividerà momenti di trasgressione con lei e per lei. Nei primi tre ci viene raccontata la loro storia con un finale da favola: matrimonio, figli, tutto perfetto.
La Maxwell ci regala un libro intero su Björn, amico della coppia, anche lui amante della condivisione. Avvocato, bello come il sole. Incontra una donna, il tenente Melania Parker, che da prima odia per poi amare alla follia. Anche la loro storia ha un lieto fine. Un vissero felici e contenti, per quanto lo abbiano dovuto raggiungere con non poca difficoltà.

Ed eccoci qui. Cinque anni dopo. 

Fin dal primo capitolo sono stata porta al Sensetions e ho assistito a una scena di condivisione tra Eric e Jud, dove il loro modo di amarsi appare a pieno: forte, libero e allo stesso tempo possessivo. Ma andando avanti con la lettura mi sono accorta che non sono una coppia da favola, dove tutto è perfetto, dove ogni cosa va come dovrebbe. Al contrario, hanno gli stessi problemi che affrontiamo noi quotidianamente. Sono una coppia come tante altre. Un amore che smuoverebbe le montagne, per il quale moriresti…

«Sei quanto di più bello ho nella vita.»
Le sue parole… La sua dolcezza… Il suo modo di amarmi, di guardarmi o di sedurmi…

… Ma allo stesso tempo ci sono momenti in cui vorresti solo urlare e ti vien voglia di rompere qualcosa.

«Ti desidero più della mia vita, ma non ti darò quello che vuoi perché stanotte mi hai mandato via, e non te lo meriti. E così non perdere tempo, Judith, perché non otterrai niente.»

 La routine quotidiana, i figli, le incomprensioni mettono alla prova il loro rapporto. Si allontanano ma si tengono stretti. Litigano ma non smettono di cercarsi. 

«Tu sei la mia vita, il mio amore», dice, «sei la madre dei miei figli e l’unica donna che voglio al mio fianco…

La Maxwell non si concentra solo su Eric e Jud, ci racconta anche di Bjönr e Mel. Anche loro affrontano un momento difficile. Anche loro devono fare i conti con il mondo che li circonda. Anche loro usano il loro corpo per curare i loro cuori.
Non parlano. Non c'è bisogno. Bastavano i sentimenti, l’eccitazione del momento e il desiderio. Si amarono con follia. Si toccarono con foga. Si possedettero con passione. Quando raggiunsero l’orgasmo, si abbandonarono l’uno nelle braccia dell’altro.
Leggere questo libro è come leggerne due che s’intrecciano e si completano. Ci sono due stili diversi di narrazione. La parte che riguarda Judith raccontato in prima persona, quella che parla di Mel in terza. 

È un susseguirsi di emozioni, mai banali. Due donne forti che non si lasciano piegare e che pur avendo timore e sentimenti contrastanti proseguono e mai dubitano del loro amore.
È coinvolgente, erotico, sensuale, romantico. Le scene di sesso sono descritte in modo deciso e so che ad alcune farà storcere il naso, sia per com’è vissuto sia per com’è raccontato, ma non l’ho trovato mai volgare né usato per far aumentare il numero di pagine. È sempre ben contestualizzato e utilizzato per spiegarci i sentimenti che i protagonisti vivono. Loro sono questo. Il sesso è visto in modo “diverso” ma mai sporco. 

Un altro aspetto che ho apprezzato molto è l’amicizia tra le due donne. Complici e schiette. Se pur in alcuni momenti non sono d’accordo sulle decisioni che l’una o l’altra prendono, continuano a sostenersi a vicenda, non restano mai sole.
«Oggi ci divertiremo. Non saremo né madri, né mogli, ne fidanzate di nessuno, e non permetteremo che qualcuno ci dia fastidio».
… Quelle due erano proprio svitate.

Che dirvi di più. Se avete amato i precedenti libri, adorerete anche questo. 
Ve lo consiglio e vi dico che FORSE... troverete più comprensibile il loro stile di vita e le loro scelte. Io li adoro! che posso farci? 
Il massimo del punteggio per questa bellissima storia d’amore.

Buona lettura!




Commenti

Post popolari in questo blog

GIVEAWAY 2000 iscritti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "È solo colpa tua" di Robin C

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Izabella" di Kristen Kyle