Diversi, ma esseri umani


Sono da poco qui in Italia, ma purtroppo ho già vissuto forme di razzismo e la maggior parte delle volte mi è successo negli ambienti scolastici, i luoghi in cui si insegna che il razzismo non deve esistere, che siamo tutti uguali, senza distinzione di sesso, lingua, religione, nazionalità, livello economico, pensiero politico, come è scritto anche nella Costituzione Italiana, articolo 3.
Un giorno stavo camminando con le mie amiche in piazza, dopo aver partecipato all’Assemblea di Istituto, quando un ragazzo ha iniziato a disturbarci buttando verso di noi la sua sciarpa e dei sassi.
Noi lo abbiamo ignorato, allora lui è venuto dietro di me e mi ha tirato il velo, ma per fortuna non mi ha aggredito.
Mi sono girata verso di lui che è scappato via.
In quel momento, siccome sono una persona sensibile, ho iniziato a piangere e ho pensato:”Perche non accettano la diversità?. Non siamo tutti uguali, anzi siamo tutti diversi, però dobbiamo essere capaci di rispettare gli altri per quello che sono, esseri umani!”
La diversità è una ricchezza” dice un mio professore.
Senza la diversità la società non cresce, perché abbiamo bisogno di quelli che non sono uguali a noi.
Una mia professoressa, che mi ha visto piangere, si e avvicinata e ha chiesto qual era il motivo delle mie lacrime.
Dopo aver raccontato quel che mi era successo, la professoressa mi ha domandato:
Se un bambino di cinque anni ti sbattesse il pallone in faccia, tu che faresti?”
Io ho risposto:” Niente, perché e piccolo e non capisce ancora certe cose!”
E allora lei ha replicato: “Considera quel ragazzo allo stesso modo, perché anche lui ancora non è riuscito a comprendere certe cose!”
Dopo questa conversazione mi sono sentita meglio e ho pensato che la mia professoressa avesse ragione.
Ma noi non dobbiamo stare senza far niente! Dobbiamo far capire che tutti siamo diversi, ma che è giusto essere rispettati per i valori che si hanno, perché siamo tutti esseri essere umani!
Io spero che la società sia pronta ad accettare la diversità.

                                                                                          (racconto vero) Maggio 2011

Commenti

Post popolari in questo blog

GIVEAWAY 2000 iscritti

GIVEAWAY "C'era una volta a New York" di CECILE BERTOD

RECENSIONE - " Come miele e neve" di Siro T. Winter