RECENSIONE " Grimace" di Chiara Orlando

Titolo: Grimace
Autore: Chiara Orlando
Editore: Genesis Publishing
Genere: Fantasy
Prezzo: ebook eur 3,99 cartaceo eur10,60
Pagine: 218
Data Pubblicazione: 3 aprile 2018
ORDER

Blair Sharp è una giovane donna disoccupata dal carattere difficile. Pigra, immatura e annoiata dalla vita, non ha grandi ambizioni lavorative nonostante la sua migliore amica, Tess – modella e attrice di successo con uno stuolo di favolosi ammiratori –, cerchi sempre di spronarla e aiutarla come può.
Proprio per agevolare la sua ricerca di lavoro, le fa fare un provino per il ruolo di comparsa nel telefilm in cui recita.
Quello che sarebbe dovuto essere il giorno del cambiamento, dà invece inizio a una serie di pericolose situazioni. Blair verrà presto catapultata in una realtà inquietante popolata da creature fiabesche e oscure. Dovrà vedersela con un fastidioso coinquilino “spettrale”, un potente Principe dei Vampiri intenzionato a completare la propria anima, un lupo mannaro dal cuore infranto e, probabilmente, anche con la Morte stessa.
Vol. 1 della Trilogia "The Crow Series"



Buongiorno lettori, il libro di cui vi parlo oggi è un Urban Fantasy ,“Grimace” di Chiara Orlando, il primo libro della saga “The Crow”. Blair Sharp è una ragazza disoccupata e un po’ pigra che non sa esattamente cosa fare nella vita, e con un carattere tutt’altro che facile. Tess, la sua migliore amica, è il suo esatto opposto. Alta, bionda e attraente, fa l’attrice e la modella. Nel tentativo di coinvolgerla nel suo lavoro, invita Blair a fare un provino e a un party dove conosceranno Sebastian Denever.

L’incontro con Sebastian Denever, uno strano “incidente”, un nuovo particolare lavoro per Blair… Tutti questi avvenimenti, in parte collegati tra loro sconvolgeranno in modi diversi le vite delle due ragazze. Blair infatti si ritroverà ad avere a che fare con diverse creature fantastiche e pericolose, come vampiri, lupi mannari e fantasmi. 

“Vampiri, fantasmi, Tatiana… Nulla era più spaventoso di “quello”. Sentiva un terrore ancestrale che le faceva tremare l’animo.” 

Tess, invece, ne rimarrà coinvolta in maniera inconsapevole, ritrovandosi in una situazione decisamente pericolosa. 

“Un momento prima era seduta a cenare in uno dei ristoranti più esclusivi della città con un uomo incredibilmente affascinante, un momento dopo accettava una sorprendente proposta di matrimonio con una fretta che non credeva di possedere” 

A tutto questo si aggiunge il passato di Blair, un passato che neanche lei ricordava e che con l’avanzare degli strani avvenimenti sembra riaffiorare. 

“La associava alla sua vecchia casa in campagna, quella in cui passava l’estate da bambina insieme ai suoi genitori, e a quel boschetto poco distante da essa dove giocava da sola, dove un giorno era rimasta troppo a lungo e le era capitato qualcosa… Qualcosa di brutto.” 


Considerazioni
Un libro coinvolgente, un fantasy in piena regola, che alterna momenti esilaranti a momenti pieni di suspense e tensione. Lo stile dell’autrice è fresco e divertente. La narrazione in terza persona porta a conoscere i punti di vista dei vari personaggi, le dinamiche sono incalzanti e tengono il lettore incollato fino all’ultima pagina. Non ci resta che aspettare il sequel per scoprire chi sia veramente Blair. Un libro consigliatissimo agli amanti di questo genere.



Nessun commento:

Posta un commento