RECENSIONE "Sotto la superficie" di Ilari C.

Titolo: Sotto la superficie 
Autrice: Ilari C. 
Editore: Self Publisher 
Genere: Contemporary Romance m/m
Formato: cartaceo / ebook 
Prezzo: € 13,39 / € 3,99 
Data Pubblicazione: 15 marzo 2018 
Protagonisti: Cristian, Samir, Maha 
Pagine: 228 pagine 



Cristian è il famoso numero 10 della Roma City, e ha tutto quello che desidera a portata di mano. Il calcio gli ha permesso di pagare i debiti di suo padre, e il successo di assecondare il suo bisogno di attenzioni. Il calcio gli ha dato tutto, a patto di non rilevare la sua bisessualità. Samir è un pugile franco-tunisino di successo che per diventare tale è dovuto sfuggire al controllo di un padre violento. Eppure vive ancora secondo i suoi contorti insegnamenti. Samir sa chi dovrebbe essere, per suo padre, per i suoi connazionali, per la stampa, ma non chi realmente è. Perennemente in bilico tra il suo istinto di autodistruzione e la sua voglia di riscatto, è giunto a un compromesso: lui degli uomini non si innamora e questo, pensa, basta a renderlo come gli altri vogliono. Quando Cristian e Samir si incontrano si dicono entrambi che è solo sesso. Cristian vuole concentrarsi sul calcio e su suo figlio. Samir ci tiene a restare l'eroe nell'immaginario collettivo dei suoi connazionali, e gli eroi, gli hanno insegnato, non sono gay. Ma la pressione dei tabloid, la curiosità morbosa dei fan e, soprattutto, ciò che agita i loro cuori, rischiano di frantumare le loro maschere. Cosa si cela davvero sotto la superficie?



Ilari C. ama le storie appassionate ed intense, quelle che ti tengono incollati alle pagine di un libro, che ti creano quella curiosità che non ti permette di capire come finirà. È una persona dannatamente distratta.. ha sempre avuto l'abitudine di scrivere le recensioni dei libri in vari foglietti sparsi qua e là, quindi ovviamente a causa della distrazione vanno praticamente sempre persi :) Quando non scrive si dedica a tradurre, cantare, ascoltare la musica e a leggere. 



Buongiorno Lettori, oggi vorrei parlarvi di un romanzo particolare nel suo genere, una storia d'amore contemporanea, fatta di pregiudizi, di culture diverse e di dubbi mentali personali che spesso ci impediscono di trovare la felicità.

Cristian è un calciatore famoso della Roma City, cresciuto in Spagna in una famiglia dove il padre giocava d'azzardo e la madre era succube del marito. Cristian per fuggire da questa situazione si ritrovava spesso con i suoi amici in un campo a giocare a pallone. Ed è proprio lì che un giorno, un talent scout della squadra romana vede questo bambino alle prese con il pallone e gli propone di trasferirsi in Italia a giocare. Da quel momento ha inizio la sua carriera. Altri personaggi si intrecciano nella vita del calciatore: suo figlio Martin che vive con lui, la sua collaboratrice Maria e ovviamente i suoi compagni di squadra.

Samir è un pugile franco-tunisino, figlio di madre parigina e padre tunisino, lei modella di fama
mondiale e lui talent scout di giovani promesse nel mondo del pugilato. Anche lui, come Cristian, ha problemi con il padre, infatti quest'ultimo lo trascina con lui in giro per l'Europa alla ricerca di un talento, tralasciando l'amore per il figlio e il suo di talento. Un giorno, a seguito di un episodio, un allenatore di pugilato lo prende sotto la sua ala, strappandolo dal padre violento e facendolo diventare uno dei migliori pugili del mondo. Al suo fianco c'è la make up artist Maha, anch'essa tunisina, sua migliore amica e "fidanzata".
Ovviamente entrambi i nostri protagonisti vivono vite di successo e una sera Cristian farà un incontro speciale con una persona che gli cambierà la vita.

"Cristian avrebbe almeno voluto sapere il suo nome, ok era stato un incontro occasionale come tanti, bè migliore di tanti altri, ma gli sarebbe piaciuto dare un nome a quel volto anziché catalogarlo come "l'uomo dallo sguardo penetrante".

Un compagno di squadra di Cristian, Sayid, una sera invita lui e gli altri calciatori a una festa in onore di un suo connazionale, un pugile, il nostro Samir. Ed è proprio in questa occasione che i nostri due protagonisti fanno la loro conoscenza e inizia così la loro avventura. All'inizio i due si vedono raramente, in qualche occasione, ma l'attrazione tra i due è palpabile, e molto presto si ritroveranno coinvolti in una storia di sesso occasionale, ma piena di passione travolgente.

"Era sempre così: ogni volta che amava quell'uomo si sentiva diverso, si sentiva morire e rinascere, e sapeva che non sarebbe mai più stato lo stesso. Era una sorta di araba fenice. E se un giorno fossero rimaste solo le ceneri?"

Questa storia travolge i nostri protagonisti e cominciano a capire che per loro non è più solo sesso, ma ovviamente non sarà così semplice la loro storia. Infatti ogni volta ci saranno vari episodi che metteranno a dura prova i due protagonisti e i loro sentimenti. Tra tutti uno scandalo che potrebbe rovinare oltre che le loro vite anche le loro carriere.

"Per il mio paese sono un esempio, sono un eroe, e gli eroi non sono gay".

Purtroppo infatti i due a un certo punto decidono, anzi uno dei due protagonisti decide, che è meglio troncare la loro storia per salvaguardare se stessi e rispettivamente le loro carriere di calciatore e pugile.
Ovviamente non voglio svelarvi altro, ma leggendolo capirete se i nostri protagonisti, Cristian e Samir, riusciranno a superare le avversità della vita, le gabbie mentali che si sono costruiti nelle loro teste, i pregiudizi della gente che li circonda, a trovare finalmente il loro posto nel mondo, a scoprire finalmente la felicità e a trovare la loro casa...

"Tu lo sai cosa si prova quando finalmente pensi di aver trovato la tua casa, l'unico posto dove ti senti a casa, ma anche lì non c'entri? Come un tassello difettoso che non si adatterà mai a nessun puzzle."

CONSIDERAZIONI 
Il libro è molto scorrevole, si legge bene, fortunatamente non contiene errori. L'autrice è stata molto brava nell'alternare i pensieri di Cristian a quelli di Samir, per permettere di avere un quadro completo della storia.
I personaggi, i luoghi e gli eventi sono descritti in maniera esaustiva, senza dilungarsi troppo in dettagli superflui. Ilari C. è riuscita a trattare in maniera molto sensibile un tema delicato come quello dell'omosessualità, ancora pieno di pregiudizi e discriminazioni. Spero che leggendo questo libro le persone possano finalmente comprendere che l'amore è amore, sia esso tra eterosessuali e non, perchè l'amore non conosce razza o religione, come dice l'autrice "niente era più forte del loro amore".

Non mi resta che lasciare a voi il piacere di leggere questo romanzo, ringraziare Ilari C. per questa avventura e augurarvi Buona Lettura!


Nessun commento:

Posta un commento