RECENSIONE - "So quando sei felice dal colore dei tuoi occhi “ di Emiliano Di Meo

TITOLO: So quando sei felice dal colore dei tuoi occhi
AUTORE: Emiliano Di Meo
EDITORE: Self Publishing
GENERE: Contemporary romance MM
COVER ARTIST: PF Graphic Design
USCITA: 23 maggio 2018
PAGINE: 174
PREZZO: ebook 2,99 – cartaceo € 8,99

ORDER

Questa è la storia d’amore tra un insegnante di lingue e il giovane bassista di una rock band amatoriale. Al primo, uomo dai colori talmente chiari da sembrare albino, la vita ha insegnato a innalzare muri. Al secondo, estroverso artista metropolitano, quella stessa vita insegnerà come scavalcarli per spingersi oltre le proprie paure.

Bentrovati miei cari,
oggi ho il piacere di parlarvi di “So quando sei felice dal colore dei tuoi occhi “ di Emiliano Di Meo, un contemporaneo mm.

Ho deciso di leggerlo sulla base di due elementi:
1) la cover e titolo, istintivamente mi hanno attratta e, come ormai saprete, seguo sempre l’istinto;
2) l’autore mi è stato consigliato e lo tenevo d’occhio da un po’. Questa cosa mi farà sembrare una stalker ma ho colto la palla al balzo non appena ci ha proposto il suo nuovo libro.

In questa recensione non mi soffermerò troppo sulla trama perché rischierei di fare degli spoiler e finirei col rovinare la lettura a chi di voi lo leggerà, cosa che non mi perdonerei e, a ragione, non mi perdonerebbe neppure l’autore.

I protagonisti sono Samuel e Mirko
Due persone completamente diverse; come fuoco e ghiaccio, due elementi che sono impossibilitati a star vicini.
Uno è energia pura, sempre in movimento, ama la compagnia e vivere pienamente le proprie passioni ed emozioni, è luce pura che rischiara e illumina chiunque gli sta intorno.
L’altro è riflessivo, distaccato, scostante ai limiti della maleducazione, introverso e solitario. Se sia così realmente o se usi uno scudo per proteggersi è il dilemma da risolvere.

Come ombra e luce si inseguono, si nascondono per rivelarsi, si ritraggono per tutelarsi. Una danza di seduzione che serve a conoscersi e ad accettarsi.
Con un finale che fino alla fine è davvero incerto e da lettrice ci speravo senza crederlo possibile.
Per scoprire chi è l’uno e chi è l’altro, dovrete leggere la loro storia e lasciarvi coinvolgere dalla loro storia.

Considerazioni

Vi avevo avvertiti che sarei stata attenta a dire senza rivelare nulla e così ho cercato di fare, pur tratteggiando gli aspetti fondamentali dei personaggi. Sono queste differenze, a mio avviso, i tratti su cui bisogna soffermarsi durante la lettura.  E queste differenze sono ciò che li rendono quello che sono.

Sarò brutale, come al solito, all’inizio ho avuto delle difficoltà a entrare in sintonia con la storia, probabilmente la colpa è mia perché mi aspettavo troppo e subito.

La scrittura di Emiliano Di Meo è semplice, descrive minuziosamente le scene e lo fa in modo naturale, senza artifici, questo mi ha messa d’innanzi a una trama che evolveva lentamente e con un eccesso di informazioni che non mi hanno aiutata.
A un certo punto la svolta!
Se vi chiedete cosa è successo, vi devo dire che ho semplicemente accettato la naturalezza degli eventi.
Perché Di Meo scrive della realtà: incontri, sofferenze, amicizie, amori e di tutto ciò che forma l’equazione VITA.
Da quel momento in poi ho vissuto la storia di Samuel e Mirko non come spettatrice ma come se ne fossi coinvolta. Ho provato i dubbi, la dolcezza, la rabbia e il senso di ingiustizia, tutti i loro stati d’animo si sono riversati attraverso le parole e mi hanno investita. Tutto questo grazie alla narrazione in terza persona e ai dialoghi frequenti, che rendono veloci gli scambi di opinioni e molto intense le rivelazioni.
Un mutamento che mi ha permesso di comprendere tante cose e arrivare alla fine con un arricchimento personale, cosa per cui mi sento di ringraziare l’autore oltre che a fargli i complimenti.
Piccola nota: È vero, un romanzo può dare molto e questo l’ha fatto.

Ho letto un file ARC per questo non mi è possibile darvi un parere tecnico ma posso dire che non ho trovato grandi sviste.
Solitamente vi segnalo la presenza o meno di scene intime, in questo caso ce n'è solo una, descritta in modo dettagliato e diretto ma molto sensuale e toccante, la stessa intensità viene riservata alla descrizione di baci e abbracci che da dolci mutano fino a scaldare gli animi in una sensazione di protezione, appagamento o senso di appartenenza.

Per il tema trattato ne consiglio la lettura a un pubblico adulto ma soprattutto consapevole di non trovarsi di fronte a un semplice romanzo, questo libro scuote, vi farà riflettere e vi metterà in difficoltà ma vi regalerà tanto, ecco perché lo consiglio.

Buona lettura!
Monica S.


Nessun commento:

Posta un commento