BLOGTOUR - "Tutto di noi" di Laura Gay - Analisi Della Cover




Buongiorno carissimi, oggi ospitiamo la 3° tappa del BlogTour per “Tutto di noi” di Laura Gay, in uscita il 14 maggio per la Newton Compton.
La nostra tappa è l’analisi della cover. 

Vi state chiedendo che cos'è un analisi della cover? Semplice, “leggo” ciò che la cover mi racconta e poi controllo la trama per vedere se le mie impressioni sono esatte o meno, è questo ormai il modo inconscio con cui scelgo un libro da leggere. Questa volta, mi auguro che sarà l'autrice a dirmi se ciò che ho visto è giusto oppure no.

Partiamo dal titolo: Tutto di noi, probabilmente i protagonisti si racconteranno, mostrandoci cos’era la loro vita prima di incontrarsi e come è diventata dopo essersi incontrati e riconosciuti.

Passiamo alla protagonista e dal colore del suo maglione grigio, scelta quanto meno particolare, il colore rappresenta una sorta di distacco. Indica una personalità in continuo contrasto, che tende a distaccarsi da ciò che la circonda come a volersi proteggere da un coinvolgimenti che sia emotivo o fisico. Non una vera calcolatrice ma una persona che valuta prima di  imbarcarsi in una situazione.
Di contro abbiamo questi capelli mossi, quasi ribelli ebbene contrastano e non poco perché fanno pensare alla voglia di lasciarsi andare e “vivere”, probabilmente la persona che è oggi ha avuto qualcosa che l’ha segnata e l’ha portata a proteggersi. Ipotesi accentuata dall’espressione del volto, sereno, sognante ma non del tutto rilassato e voltato a tre quarti come a cercare o forse a sperare. Gli occhi chiusi indicano una dimostrazione di fiducia un aggrapparsi a delle emozioni/speranze che iniziano a nascere.

È il turno del protagonista, di certo non mi hanno dato molto da osservare… il violaceo del maglione???? Poca razionalità o più precisamente indica più un carattere istintivo, che agisce senza riflettere, passionale oltre misura e a volte inquieta. Abbinato a un personaggio maschile promette esplosioni ormonali ma anche una sorta di pericolo, reazioni eccessive. Anche il volto di lui è girato ma alto, simbolo di determinazione, distacco anche, visto che mantiene il suo spazio.

Dalla posizione sembra che siano abbracciati ma non del tutto abbandonati l’una all’altro, una storia che nasce o evolve ma dove la fiducia non è totale o immediata. 

E infine lo sfondo nebuloso: un passato non semplice, che ha influito nella vita e che probabilmente ha ancora il potere di sconvolgere. 

Se avete già letto Laura, cosa che io ho già fatto, saprete che le sue storie sono sempre ben equilibrate, i protagonisti si fronteggiano ma al contempo si proteggono senza rivelarsi troppo. Fino all’esplosione degli istinti.

In attesa di sapere che ne pensa Laura dell’analisi e di leggere questa storia, vi consiglio di seguire tutte le tappe del BlogTour, dove potrete conoscere al meglio i protagonisti e la stessa Laura.

A presto,
Monica S.

2 commenti:

  1. Wow, l'analisi della cover è azzeccatissima! Vuoi vedere che stavolta Newton Compton mi ha trovato quella giusta? Non sto scherzando, i personaggi sono proprio così, come li hai descritti. Per quanto riguarda il titolo, be' sì... è vero, i due protagonisti si racconteranno poco a poco, svelandoci quello che è stato il loro passato e come la vita è cambiata dopo il loro incontro. Ma c'è un altro motivo per cui ho scelto questo titolo. Come saprete questa doveva essere una trilogia, a cui avevo dato il nome "Everything", perché in ogni titolo appariva la parola "tutto": Tutto di te, Tutto per te, Tutto di noi. Poi Newton Compton ha cambiato il titolo del primo romanzo in Mille notti di te e di me. E in ogni romanzo c'è una frase, talvolta ripetuta, in cui viene fuori il titolo del romanzo stesso. E adesso vi sfido a trovare in questo le parole "Tutto di noi". Dove vengono pronunciate e perché sono importanti? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusami, vedo solo adesso. Laura Gay in realtà le cover sono quasi sempre giuste, solo che serve una chiave di lettura ahahah I grafici della Newton e io frequentiamo lo spesso psicanalista eheheh Mi fa piacere aver compreso i punti salienti, quando leggerò il libro, andrò alla ricerca delle tracce :)  In bocca al lupo.

      Elimina