RECENSIONE - "A girl for two" di Evelyn Storm

Titolo: A girl for two
Autore: Evelyn Storm
Editore: Self Publishing
Genere: Contemporary Romance
Prezzo ebook: € 1,49
Prezzo cartaceo: € 8,90
Data pubblicazione: 29 gennaio 2018
Pagine: 249
Serie: Autoconclusivo
ORDER


Pubblicitaria modello, Nicole Smith viene ingiustamente licenziata dopo un solo progetto sbagliato. Questo duro colpo la destabilizza, ma sa che deve resistere per tornare in pista.
La sua vita attuale e organizzata trascorre a Salt Lake City, ma non era previsto lʼincontro con Kayl Davis... che parte già male, anche per via delle relazioni fallimentari di lei che lʼhanno resa molto meno spavalda con gli uomini.
Così, tra un fraintendimento e lʼaltro, Nicole si allontana da lui per finire tra le braccia di Jake Moseley. Peccato che Kayl non si rassegni a perderla, essendo disposto a tutto pur di averla con sé. Ma Jake non è da meno.
Dal canto suo Nicole sa di essersi cacciata in una faccenda pericolosa, fatta di dubbi continui, situazioni dagli esiti imprevedibili, desideri fisici al limite dellʼerotismo e ansietà e cali dʼumore a mille.
Alla fine, complice una nuova occasione a New York, lei si trasferisce per scegliere in solitudine un solo uomo, consapevole che infrangerà invece le speranze dellʼaltro.
Ci riuscirà? E soprattutto, chi sarà il beneficiario dei suoi favori?


Evelyn Storm, con il vero nome, ha scritto e pubblicato fumetti cartacei e bimestrali su una rivista in vendita a Milano e poesie, uscite su inserti di giornale, riviste del settore e siti online.
Con lo pseudonimo di Evelyn Storm ha collaborato con riviste letterarie, blog/siti e case editrici (Ginger Generation, Passione lettura, Urban-fantasy, Fantasy Planet, Almax Magazine, La mela avvelenata, Il punto rosa, Omnia One Group Editore e altri).
Ha ideato un racconto di gruppo con ventidue autori e ha continuato a pubblicare poesie e racconti su diverse antologie di case editrici e siti.
Attualmente scrive più che altro romanzi, è blogger e admin del gruppo “Le regine del nostro mondo” su Facebook.

Bentornati, oggi vi parlo di un libro di Evelyn Storm, si tratta di “A girl for two”, la storia di un triangolo amoroso!

Preparatevi a una recensione al vetriolo perché devo ammettere di aver odiato, profondamente e inesorabilmente, Nicole.
Questa donna incarna tutto ciò che non sopporto: è viziata, lagnosa, superficiale, apatica e antipatica. Sempre pronta ad accollare le responsabilità agli altri e incapace di vedere ciò che la circonda. Adorabile, vero?

Di contro abbiamo due coprotagonisti molto differenti, partiamo da Kayl: bello, sicuro di sé, arrogante per certi versi, un uomo consapevole della propria avvenenza, che non si fa scrupoli a usarla per ottenere ciò che vuole. 
Kayl incarna il ragazzo con cui divertirsi e lasciarsi andare per una notte, senza pensare al domani o al futuro ma in realtà è molto di più di questo e conoscendolo meglio ci si trova davanti a una persona differente da ciò che sembra.
Infine Jake: bello, elegante, galante, pronto a dissipare ogni dubbio e a risolvere ogni problema, il cavalier servente che ogni donna vorrebbe al suo fianco. In lui coesistono passione e razionalità, l’errore più grande che si può compiere è non prenderlo sul serio. Sarà davvero così perfetto?

Tre protagonisti eclettici che per uno scherzo del destino s’incontrano. 

Un romanzo di malintesi, buone azioni, speranze e moltissimi colpi di scena. A farla da padrone è l’incertezza e il desiderio di tutti di ottenere ciò che vogliono.

La bravura di Evelyn è stata quella di riuscire a rendermi partecipe nella storia, incuriosendomi al punto da farmi scalpitare e portandomi a leggere tutto d’un fiato questo libro. 
Nicole non mi ha conquistata ma sotto alcuni punti di vista l’ho capita, è stato come seguire le vicende dell’amica, un po’ sciroccata, che non vede le cose che stanno oltre al suo naso. I due protagonisti maschili mi hanno a volte rapita e altre indispettita con i loro atteggiamenti.

Buona la caratterizzazione di tutti i personaggi e ben sviluppati i risvolti psicologici. Anche quando non ho condiviso alcuni atteggiamenti, devo riconoscere che fanno parte del carattere e sono un tassello fondamentale ai fini della storia. 
La narrazione è in prima persona ed è il punto di vista di Nicole; i dialoghi sono molti e lo scambio di battute rende la lettura veloce e attuale. A volte vengono usati gerghi giovanili, forse non corretti dal punto di vista tecnico ma che danno quella caratteristica di contemporaneità e giovinezza.
La revisione è ottima, ho riscontrato giusto un paio di imperfezioni.
È una lettura che mi sento di consigliare a chi cerca un romanzo fresco, giovane e divertente, i momenti di tensione danno quello sprint che serve a vivacizzare il tutto. 

Ps. Alla fine anche Nicole mi è diventata simpatica, quasi.

Buona lettura!
Monica S.


Nessun commento:

Posta un commento