RECENSIONE "Saved" di Amélie

TITOLO: Saved (Dark Love series #3)
AUTORE: Amélie
EDITORE: Self Publishing
GENERE: erotico/dark
PREZZO CARTACEO: 11,28 €
PREZZO EBOOK: 2,99 €
DATA DI PUBBLICAZIONE: 5 Giugno 2017
PAGINE: 322 
SERIE: Dark Love Series
#1 Stalked  (13 Aprile 2017)
#2 Taken    (Aprile 2017)
#3 Saved    (5 Giugno 2017)
#4 Marked  (1 Settembre 2017)


Luana Davies è salva. Grazie al proprio coraggio e all’aiuto di Nick e degli uomini di Blake Nichols, il suo padre biologico, è riuscita a fuggire, lasciandosi alle spalle Adrian e il castello sull’isola di Pfaueninsel, che è stato la sua prigione per settimane. Può quindi ricominciare una nuova vita e decide di farlo non a Londra, legata a ricordi terribili, bensì ad Amburgo, insieme a suo padre, che ha sistemato Adrian per sempre e le offre la speranza di un futuro roseo. Ma dimenticare un uomo come Adrian, che nel bene e nel male ha dominato gli ultimi mesi della sua esistenza, non è cosa facile e Luana deve ammettere che in quelle maledette settimane, quando si era convinta di poterlo cambiare, lui è riuscito a portarle via un pezzetto di cuore, che ora soffre per la sua assenza. Neanche il ricongiungimento con le persone che più ama al mondo è in grado di scalfire il ricordo di Adrian. I giorni passano e la situazione, anziché migliorare, peggiora, dando inizio a un nuovo incubo: Luana avverte la sua presenza con un brivido lungo la schiena; sente la sua voce, calda, profonda, vellutata; vede lui, con i suoi straordinari occhi color mercurio, che la inchiodano a un passato che è ancora presente. Adrian non l’abbandona mai, eppure non può essere reale. È la sua immaginazione a portarlo da lei. Adrian Hamilton si è impadronito ripetutamente del suo corpo, marchiandolo sino in profondità, e ha rubato una parte della sua anima, incidendovi sopra il proprio nome. Avrà anche conquistato la sua mente, piantando in essa il seme della pazzia? Saved è il terzo dei quattro volumi che compongono la ‘Dark Love’ Series, iniziata con Stalked e Taken
**ATTENZIONE, DARK CONTEMPORARY ROMANCE** Contiene scene forti non adatte a tutte le sensibilità.


“È questo il destino degli arcobaleni: compaiono a sorpresa dopo un temporale, tracciando un arco perfetto e dai colori strabilianti, che spezzano la monotonia del cielo, ma non hai neanche il tempo di assorbirne fino in fondo la bellezza, che essi sono già scomparsi. E allora ti senti malinconico e insoddisfatto, diviso tra il desiderio struggente che piova di nuovo per vederne un altro e il timore che non si palesi nonostante la pioggia, perché la natura è volubile e capricciosa, regolata da leggi che non tengono conto dei desideri umani.”

Cari lettori, torno a parlarvi della Dark Love Series, in particolare del volume numero 3, Saved.
Per leggere le precedenti recensioni, cliccate qui: StalkedTaken.
Apro con una citazione, tratta dal libro, che  racchiude bene  tutto quello che andrete a leggere. Luana è finalmente riuscita a sfuggire alla prigionia di Adrian, aiutata dagli uomini di colui che si è rivelato essere il suo vero padre. Ci vorrà del tempo per guarire, per buttarsi tutto alle spalle, ma Luana è decisa a riprendere in mano la sua vita. Cerca di ricominciare e di instaurare un rapporto con suo padre. Ormai Adrian non è più un problema, dovrebbe sentirsi al sicuro. Ma lei lo vede ovunque, sente la sua presenza, la sua voce, lo vede sempre accanto a lei. È tutto così realistico che le sembra di impazzire, tanto che tutti intorno a lei cominciano a ritenerla veramente pazza. Lei non sa cosa pensare, alla fine quasi cede alla sua follia, finché ….. Finché lo scoprirete da soli. Non posso spoilerare e rivelando di più della trama rischierei seriamente di farlo. Sta di fatto che l’autrice è stata molto brava a rendere la follia di Luana, ho pensato anche io che stesse impazzendo, alcune situazioni erano davvero inquietanti. Ma qualcosa non quadrava, molte cose non quadrano nella nuova situazione di Luana, ma scoprirete tutto leggendo. Un terzo capitolo molto avvincente, dove assistiamo a vari capovolgimenti di situazioni. Luana si trasforma da vittima a carnefice e Adrian da carnefice a vittima, per poi veder di nuovo ribaltate le loro sorti.

“Mi dibatto, pur sapendo che ciò è inutile. Ora capisco perché Luana lo facesse ogni volta che iniziavo a infierire su di lei. È una reazione naturale, istintiva, insopprimibile quella di cercare una via di fuga anche quando non c’è.”



I due si confronteranno finalmente sul piano emotivo, pur rimanendo coerenti con la propria indole, e con tutti i loro trascorsi. Mi è piaciuto molto vedere la vulnerabilità di una Luana che nonostante ce la metta tutta alla fine ammette la verità con se stessa e mentre è sul punto di lasciarsi andare qualcosa la trattiene. C’è sempre un aiutante in queste situazioni, che soccorre la nostra protagonista e le apre gli occhi. I nemici sono ovunque, spesso peggiori di quelli che ci hanno ferito di più. Adrian lo vediamo un tantino diverso, più umano. La sua corazza comincia a creparsi, ma per pochi istanti. Le sue emozioni sono come un’altalena, vanno su e poi tornano giù, un momento sembra umano, il momento dopo la bestia che abbiamo imparato a conoscere. Un terzo capitolo che forse mi è piaciuto più degli altri, perché sono entrate in gioco nuove forze e perché i personaggi stanno evolvendosi. Luana e Andrian si sono influenzati a vicenda. Lei ha preso un po' della sua bestialità e crudeltà e lui ha cominciato a farsi delle domande sul perché di certe sensazioni.

“Chi sono diventata? Non mi riconosco più. Non riconosco il nocciolo di cattiveria che Adrian ha piantato al centro della mia anima, eppure fa parte di me e temo che non ci sia una cura per rimuoverlo senza danneggiare le parti sane.”


La scrittura è sempre fluida, corretta e la narrazione incalzante. Come negli altri capitoli la storia è raccontata in prima persona dal punto di vista di entrambi. Le descrizioni dei luoghi dove si svolge la vicenda sono abbastanza dettagliate e fanno intuire che l’autrice li conosca o che abbia fatto molte ricerche. Insomma, ho trovato Saved molto più coinvolgente degli altri due volumi, soprattutto mi è piaciuto vedere i protagonisti in situazioni dove non esistono loro due soltanto, ma devono fare i conti con personaggi non migliori di Adrian e pericoli che li metteranno davanti alla verità sui loro sentimenti.

“Lui mi fa bene e mi fa male. A quale parte di me stessa devo concedere sollievo? Al corpo e all’anima in esso racchiusa, che accettano di buon grado la presenza di Adrian, oppure alla mente, che non trae da essa alcun beneficio?”


“«A volte mi chiedo come sarebbe stato essere amata da te». «Senza dubbio, una condanna, ben peggiore di quella che stai già sopportando». «Perché?» gli chiedo, turbata. «Perché un uomo che ama la propria ossessione, non lo fa mai in modo sano.”

Ovviamente il finale è aperto, e preannuncia un quarto capitolo molto interessante. Ve lo consiglio sicuramente, soprattutto se avete già letto gli altri volumi. 

Buona lettura!

Nessun commento:

Posta un commento