RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Io lo chiamo amore" Fabiola D'Amico

Titolo: Io lo chiamo amore
Autrice: Fabiola D'Amico
Genere: Romance
Formato: ebook
Prezzo: 2,99
Data Pubblicazione: 16 Agosto 2017
Editore: Newton Compton Editori
Serie Cupido Vol 2

Ethan Feldman è un impresario discografico, è sempre attorniato da donne bellissime e non può fare a meno di… portarsele a letto. 
Il giorno dopo però se ne tiene ben distante perché le considera capricciose, viziate e di umore ballerino. 
Patty Mc Oween, la sorella del più caro amico di Ethan, fa l’architetto e da un po’ di tempo lo detesta. 
Perché? Cos'è cambiato tra di loro? Ethan decide di svelare il mistero e cade così nella rete che Ale Miller, proprietaria della Cupido Agency, ha tessuto per lui, una rete fatta di equivoche tentazioni ed erotiche provocazioni...

Fabiola d'Amico è cresciuta ad Aspra, in provincia di Palermo, e vive a Bagheria. Il lavoro occupa gran parte del suo tempo ma appena può s’immerge nella lettura o nella scrittura. Con la Newton Compton ha pubblicato il suo primo romanzo, Un giorno da favola, Un matrimonio da favola e Amore per tre.

Ethan e Patty si conoscono da molti anni, avvicinati dalla malattia della nipote di lei, hanno condiviso, gioie e dolori, ma Ethan troppo preso dal suo ego, non si è mai accorto di Patty a quei tempi innamorata follemente di lui.

"Le donne sono bellissime, seducenti e indispensabili, ma solo per incontri appassionati di poche ore. Nessun domani, una toccata e fuga. Questo era il suo motto. E soprattutto si teneva ben distante dalle occasioni pericolose, dalle situazioni che, nate dal nulla, come per magia trasformavano il lui di turno in un altro uomo. Un uomo innamorato, pensò, reprimendo un brivido di paura. Uno che perdeva il bene dell’intelletto, soggiogato dal potere indiscusso delle donne."

Patty prosegue la sua vita si sposa, si separa, dà alla luce uno splendido bambino, e porta dentro di se un segreto.
In questo arco di tempo però cova un odio sviscereto per Ethan, che ai suoi occhi,  appare un uomo arrogante, donnaiolo e irresponsabile ma in realtà è un gran lavoratore e non fa altro che divertirsi come ogni scapolo di Newyork.  
Ethan si  chiede perché Patty sia così scostante e acida nei suoi confronti e inizia a guardarla con occhi diversi; Patty lo intriga, lo eccita, lo emoziona, più lei lo respinge con ogni mezzo più lui è attrato da lei.
Per Ethan la corsa alla conquista di Patty sarà molto dura, come per lei resistergli.

"Alcune persone ebbero perfino nel cuore una piccola scheggia dello specchio e allora si che fu orribile, quel cuore diventava come un blocco di ghiaccio"
"H.C. Andersen, "La regina delle nevi"

Questo è il secondo romanzo della D'Amico che leggo, ho scelto di leggere anche questo perché, anche non essendo un'amante del genere, mi piace lo stile, passatemi il termine "fiabesco" con cui l'autrice impronta le sue storie.
Però leggendo "Io lo chiamo amore" sono rimasta piacevolmente stupita dalla trama e dalla storia d'amore che ha tessuto, molto diversa dalla fiaba tra Simone e Klain letta precedentemente.
Forse inizialmente sembra la classica storia dei "bellissimi" e della donna irragiungibile, ma non è così.
Sapete cosa dà verve a questo romanzo? La fantastica caratterizzazione dei personaggi, che ha reso i dialoghi frizzanti e mai un secondo noiosi.
I battibecchi tra loro due, li definirei magnifici, lui spavaldo, provocatorio, determinato, con una calma sconvolgente quasi sopra le righe, lei ostinata come non mai, ma chiusa nelle sue convinzioni da non riuscire a guardare più in là, dentro al cuore di Ethan.



Una storia molto passionale, ricca di emozioni, colpi di scena e anche qualche risata, un connubio perfetto per intrattenere piacevolmente il lettore.
Come ho già scritto i personaggi sono ben caratterizzati, anche quelli secondari appartenenti al romanzo precedente, personaggi che l'autrice ha inserito anche nella nuova trama rendendola meno pesante, riuscendo così a dare risposte a domande che aleggiavano dal precedente capitolo.
Anche la parte tecnica è buona, ben scritto, linguaggio semplice e scorrevole, giusto qualche refuso ma niente di che.
Non mi resta che consigliarvi questo romanzo, fresco e dal finale brioso ed emozionante!

«L’amore non conosce regole né paletti, agisce per istinti e impulsi, arriva quando meno te lo aspetti e nel momento dell’infatuazione ti lascia senza fiato. È come un seme gettato nel terreno. Lo metti lì e non sai se diventerà pianta e poi fiore e infine frutto. Quando ti innamori di un uomo, ti lasci trascinare dal momento, vivi l’emozione della passione. Lo stomaco che sfarfalla, il cuore che batte a mille non appena incroci il suo sguardo. Ma senza l’acqua, il sole e un falcetto che tolga le sterpaglie è destinato a morire senza dare frutti. Quando Ethan ti ha ferito alcuni anni fa, tu eri nella prima fase dell’innamoramento, ma non eri pronta ad amare anche i suoi difetti. Hai lasciato morire il seme, permettendo che le erbacce gli crescessero intorno»

Buona Lettura



Commenti

Post popolari in questo blog

GIVEAWAY 2000 iscritti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "È solo colpa tua" di Robin C

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Logan" di Veronica Scalmazzi