RECENSIONE "Vieni via con me" di Marianna Vidal

Titolo: Vieni via con me
Autrice:  Marianna Vidal
Editore: Self Publishing
Genere: Contemporaneo
Formato: ebook/cartaceo
Prezzo:   2,99 €/  19,76 €
Data pubblicazione: 03/05/2017
Protagonisti: Aaron Richardson, Giulia Mattera, Clark Lopez Alvarez
Pagine: 660
Serie: Autoconclusivo
Pagina Autrice
BookTrailer




Per Giulia, l'amore ha il volto ed il nome di Enzo, il suo fidanzato storico, ma quando lui la lascia per sposare la sua migliore amica, lei incontra Aaron Richardson, un ricco ed avvenente imprenditore britannico che, cambiandole la vita, le permette di incontrare l'amore vero.
Per Clark, Aaron è un nome che fa ribollire il sangue nelle vene ed ha sempre pensato che il rifiuto fosse il prezzo da fargli pagare per la sofferenza subita, ma l'ostinazione di suo padre gli insegnerà che il perdono passa attraverso l'amore.
Due esistenze lontane si incontrano e si innamorano grazie alla determinazione di un uomo deciso a pareggiare i conti con la vita.
Un'immensa eredità, una lettera e un futuro da costruire guideranno i nostri protagonisti in un viaggio tra l'Italia, l'Inghilterra e il Messico alla scoperta del vero amore.


Marianna Vidal vive a Ischia.
Amante dei libri e delle grandi storie d'amore, è un'inguaribile romantica.
Ha lavorato spesso per il web ed è autrice di saggi e di articoli. Vieni via con me è il suo primo romanzo.

Care lettrici, oggi vi parlo di "Vieni via con me" di Marianna Vidal.
Un romanzo rosa, molto lungo, quindi armatevi di tempo e iniziamo a parlarne:
Giulia Mattera è una giovane e bellissima ragazza che vive a Ischia con la famiglia. Una famiglia meravigliosa composta dai suoi genitori e due fratelli, sono di umili origini, hanno attaccamento alla loro terra e devozione per famiglia ed amici, nel particolare Giulia passa il suo tempo con la sorella Teresa e Paola l’amica di sempre.
Giulia conosce l’amore e per lei corrisponde a Enzo, l’unico uomo della sua vita con il quale progettava un futuro, ma che la lascia dopo che lei scopre un tradimento che dura da anni con una sua carissima amica.
Giulia non cerca l’amore, ed è assolutamente intenzionata a costruirsi una carriera professionale che le dia modo di ripagare gli sforzi fatti dalla famiglia per permetterle di studiare. Sa che a Ischia non ci sono molte possibilità e per questo progetta un periodo di lavoro durante il quale risparmiare il più possibile per poi trasferirsi all’estero.
Le viene proposto un colloquio per diventare la segretaria personale di Aaron Richardson, niente meno che uno dei più potenti magnati nel settore alberghiero europeo.

Il loro incontro è fin da subito pieno di scintille, lui un uomo sulla cinquantina, sicuramente uno degli uomini più avvenenti che lei avesse mai incontrato, emana potere e controllo ad ogni parola e gesto, e cosa non da sottovalutare ha ancora un fisico impeccabile.
Lui, che nella vita non si è fatto mancare nulla, che ha avuto le donne più belle, ma che non si è mai legato a nessuna, pieno di segreti, ma che pianifica tutto come un regista silenzioso.
Sarà grazie a lui che Giulia conoscerà il vero significato della parola amore.
Clark vive in Messico e dopo una vita piena di difficoltà è riuscito a costruirsi una posizione di prestigio, non sopporta nemmeno di sentir nominare il nome di Aaron, prova un odio che lo porterà a compiere atti che rasentano la pazzia.
Una storia di passioni che si snodano tra Italia, Inghilterra e Messico, un viaggio lungo una vita per alcuni dei personaggi e che ne rappresenta invece l’inizio per altri, preparatevi a conoscere gli infiniti segreti nascosti nel cuore dei protagonisti fino… forse… a conoscere il significo dell’amore puro e infinito.

Considerazioni

Se ormai avete imparato a conoscermi, dovreste aver capito che sono una lettrice che adora i romanzi lunghi, e questo è senza dubbio un romanzone… 660 pagine, lungo, lungo, lungo!
Ammetto che appena mi è arrivato mi sono un po’ fatta spaventare dalla copertina, scusa Marianna Vidal, sebbene corrisponda alla descrizione che fai di Giulia, davvero non mi piace, e non avrei comprato il libro trovandolo esposto in libreria, e mi sarei persa un bel romanzo solo per aver giudicato il libro dalla copertina… (lo so non sono chiamata a giudicare la copertina, ma siccome sono una senza peli sulla lingua, e nemmeno sulle dita, dovevo dirlo!).
A ogni modo voltando pagina il romanzo è stata una scoperta continua!!!
Mi sono innamorata subito di Giulia, e ho condiviso le sue insicurezze e le sue paure, del suo essere uno spirito libero e giocoso.

“Era una creatura curiosa, che metteva allegria. Si muoveva con leggerezza ed era facile al sorriso. Non solo con lui, che era il padrone ma con tutti.”

Ammetto di non aver capito subito Aaron, pensavo al classico romanzo in cui l’uomo ricco, più vissuto della ragazza povera ma bella, se ne innamora e ha i soliti inconvenienti dal passato… eh no mie care lettrici! Aaron non è nulla di tutto ciò, e solo leggendo fino alla fine si può apprezzarlo, dopo essercene innamorate, averlo odiato, esserci salito anche un pochino di crimine nei suoi confronti.

“ Sono stato più volte sul punto di raccontarti tutto, ma ho temuto di perderti. Si, lo so, sono stato un egoista e lo sono ancora oggi con questa lettera, ma….”

Sarà che provengo da una famiglia meravigliosa, che a tratti ricorda quella di Giulia, ma non ho potuto fare a meno di affezionarmi a tutti loro, i genitori che non l’hanno mai lasciata sola, soprattutto il padre che l’ha sempre consigliata e le ha dato sempre la libertà di decidere. La sorella è una pazza scatenata, ci regala risate continue ed è la rappresentazione del rapporto che tutte vorremmo avere con nostra sorella… Poi c’è Paola, l’amica di una vita, che nel romanzo diventa la presenza familiare costante per Giulia, non solo condivideranno la vita, ma saranno sempre presenti l’una per l’altra!

“Ci vuole coraggio ad andare. Meno a restare, ma tutti i soldi del mondo non potranno mai garantirti la felicità. È questo che ho cercato di insegnarvi e forse tu lo hai capito.”

Quando finalmente incontriamo Clark non è un incontro semplice, è fatto di dolore e passato, di amore negato e rifiuto, di rimorsi e paure… Clark ha un legame con Aaron e questo sarà il cardine della vicenda.
Incontrando Clark ci viene addosso come un tornado la sua famiglia, messicani, molto simili a noi italiani, legati gli uni agli altri e un po’ pazzi… proprio come noi.
Tranquille, Clark è una garanzia, ancora prima di capire il ruolo che ricopre nel suo romanzo vi sarete innamorate di lui, del suo modo di agire, dell’attaccamento alla vita che ha e la voglia di un futuro migliore che rincorre.

“Hai capito, no? Il segreto è non pensarci. Vivi il presente e non farti fregare da ragionamenti che esulano la vita quotidiana. La ami?...”

Durante la lettura ci faremo un viaggio bellissimo, conosceremo Ischia e i suoi scorci meravigliosi, Andremo a Londra tra i suoi palazzi storici e imponenti e arriveremo al sole cocente del Messico, a cavalcare fra le coltivazioni festeggiando come solo i sudamericani sanno fare. Devo dire che le descrizioni dei luoghi e delle situazioni sono davvero molto dettagliate e curate, al punto da riuscirle facilmente a visualizzare con la mente, anche se a volte rallentano un po’ la storia.
Il romanzo è raccontato in terza persona, e purtroppo in alcuni momenti mi sono ritrovata a perdere il filo di chi fosse il protagonista del momento.

È il romanzo d’esordio di Marianna Vidal e non posso che complimentarmi con lei per il meraviglioso esordio!
A chi lo consiglio? Be' innanzitutto a chi ama i romanzi lunghi, a chi ama le storie complicate e piene di segreti del passato, a chi crede che senza follia la vita perda qualcosa di meravioso!

“ Lascia che la vita ti prenda per mano e non farti troppe domande. A volte dalle cose più folli, nascono grandi percorsi. …”


Buona lettura!



Commenti

  1. Felicissima che ti sia piaciuto, Silvia! Grazie per la bella recensione e per il modo in cui hai saputo raccontare il mio romanzo. Aaron, Giulia, Clark e le loro famiglie ringraziano di cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stata fortunata io a poter leggere il tuo romanzo! Grazie

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

GIVEAWAY 2000 iscritti

GIVEAWAY "C'era una volta a New York" di CECILE BERTOD

RECENSIONE - " Come miele e neve" di Siro T. Winter