RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Il segreto di Parigi" di Karen Swan



Titolo : Il segreto di Parigi
Autrice: Karen Swan
Editore: Newton Compton Editori
Genere: Romance
Formato: ebook / cartaceo
Prezzo: 4,99 €/ 10,00 €
Data pubblicazione: 29 Giugno 2017
Protagonisti: Flora Sykes
Pagine: 384



Da qualche parte, lungo le strade di Parigi, c’è un appartamento sommerso da strati di polvere e segreti: è stracolmo di opere d’arte d’inestimabile valore che sono rimaste lì, nascoste per decenni. L’incarico di valutare quei tesori è affidato a Flora, giovane e ambiziosa esperta d’arte, una donna in grado di mantenere il controllo durante un’asta da milioni di sterline, ma con serie difficoltà ad accettare un invito a cena a lume di candela. Flora ha il compito di ricostruire la storia di ogni dipinto presente nell’appartamento, per cercare di scoprire chi abbia tenuto nascoste quelle opere d’arte. Si ritrova così catapultata negli affari dei Vermeil, una famiglia del jet set internazionale che si muove tra Parigi e Antibes, e si rende ben presto conto di avere a che fare con qualcosa di poco chiaro. Xavier Vermeil sembra infatti intenzionato a porre un freno all’interesse di Flora per la sua famiglia. Che cosa nasconde? Ambientato in luoghi dalla bellezza mozzafiato e narrato con uno stile capace di avvincere il lettore, Il segreto di Parigi è un racconto intenso e impossibile da dimenticare.



Karen Swan ha iniziato la carriera di giornalista di moda, prima di rinunciare a tutto per prendersi cura dei suoi tre figli e realizzare il sogno di diventare una scrittrice. La casa in cui vive si affaccia sulle splendide scogliere del Sussex. Con la Newton Compton ha pubblicato i bestseller Un diamante da Tiffany (numero 1 nelle classifiche italiane), Un regalo perfetto, Shopping da Prada e appuntamento da Tiffany, Quell’estate senza te, Natale a Londra con amore, Quell’estate da Tiffany, Natale sotto la nevee Natale a Notting Hill. Ha partecipato al prestigioso Festival Internazionale di Roma – Letterature. 
Pagina Facebook: www.facebook.com/KarenSwanAuthor
Blog autrice: karenswan.com




Cari lettori, ho avuto la fortuna di poter leggere per voi in anteprima questo fantastico romanzo. Mi sono sentita trasportata a Parigi tra opere d’arte di valore inestimabile e immersa in una storia ricca di mistero.
Flora Sykes è la protagonista di questo libro, un’esperta d’arte che lavora per un’agenzia. Quando viene ingaggiata per un singolare lavoro a Parigi, non ha la minima idea di cosa ci sarà ad aspettarla: un appartamento tenuto segreto per anni e  pieno di opere d’arte.

“Davanti agli occhi le si parò una scena d’altri tempi: tende di velluto grigio e mantovane alle finestre, alle pareti una carta da parati floccata con uova di anatra, sopra un elaborato camino di marmo si trovava uno specchio dorato ricco di decori e macchie d’età come le mani di un uomo anziano.”
“Il numero delle opere d’arte contenuto in quell’appartamento era stupefacente. Ce ne erano di certo più di quanto le pareti avrebbero potuto accogliere”

Il suo compito è quello di catalogare e stimare tutte le opere all’interno di questo appartamento rimasto chiuso per più di settant’anni. Ma quello che sembra un lavoro emozionante e remunerativo, si trasforma in qualcosa di più. Flora si troverà ad avere rapporti stretti con la ricchissima e famosa famiglia Vermeil tanto che le vite dei suoi componenti e quella della stessa Flora verranno molto influenzate da questa collaborazione.
Flora, per scoprire tutto il possibile sulle opere ritrovate, dovrà intraprendere un viaggio nel passato e cercare di ricostruire quello che successe al proprietario dell’appartamento e come avvennero le transazioni delle opere durante la seconda guerra mondiale.  Perché era stato tenuto tutto nascosto e perché nessuno ne era a conoscenza?


“Un appartamento che conteneva al suo interno più di duecento dipinti di valore e opere d’arte, chiusi a chiave per scelta e lasciati a prendere polvere? La domanda non era come una situazione simile fosse stata possibile, ma perché?”

Tra documenti, supposizioni, menzogne e depistaggi cercherà di ricostruire la storia della provenienza di quadri dal valore inestimabile . Inevitabilmente scaverà a fondo nella storia personale della famiglia Vermeil e le scoperte saranno sconcertanti e dure da accettare.

“Dopo settantatre anni di silenzio, il segreto stava venendo alla luce”


Oltre che avere a che fare con il suo lavoro e la difficile famiglia Vermeil, Flora deve affrontare anche un pesante dramma familiare che non la fa stare serena, e la vicinanza del figlio maggiore dei suoi clienti, Xavier Vermeil, non l’aiuta di certo a fare chiarezza.
Xavier è un uomo giovane e molto bello, ma ha una pessima reputazione e pare non nutrire nessun rispetto e nessuna stima  per lei. Le loro strade però si incrociano continuamente, nonostante Flora cerchi di stargli più lontano possibile.
Ma Xavier è davvero quello che sembra, o c’è di più?
Durante questa corsa alla scoperta della verità sulle opere ritrovate Flora dovrà viaggiare e incontrare persone che l’aiuteranno a incastrare tutti i pezzi del puzzle. Si legherà alla famiglia Vermeil più di quanto desideri, instaurando un prezioso rapporto di fiducia che verrà messo in discussione a causa delle scoperte che porteranno alla luce verità che dovevano rimanere nascoste.
Questo è un libro particolare, che ci porta a compiere un emozionante viaggio tra passato e presente ricordando un periodo molto duro e tragico. L’autrice è riuscita a parlare degli aspetti bui della guerra con molta delicatezza e rispetto. Inoltre è stata molto abile a trasportarci nei luoghi dove si svolge la storia. Leggendo si ha veramente l’impressine di essere tra le vie di Parigi o di Antibes grazie alle descrizioni accurate dei luoghi e degli spostamenti della protagonista.
I personaggi sono molto ben caratterizzati. Flora è una donna in carriera, forte, fredda e non è mai stata innamorata. Però le sue vicende personali e professionali la porteranno a fare i conti con il lato sentimentale della vita che lei ha sempre ignorato. Anche i membri della famiglia Vermeil sono ben descritti, ognuno con le sue peculiarità. Inoltre l’autrice ha fatto un ottimo lavoro di ricerca e approfondimento sull’arte e sulla storia. Il linguaggio è semplice ma ogni tanto compaiono parole di un registro un po’ più elevato che però non disturbano affatto la lettura, anzi la rendono più interessante. Quando serve invece il linguaggio diventa tecnico e specifico, in particolare durante le aste, nelle descrizioni delle opere d’arte e degli iter da seguire per ricercarne la provenienza.
La narrazione in terza persona rende questo romanzo ancora più raffinato e ci permette di avere una visione più ampia seguendo Flora passo passo nelle sue scoperte. La lettura è scorrevole e coinvolgente, tanto che mi sono ritrovata a fare supposizione anch’io sulla vera origine dei quadri.
È molto interessante il fatto che l’autrice abbia tratto ispirazione da  un fatto realmente accaduto, la scoperta di un appartamento parigino rimasto chiuso dalla seconda guerra mondiale, e ci abbia costruito sopra un romanzo avvincente ed emozionante.
Questo non è un libro fine a sé stesso. Tratta argomenti delicati che fanno riflettere su come le menzogne, le calunnie e il passato possono compromettere la serenità e la reputazione di un’intera famiglia. Ma ci si può sempre rialzare e fare ammenda per continuare a camminare a testa alta.
Il romanzo è molto appassionante, ricco di misteri, suspance e un una giusta dose di romanticismo. Lo consiglio a tutti, soprattutto gli amanti dell’arte, dei misteri e di quelle storie che intrecciano sapientemente passato e presente.
La mia valutazione è 5/5, spero vi piacerà quanto è piaciuto a me.


Buona lettura!


Commenti

Post popolari in questo blog

GIVEAWAY 2000 iscritti

GIVEAWAY "C'era una volta a New York" di CECILE BERTOD

RECENSIONE - " Come miele e neve" di Siro T. Winter