RECENSIONE "Dell'amore e della spada" di Giovanna Barbieri


Titolo: Dell'amore e della spada: Beatrice e Giuliano AD 1513
Autore: Giovanna Barbieri
Formato: ebook (mobi)
Prezzo: 1,99 € (disponibile anche in KU)
Data pubblicazione: 17 febbraio 2017
Genere: Romance storico
Protagonisti: Beatrice e Giuliano (ma anche Giovanni de'Medici, Michelangelo Buonarroti)
Casa Editrice: Self-pubblisher
Serie: Autoconclusivo




Questo romanzo tratta la storia d’amore travagliata tra Beatrice Genga, nobile fanciulla di Assisi, e Giuliano Cacciaguerra, giovane e nobile spellano. 
Da sempre amante delle erbe mediche, Beatrice diviene amica di Edmundo e Clorinda, eretici e speziali di Assisi. L’Inquisizione incombe e gli eretici fuggono a Roma, portando con loro la nobile Beatrice Genga. 
Per seguire i suoi sogni, anche Giuliano si dirige nella Città Eterna. Nonostante Beatrice s’innamori a prima vista del giovane, lo respinge, evitando così che lo spellano scopra i suoi segreti e quelli degli amici. 
In una Roma rinascimentale, dove convivono artisti, inquisitori, maestri d’arme e soldati di ventura si decideranno le sorti dei due innamorati e degli eretici. 






Giovanna Barbieri nasce a Verona il 15/01/1974 e risiede ad Arbizzano di Valpolicella, comune di Negrar, Verona. Dal 2001 lavora come contabile e impiegata amministrativa.
Appassionata da anni di Medioevo, alto e basso, nel 2013 apre un blog a tema medievale, dove posta numerosi articoli riguardanti la vita del periodo; racconti; recensioni di libri e film e altro ancora.  http://ilmondodigiovanna.wordpress.com/
Dall'anno scorso ha cominciato a collaborare con i siti a tema medievale: Sguardo sul Medioevo, Talento nella Storia ed Italia Medievale, il Medioevo non è un'epoca buia e Medioevo tra luce e buio.
Nel 2014 pubblica il suo primo romanzo storico-time travel (la stratega, anno domini 1164) e nel 2016 pubblicherà i seguiti, (il sole di Gerusalemme AD 1165-1170 e il Ritorno AD 1170-1180). La trilogia è anche disponibile in Kindle Unlimited. 
Dal 2015 ha cominciato a lavorare come editor freelance e potete vedere i prezzi qui: https://righerosse.wordpress.com/
Nel 2015 pubblicherà con la CE Arpeggio libero editori Cangrande paladino dei ghibellini (XIV), disponibili sia in cartaceo che in digitale.



Salve  a tutti oggi voglio parlarvi di questo storico " Dell'amore e della spada" di Giovanna Barbieri. Posso dire che sono rimasta piacevolmente  colpita da questo libro. Spesso si pensa che gli storici siano noiosi, ma posso assicurarvi che questo si legge tutto d’un fiato. Nonostante sia scritto in terza persona, mi
ha regalato le emozioni dei primi amori, il legame dell’amicizia che unisce più della famiglia, la paura per la morte violenta dell’amato  o dell’amico. Ho sentito il sussultare del cuore durante il  primo bacio dei protagonisti.
L’autrice è  stata davvero brava e perfetta  nelle sue minuziose  ricerche, riuscendo a farmi vivere in pieno il periodo storico, con gli usi e i costumi in cui ha ambientato il suo romanzo, ha dato una scorrevolezza tale al suo scritto, da non far mai annoiare il lettore, grazie anche ai tanti colpi di scena.
I suoi protagonisti Beatrice Genga , ragazza di nobili origini, figlia di un conte di Assisi,  ha quindici  anni, ama le piante e i medicamenti che si traggono da esse, ha le idee  chiare,  è risoluta, di indole altruista e molto bella. Fugge dal convento in cui il padre l'aveva rinchiusa per diventare monaca di clausura. Aiuterà i suoi amici durante il viaggio che li porterà a Roma.
“la fanciulla si copri il volto con mani delicate….. il suo cuore saltò  un battito quando posò gli occhi sul viso angelico della giovane. Gli occhi verdi puri come laghi di montagna”
Sarà di sostegno alla sua amica Clorinda a seguito di un tragico evento che capiterà lungo la strada. Giuliano Cacciaguerra, anche lui figlio di un  nobile di Spello, di sedici anni ma pronto ad andare contro il volere del padre per seguire la sua passione per le arti e le armi.
Incontrerà Beatrice e rimarrà abbagliato dalla sua bellezza e dolcezza. Lei rifiuterà quasi subito la sua corte per evitare problemi agli amici, ma sarà proprio lui ad accorrere in loro aiuto in più di un'occasione. Ci saranno combattimenti descritti nei dettagli, cosi come i rituali di sepoltura degli eretici.
"afferrandole una mano in un atteggiamento intimo. Beatrice sobbalzò  presa in contropiede da quel gesto… Si sentì al sicuro nella sua stretta"
La Barbieri ha descritto le persecuzioni che vivevano gli eretici, le difficoltà di figli i cui genitori pretendevano di decidere delle loro vite, e ha raccontato di  sentimenti forti che resistono agli imprevisti del destino. Ogni personaggio presentato è  perfettamente caratterizzato. L’amore tra i due giovani è   dolce e acerbo,  misto a un rispetto che oggi a mio dire si è  perso. La donna trattata non come oggetto dal proprio amato ma con devozione. L’editing è  senza dubbio ottimo. I refusi sono quasi inesistenti.
Do un voto pieno a Giovanna,   facendole i miei complimenti e consigliando a tutti questo libro perché davvero merita.



Buona lettura!

Commenti

Post popolari in questo blog

GIVEAWAY 2000 iscritti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Izabella" di Kristen Kyle

RECENSIONE "Stringimi adesso" di Doranna conti