RECENSIONE "Acuba" di Enzo Casamento


Titolo: Acuba
Autore: Enzo Casamento
Formato: ebook /cartaceo
Prezzo: 2,99 € / 10,99 €
Editore: Self-publisher
Pagine: 318
Genere: Fantasy fantascientifico
Protagonisti: Luca ed Eva

Link d'acquisto



Un mix sorprendente di azione, avventura, mistero, thriller. Una narrazione fantasy che crea un mondo coerente e credibile allo scopo di stimolare riflessioni su temi fondamentali dell’esistenza.
Luca Contero, un brillante scienziato in grave difficoltà, decide di farla finita. L’incontro con la giovane ed enigmatica Eva lo pone di fronte alla drammatica scelta di cambiare completamente vita, ma c’è un prezzo elevato da pagare.
La coppia deve risolvere un caso assolutamente impossibile; migliaia di investigatori altamente specializzati e in possesso delle risorse più avanzate, non erano riusciti in mesi di indagini a scovare il minimo indizio. Dietro gli inspiegabili avvenimenti si cela una mente raffinata e malvagia, estremamente potente, che ha predisposto una trappola micidiale. L’intera umanità è in pericolo. Luca è disposto a pagare un prezzo molto più alto della propria vita, ma non immagina che lo attende qualcosa ancora più terrificante.

Enzo Casamento, laureato in matematica, ha studiato anche fisica, medicina e psicologia, elementi utilizzati nella stesura di "Acuba". Nel 1997 pubblica un libro su logica e creatività applicate a giochi di matematica e fisica riscuotendo un notevole successo con decine di edizioni sia in Italia che in Spagna. “Acuba”, il suo primo romanzo, affronta temi fondamentali dell'esistenza. 

Luca Contero, è un famigerato scienziato settantenne con un tumore in fase terminale e con tanti problemi alle spalle: la morte di suo figlio, di sua moglie, le difficoltà economiche della figlia Isabella e la malattia della sua nipotina.
Non ha altro nella vita Luca, così un giorno dopo averci pensato molto bene, stanco e debilitato dalla malattia e dalle circostanze, decide di tentare il suicidio.
“Indugio a osservare le lacrime di pioggia che scorrono sul vetro. Per un attimo mi piace pensare che siano per me. Sono solo in quest’ultimo disperato viaggio verso il nulla eterno. Solo. Attraverserò un deserto d’indifferenza per raggiungere la mia ultima stazione, e prendere il treno che mi porterà lontano”
Ma evidentemente per Luca non era arrivato ancora il momento, non so se Dio, o semplicemente Eva, aveva deciso così.
“Eva notò che lo sguardo dell’uomo si spostava dal convoglio alle rotaie e viceversa, in maniera quasi compulsiva. Si concentrò sulle sue emozioni, e percepì dolore e disperazione.”
Eva è una bellissima e giovane ragazza molto speciale, con poteri molto speciali che appartiene a un altro mondo, e Luca rimane l’unica sua speranza per salvare Acuba, un demone del piacere scomparso senza lasciare traccia.
Il compito di Luca è proprio questo, aiutare Eva a ritrovare Acuba.

Accetterà di aiutare Eva e riuscirà ad accettare ciò che la sua mente ha sempre rifiutato?
Sarà disposto a mettersi contro Dio e a rinunciare al paradiso? 
Lascerò che la tua avventura in questo mondo prosegua, diventando poi un demone.  Ricorda però una cosa: Nulla accade per caso.”
“Dio conosce a fondo l’animo umano. Rientravo nei suoi piani?”
Ho apprezzato tantissimo questa lettura, ho sentito parlare molto di questo romanzo e le mie aspettative sono state superate!
L’autore ha una buonissima capacità narrativa, i personaggi sono ben caratterizzati.
Il linguaggio è ricercato, ci sono delle descrizioni scientifiche particolareggiate che risultano molto tecniche e finiscono col rallentare il ritmo, ma tuttavia la lettura nel suo insieme risulta scorrevole.
Il romanzo è un Fantasy Fantascientifico, ma oserei dire che non è solo questo.
Ho ritrovato molti elementi del thriller e a dispetto di questo “miscuglio di generi” l’autore è stato molto bravo a intrecciarli in modo da rendere il suo romanzo particolare, avvincente, originale.
Ma per me è stato fondamentale, e ribadisco per me, il tema esistenziale.
La scelta di ciò che è giusto, il libero arbitrio, la scelta tra bene e male, ma cosa è veramente bene e cosa è veramente male?
Nonostante la sua nuova natura Luca fa sempre le sue scelte in base ai suoi sentimenti umani.
“Le parole che hai detto a Yaku… beh… non so come dirti… abbiamo capito tutti che hai tentato di proteggere Eva… ci siamo sentiti uniti… non dal piacere, come le altre volte… ma da qualcosa di più profondo, da un sentimento umano.”
“È stata la tua scelta di lasciare a King e agli altri la possibilità di confessarsi, rimettendoli al mio giudizio. Questo mi ha indotto a evitarti l’inferno peggiore. Ma rimane il fatto che mi hai rinnegato, alleandoti con chi mi combatte.
Questo romanzo non è solo buona capacità narrativa e linguaggio accurato, ma anche emozione e riflessione.
 Questi due estratti sopra citati sono i miei preferiti e i più emozionanti, quindi, non mi resta che consigliarvi questo romanzo e augurarvi una buona lettura.



Commenti

Post popolari in questo blog

GIVEAWAY 2000 iscritti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Izabella" di Kristen Kyle

RECENSIONE "Stringimi adesso" di Doranna conti